Auto Stage 11 
Foto: twitter Audi Sport

Carlos Sainz conquista la Stage 11 della Dakar 2022 per quanto riguarda le auto. Seconda gioia per l’iberico di Audi Sport che ha letteralmente dominato la speciale completando l’ultima frazione ad anello in quel di Bisha con 2.21 di vantaggio su Sébastien Loeb (Prodrive) e 3.10 sull’argentino Lucio Alvares (Overdrive Toyota).

Stage 11, auto:  Sainz senza rivale, conferma da parte di Audi

Audi si conferma al vertice dopo aver realizzato una splendida doppietta nella giornata di ieri. Quarto acuto per il brand teutonico, secondo per Sainz che ha letteralmente dominato la speciale odierna.

Sin da subito si è vista la superiorità del veterano spagnolo che ha respinto ogni ipotetico attacco da parte di Sébastien Loeb. Il francese di Prodrive è salito di colpi nella seconda metà della speciale ed ha provato in tutti i modi a cucire il gap su Sainz, una missione non riuscita. La stella del FIA World Rally Championship ha recuperato altri secondi a qatariota Nasser Al-Attiyah (Toyota) che resta saldamente al comando della classifica generale. Ottima prova in quel di Bisha per l’argentino Alvares, a lungo al secondo posto alle spalle di Sainz.

Camion, Stage 11: Eduard Nikolaev vince ancora, Dmitry Sotnikov non prende rischi

Dmitry Sotnikov non prende rischi e gestisce la situazione in quel di Bisha. Il russo, campione lo scorso anno, perde due minuti in classifica generale da Eduard Nikolaev, secondo ad 8 minuti di ritardo.

Lo ‘Zar’ ha provato a ribaltare la classifica quest’oggi, una missione non riuscita. Il veterano russo ha dominato a lungo la scena prima di subire la rimonta da parte di Andrey Karginov, secondo all’arrivo per soli 15 secondi.

Il traguardo di Jeddah è alle porte

Manca poco all’arrivo della Dakar 2022. I protagonisti lasciano dopo due giorni la cittadina di Bisha per raggiungere la località che lo scorso dicembre ha accolto per la prima volta il Mondiale di F1.

Non dovrebbero esserci sorprese, saranno infatti solo 164 i chilometri cronometrati (516 totali con i trasferimenti). Il qatariota Nasser Al-Attiyah (Toyota) è  saldamente al comando della classifica generale. Il nativo di Doha vede il titolo con 28 minuti di vantaggio e meno 200km da percorrere. Discorso simile anche tra i camion con Dmitry Sotnikov che vanta 8 minuti di margine su Eduard Nikolaev, teammate e connazionale che fino al traguardo non alzerà bandiera bianca.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.