A Speedy Woman Letizia Marchetti
A Speedy Woman Letizia Marchetti

Nell’appuntamento settimanale di ‘Speedy Woman’ abbiamo avuto il piacere di avere con noi Letizia Marchetti. Pluricampionessa motociclistica, Letizia ha alle spalle grandi successi e primati. 13 stagioni all’attivo e ambiziosi progetti accademici, uno in partenza proprio lo scorso fine settimana.

Al Mugello, nel contesto del CIV, è infatti partita la Women’s European Cup, di cui Letizia è promotrice. Una diretta prosecuzione di quella che è la scuola di pilotaggio nata qualche anno fa. La Lety X Racing, la sua scuola, è nata per formare e sostenere le giovani promesse sulle 2 ruote.
Nel salotto rosa del motorsport Letizia Marchetti, prima donna a salire sul primo gradino del podio nel Campionato SBK Italia, campionessa nel National Trophy (sia nella classe 600 che nella classe 1000) si racconta e ci racconta del suo passato, del presente e dei suoi progetti motoristici.

LA CAMPIONESSA CHE FA DANZARE LA SUA MOTO
Fin da piccola la sua passione era la danza. Inizia a ballare in tenera età e poi a 23 anni si avvicina alle moto e non le lascia più. Il suo primo coach è stato il suo ragazzo di allora, nonché attuale marito, che una volta vista in sella ha avuto l’occhio lungo sulla sua bravura. L’ha incitata e sostenuta, tanto che da quel momento entrambi vivono la loro passione insieme più forti che mai.
“Unisco due mondi così distanti ma simili. La passione è traino di tutto e ammetto che la danza mi ha aiutato molto, mantengo la mia eleganza anche nella guida e poi non è uno sport a renderci femminili o maschili“.

“LA PIU’ GRANDE RIVINCITA E’ QUANDO UN PILOTA UOMO MI CHIEDE UN CONSIGLIO”
Nel suo passato qualche episodio spiacevole proprio per essere una donna a tutto gas che sa tenere a bada i maschietti e vincere in campionati misti e femminili. “Ho sentito e mi sono state riferite molte frasi che non erano molto carine.  Sono sempre stata più forte di questo e l’ho dimostrato in pista”. Nel 2014 l’apice proprio vicino alla festa delle donne, quando l’avvisarono che sarebbe stato meglio non partecipare al campionato in quanto molti uomini, sapendo della sua presenza, avrebbero dato forfait. “Di sicuro una piccola parte di me c’è rimasta un po’ male, ma per me è stata anche una lusinga. Voleva dire che mi temevano. Non importa. Sono approdata in altri campionati e direi che è andata molto bene!”
Tante le attività che hanno visto e vedono impegnata Letizia fuori e dentro la pista.

QUELLA VOLTA IN CUI SONO STATA LA CONTROFIGURA DI BELEN
Difatti Letizia Marchetti, donna di motori appassionata e determinata, vive la sua passione a 360° e si è cimentata anche in un noto spot pubblicitario in sella alla Ducati, moto che le è entrata nel cuore, proprio per averla provata e aver partecipato anche al campionato.
“Ero la controfigura di Belen, ma ammetto che la mia emozione era tutta per la Ducati MotoGp su cui avevo l’occasione di salire: per me poteva esserci qualsiasi personaggio famoso, l’emozione più grande era salire in sella!”.

OBIETTIVO “FORMARE LE DONNE DEL FUTURO NEL MOTOCICLISMO”
Letizia Marchetti ha tanta voglia di trasmettere la sua passione e la sua determinazione, anche con qualche apparizione insieme alle sue ragazze. La scuola di pilotaggio Lety X Racing è una scommessa che sta vincendo, giorno dopo giorno. Grandi soddisfazioni, come  quando ci racconta che alcuni ragazzi hanno chiesto di farne parte ma essendo solo per donne non è stato possibile. “Gli uomini si abitueranno, con la visiera abbassata siamo tutti concorrenti che mirano alla vittoria!”

Un grande in bocca al lupo ai progetti di Letizia Marchetti, ospite a Speedy Woman, che seguiremo con grande interesse. Speriamo presto di vederla in pista per poter dare il grande esempio che una donna di motorsport del suo calibro può dare alle sue allieve.

 

Anna Mangione

CARLOTTA FEDELI A ‘SPEEDY WOMAN’: “SONO DA TRAZIONE ANTERIORE”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.