I test in pista e nei kartodromi italiani sono pronti per ripartire

Un primo, importante passo verso la ripresa dell’attività in pista e nei kartodromi dei campionati italiani. ACI Sport, attraverso una nota diffusa in mattinata, ha infatti comunicato di aver discusso e approvato, attraverso la Giunta Sportiva, le procedure operative e i protocolli medico sportivi per la ripartenza dei test. Ma andiamo a vedere nello specifico cosa comportano tali normative e quali saranno le procedure alle quali dovranno attenersi piloti e team.

Tutta la documentazione è stata messa a punto con un lavoro di equipe che ha visto coinvolti i membri della Direzione Centrale per lo Sport, i tecnici e gli esperti della Federazione, la Commissione Medica e un team di esperti virologi, in collaborazione con tutte le componenti del motorsport tricolore. Questo per dare seguito alle linee-guida emanate nel rapporto messo a punto dal CONI in collaborazione con il Politecnico di Torino, volto a fornire indicazioni per la ripresa dello sport di natura individuale.

CHI PUO’ PRENDERE PARTE AI TEST

Gli atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, dal CIP e dalle Federazioni Sportive, in vista della loro partecipazione ai Giochi Olimpici o manifestazioni nazionali ed internazionali.

L’ACI nella Giunta Sportiva del 28 aprile u.s. ha deliberato che sono piloti di interesse nazionale coloro che sono in possesso di licenza sportiva 2020 e intendono partecipare a gare di campionato nazionale ed internazionale.

DOVE SI POSSONO SVOLGERE I TEST

Negli impianti (autodromi, kartodromi e mini impianti) omologati ACI con gli allestimenti secondo le disposizioni di seguito previste.

COME SI DEVONO ORGANIZZARE I TEST

Tutti gli operatori sportivi (meccanici, ingegneri, addetti ai lavori) dovranno sempre indossare la mascherina, mantenere il distanziamento sociale, indossare i guanti protettivi. Anche i piloti, al di fuori della sessione di test, dovranno rispettare le suddette misure di sicurezza.

Questo il numero dei mezzi tecnici che potranno essere presenti simultaneamente in base al grado di omologazione del Circuito/Kartodromi in base a turni ed orari predefiniti dall’Organizzatore:

Per i Circuiti

Grado 1: 25 vetture.

Grado 2: 20 Vetture.

Grado 3: 15 Vetture.

Grado 4/5/6: 10 vetture.

Minimpianti: 5 vetture

Per i Kart

Kartodromi di grado A: 25 kart

Kartodromi di grado B: 20 kart

Kartodromi di grado C: 15 kart

Kartodromi di grado D: 10 kart

PROCEDURE ON-LINE

Tutte le seguenti fasi dovranno inoltre seguire una rigorosa procedura on-line, da effettuarsi secondo precise modalità.

  1. Iscrizione Test. I partecipanti al test dovranno effettuare le iscrizioni ai test on-line. Gli Organizzatori prevederanno dei moduli che saranno scaricabili sul sito degli Organizzatori del test. Tali moduli dovranno essere mpilati debitamente ed inoltrati, via mail, all’Organizzatore.
  2. Documenti da allegare. I partecipanti dovranno allegare le scansioni dei seguenti documenti: Licenza in corso di validità ed eventuale abilitazione Scuola Federale ove richiesta. Se il conduttore è minorenne dovranno essere allegati: auto certificazione patria potestà corredata dalle fotocopie dei documenti d’identità dei genitori.
  3. Scarico di responsabilità. L’Organizzatore prevederà che lo scarico di responsabilità possa essere scaricato dal proprio sito. Dovrà essere inoltrato, debitamente compilato e siglato, via mail, all’organizzatore. In mancanza non si potrà partecipare ai test.
  4. Elenco Staff. L’Organizzatore prevederà un modulo per l’elenco dello staff che possa essere scaricato dal proprio sito. Sarà previsto un numero massimo di 6 componenti del team per ogni vettura, 4 componenti del team per ogni kart, 4 componenti per i service (gommista, etc.). Il modulo debitamente compilato, dovrà essere inoltrato via mail all’Organizzatore.
  5. Invio elenco partecipanti. L’organizzatore dovrà inviare, prima dell’effettuazione del test, l’elenco dei partecipanti con relativo numero di licenza e, ove richiesta, l’abilitazione della Scuola Federale, alla c.a. delle relative Segreterie di Commissione. Devono essere inseriti anche i nominativi dei meccanici ed addetti ai lavori
  6. Auto-certificazione. Ferme restando le disposizioni governative vigenti al momento dell’evento sportivo, nonché quelle emanate dagli Enti Locali del luogo in cui si svolge l’evento, tutti coloro che accedono in circuito, dovranno sottoscrivere l’autocertificazione allegata alle pratiche di accredito.
  7. Risultati test. L’Organizzatore, ove previsto, prevederà la distribuzione dei risultati del test on-line (es. Classifiche, cronologici, etc.)

