Esport

Domenica di gare per la MotoGP Esport. Sul circuito di Jerez si sono sfidate le tre categorie a suon di carenate. A vincere le rispettive competizioni sono stati: Maverick Viñales per la MotoGP, Lorenzo Baldassarri per la Moto2 e Gabriel Rodrigo per la Moto3.

Sono scesi in pista, virtualmente, sul circuito di Jerez de la Frontera dieci piloti per ogni categoria delle due ruote. Come da previsione, la parola chiave delle tre gare è stata “carenate”. Non si sono risparmiati i piloti delle classi minori all’esordio, senza far mancare all’appello i big della classe regina.

MOTOGP

Ad avere la meglio per la MotoGP è stato Maverick Viñales. Dopo due gare finite sul podio è arrivata la prima vittoria per il pilota spagnolo. Deve gran parte della sua vincita alla caduta, a tre giri dalla fine, di Pecco Bagnaia. Il pilota italiano ha terminato la gara sul terzo gradino del podio, dopo aver completato quasi nove giri in testa, essendo riuscito a scampare dalle cadute ad effetto domino dopo la partenza alla prima curva. Secondo classificato Alex Marquez. Anche il pilota del team Honda deve molto alla caduta di Bagnaia, senza la quale sarebbe risultato dubbio il recupero fino ad ottenere la medaglia d’argento. Il premio per il numero più alto di cadute spetta sicuramente a Fabio Quartararo, che, dopo una partenza opinabile, nell’impresa di riprendere il gruppo di testa non ha lasciato spazio alla lucidità nella guida, passando gran parte della gara sulla ghiaia virtuale.

MOTO2 E MOTO3

Le prime ad essere scese in pista sono state le classi minori. Combo perfetta per Gabriel Rodrigo. Il pilota del team Gresini, nella primissima virtual race di Moto3, ha conquistato dapprima la pole position e in seguito ad una pessima partenza è riuscito nell’impresa della vittoria. Ovviamente la gara per lui è stata tutta in salita, dovendo competere contro dieci piloti spietati. Seconda posizione per Albert Arenas ed a seguire Raul Fernandez. Per quanto riguarda la classe di mezzo, vince la prima gara virtuale della storia di Moto2 il nostro Lorenzo Baldassari, autore di una vittoria in fuga. Secondo e terzo rispettivamente: Jake Dixon e Bo Bendsneyer.

LEGGI ANCHE: MOTOGP| QUESTION TIME YAMAHA , ROSSI: “LA PRIMA OPZIONE È CONTINUARE A CORRERE”

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.