Carlotta Fedeli, classe ’92, è una donna giovane e grintosa che si distingue nel mondo del motorsport. Abbiamo avuto il piacere di averla con noi nella nostra tredicesima puntata di ‘Speedy Woman- La Velocità in Rosa’. In questa occasione abbiamo avuto modo di conoscerla meglio, sia dal punto di vista professionale che da quello personale. Infatti, abbiamo parlato della sua crescita all’interno del TCR, dell’inizio della sua passione per i motori sino ad un’altra sfida: l’essere mamma.

Carlotta Fedeli: motori fin da bimba

La passione per i motori scorre nel sangue di Carlotta. Suo padre, infatti, è stato pilota di moto ed ora anche suo fratello è pronto ad emergere nel motocross.

All’inizio, infatti, anche lei voleva tanto guidare una moto. I suoi genitori, però, avevano paura quindi decisero di farle provare le auto. Da lì poi, è nata una storia d’amore che non si è più fermata.

Carlotta ha avuto diverse esperienze sia nel TCR che nella W Series, serie per la quale è stata selezionata.

“Le Formule sono molto più costose e quindi io non ci avevo mai pensato. Poi però ho provato con le ruote coperte e mi sono trovata davvero benissimo. La trazione anteriore è la mia specialità.”

Sappiamo che anche suo marito è un pilota. Come si vive all’interno di una famiglia a tutto gas?

“Parliamo molto di motori, ovviamente. Io e lui ci siamo conosciuti grazie a questo, in pista. Io ero arrivata davanti a lui e lui continuava a fermarsi al mio posto. Così, ad un certo punto, decisi di andargli a parlare per chiarire la situazione. Lui si scusò, non lo aveva fatto apposta.”

Il suo sogno più grande? “L’ho già realizzato, essere mamma”. Dopo sua figlia, inoltre, Carlotta gareggia e vince. Una doppia vittoria.

Leggi anche: Hamda Al Qubaisi e Filippa Guarna a ‘Speedy Woman’: “W Series ghiotta opportunità per le donne”

Silvia Giorgi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.