NUOVE MISURE DI SICUREZZA

Inoltre, saranno richieste precise misure di sicurezza da adottare per organizzatori, team, piloti e staff coinvolto in pista.

Ingresso circuito. All’ingresso della struttura verrà allestita una zona di accoglienza dove si procederà al riconoscimento delle persone ed alla consegna dei pass. Verrà effettuato un controllo della temperatura corporea (qualora risultasse superiore a 37.5° verrà vietato l’ingresso). In caso di manifestazioni sintomatiche dopo l’arrivo in circuito, si potrà predisporre l’esecuzione in loco di un test sierologico. Chiunque, dopo l’arrivo in Circuito, nel corso dell’evento, potrà essere sottoposto al controllo della saturazione di ossigeno periferica e alla temperatura corporea.

Sistemi di protezione individuale. Tutti coloro che richiederanno di accedere in Autodromo dovranno essere in possesso dei sistemi di protezione individuali (mascherine di protezione, guanti di protezione, occhiali protettivi, disinfettante a base alcolica, etc.) in misura adeguata atta a garantire la copertura integrale dell’intero evento e dovranno indossarla per tutta la durata del test.

Disinfezione aree assistenza. I Team assicureranno la pulizia e la disinfezione giornaliera degli spazi di assistenza tecnica (box, tensostrutture, etc.).

Disinfezione aree comuni. L’Organizzatore assicurerà la pulizia giornaliera e la disinfezione dei locali tecnici, degli ambienti di servizio, delle postazioni degli ufficiali di gara e delle aree comuni (strade, bagni, etc.).

Comunicazione organizzatore. L’organizzatore fornirà comunicazione delle norme da osservare durante lo svolgimento dei test. Tutti dovranno rispettare con coscienza le disposizioni contenute nella comunicazione. Le eventuali trasgressioni saranno punite con l’esclusione dal test.

Direzione Gara. Dovranno essere rispettati i protocolli sanitari vigenti. Solo il personale autorizzato potrà accedervi. Dovrà essere previsto un sistema (radio, whatsapp, etc.) per comunicare con il direttore sportivo di ciascun team.

LE ATTIVITA’ CONSENTITE

Attività nel paddock. Dovranno essere rispettati i protocolli sanitari vigenti (mantenere le distanze sociali, utilizzare le mascherine, etc.). Non sarà possibile effettuare attività di catering da parte di terzi: verificare la vigente normativa sanitaria per l’eventuale utilizzo del self service presente in circuito.

Attività in pista. Solo il personale (compreso i piloti) autorizzato potrà accedere alla Pit Lane / Pit Wall). Il Personale dovrà essere abbigliato secondo le normative vigenti, essere dotato delle protezioni sanitarie vigenti e mantenere la distanza sociale.

Disallestimento box e strutture. Il disallestimento dovrà essere gestito garantendo il rispetto delle normative sanitarie vigenti. Il deflusso, effettuato in sicurezza, dovrà essere vigilato al fine di evitare assembramenti.

Per qualsiasi ulteriore informazione, è possibile fare riferimento al documento ACI Sport contenente il regolamento per i test.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.