Auto Stage 7
Foto: Prodrive twitter

Sébastien Loeb vince la Stage 7 della Dakar 2022 per quanto riguarda le auto. Il transalpino di Prodrive inizia nel migliore dei modi la seconda settimana nel deserto dell’Arabia Saudita, mentre Nasser Al-Attiyah (Toyota) si conferma il padrone assoluto della classifica overall.

Auto, Stage 7: Loeb vince e torna secondo nella generale

La classifica della settima tappa della Dakar 2022 si è delineata per la prima volta dopo 121 chilometri. Lo spagnolo Carlos Sainz (Audi) si è ritrovato al comando con 4 secondi di scarto sul francese Sébastien Loeb (Prodrive). Ottimo passo anche per Toyota con il sudafricano Henk Lategan ed il qatariota Nasser Al-Attiyah, rispettivamente in terza e quinta posizione.

La lotta per il primato si è trasformata in un duello tra Sébastien Loeb e Nasser Al-Attiyah. Il primo ha preso le redini della settima speciale con oltre 6 minuti di scarto sul secondo, bravo a beffare Carlos Sainz dopo il 299° chilometro.

Negli ultimi chilometri si è scatenata la sfida per il successo tra Loeb ed Al-Attiyah. La stella del WRC ha avuto la meglio per la seconda volta in questa Dakar con oltre 5 minuti di vantaggio sul qatariota. Terzo posto per Sainz, mentre perde terreno Yazeed Al-Rajhi (Overdrive Toyota) che ricede a Loeb il secondo posto assoluto. 

La graduatoria generale parla abbastanza chiaro dopo sette tappe. L’inizio della seconda settimana ha confermato la superiorità della Toyota e di Al-Attiyah che domani riprenderà la via verso Jeddah con 44.59 di vantaggio sull’alfiere di Prodrive.

Camion, Stage 7: Kamaz-Master regna con Anton Shibalov

Anton Shibalov vince la settima tappa della Dakar 2022 per quanto riguarda i camion. Il russo del Kamaz-Master ha completato la frazione odierna con 1 minuto e 37 di vantaggio su Eduard Nikolaev, abile quest’oggi a recupere ben 5 minuti sul teammate e connazionale Dmitry Sotnikov.

Quest’ultimo, campione in carica, si appresta per l’impegno di domani con 5 minuti e 14 di vantaggio sullo ‘Zar’ che per per la seconda volta da Jeddah ad oggi minaccia seriamente il primato di Sotnikov. Da evidenziare oggi il terzo posto dell’olandese Martin van der Brink (Mammoet Rallysport team), unico ad intromettersi tra l’armata del Kamaz-Master.

La via verso Jeddah prosegue

Il cammino verso Jeddah, sede della partenza e dell’arrivo della 44^ edizione del rally raid più famoso ed estenuante al mondo, prosegue con l’arrivo di  Wadi Ad Dawasir, cittadina che nel 2021 abbiamo ritrovato nella prima settimana.

Saranno quasi 400 i chilometri da affrontare per i protagonisti che si troveranno impegnati ad affrontare delle vaste aree sabbiose. Le dune ed il deserto saranno protagoniste, la navigazione è da tenere in considerazione. Attenzione alla località di Wadi AD Dawasir che dopodomani sarà il teatro di una nuova sfida ad anello, format che sin dal via ha tradito molti protagonisti.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.