Dopo una prima bozza diramata al termine del Gp d’Italia, il Consiglio Mondiale della FIA, riunitosi oggi a Pechino, ha reso noto l’ufficializzazione del calendario valido per la prossima stagione di Formula 1. Saranno ben 20 i Gran Premi nel 2015, con l’ormai consueta apertura del mondiale in Australia, sul circuito dell’Albert Park a Melbourne, il 15 marzo, mentre il sipario si chiuderà nuovamente ad Abu Dhabi il 29 novembre. Confermata la pausa estiva di tre settimane tra le gare in Ungheria e Belgio, rispetto all’attuale stagione la differenza principale consiste nel ritorno del Gp del Messico, sul circuito Hermanos Rodriguez di Città del Messico, che dunque ritorna in programma dopo ben 23 anni di assenza. Altre novità si possono individuare nello spostamento del Gp del Giappone, anticipato di una settimana, ma anche delle gare ad Interlagos e Yas Marina, che slitteranno di un week-end proprio per consentire l’inserimento della tappa messicana: il tutto per consentire di disputare tutti i venti Gran Premi in programma nell’arco di otto mesi.

Qui il calendario ufficiale della prossima stagione:

15 marzo Australia (Melbourne)
29 marzo Malaysia (Sepang)
5 aprile Bahrain (Sakhir)
19 aprile Cina (Shanghai)
10 maggio Spagna (Barcellona)
24 maggio Monaco (Monte Carlo)
7 giugno Canada (Montreal)
21 giugno Austria (Red Bull Ring)
5 luglio G.Bretagna (Silverstone)
19 luglio Germania (Nurburgring)
26 luglio Ungheria (Budapest)
23 agosto Belgio (Spa)
6 settembre Italia (Monza)
20 settembre Singapore (Singapore)
27 settembre Giappone (Suzuka)
11 ottobre Russia (Sochi)
25 ottobre Messico (Mexico City)
1 novembre Usa (Austin)
15 novembre Brasile (Interlagos)
29 novembre Abu Dhabi (Yas Marina)

Carlo Luciani

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.