Con ancora negli occhi le emozioni della 24h di Le Mans, evento riservato al FIA World Endurance Championship, il mondo dei motori si prepara per la 24h del Nürburgring. Dall’Inferno verde in centodue si sfidano per una delle competizioni di durata più belle ed affascinati dell’interno calendario, senza dubbio una delle più impegnative.

La manifestazione di questo week-end sarà la 48^ edizione di una corsa che per la prima volta si tiene nel mese di settembre. L’unicità di questa corsa è data dal tracciato. Ricordiamo infatti che per la 24h vengono utilizzati i 20km del leggendario Nordschleife (il Nürburgring vecchio) e la pista da 5km che viene percorsa durante l’anno per gran parte delle manifestazioni internazionali. L’unico tratto non compreso è la Mercedes Arena, segmento del tracciato Gran Prix che viene omesso.

Lo slittamento da maggio a settembre provoca l’incremento delle ore di buio e sopratutto aumenta l’incertezza atmosferica. Il Nürburgring, impianto famoso per il suo meteo instabile, potrebbe complicare la corsa che non è nuova ad interruzioni per maltempo o per problemi di visibilità dovuti alla nebbia.

24h Nürburgring, i favoriti

Sono 31 le vetture che si contendono la classe GT3 (SP9), la categoria più importante dello schieramento. Audi, Mercedes, Porsche e BMW si presentano ai nastri di partenza con le proprie formazioni ufficiali, pronte a sfidarsi nell’Inferno verde.

Audi cerca di difende il titolo conquistato lo scorso anno e conferma l’impiego di tre R8 ufficiali. La casa tedesca si affida ai team Land Motorsport, Car Collection e Phoenix per la gestione delle proprie R8 di punta.

Nico Müller/Fred Vervisch/Dries Vanthoor/Frank Stippler #1(Phoenix), Mirko Bortolotti/Robin Frijns/Christopher Haase/Markus Winkelhock #3 (Car Collection) e Mattia Drudi/Christopher Mies/René Rast/Kelvin van der Linde #29 (Land) compongono la squadra ufficiale della compagine di Ingolstadt, assente quest’anno con WRT che sarà in quel di Zandvoort per il GT World Challenge Europe. L’edizione 2020 della maratona tedesca sarà l’esordio in questa gara con una vettura di punta per i nostri Bortolotti e Drudi, nuovi volti di questa 24h.

La vettura tedesca dovrà difendersi dalle nuove AMG GT3. HRT e GetSpeed difenderanno il marchio di Stoccarda che non si impone in questa classica dal 2016. Saranno 3 le auto per HRT la formazione che di fatto rimpiazza Black Falcon.

Hubert Haupt Racing si iscrive alla 24h a dopo le ottime performance mostrate nel NLS (ex VLN), la serie tedesca che gareggia esclusivamente all’interno del ‘Nürburgring vecchio’. Yelmer Buurman/Nico Bastian/Gabriele Piana #2, Adam Christodoulou/Maro Engel/Luca Stolz/Manuel Metzger #4 e Patrick Assenheimer/Dominik Baumann/Dirk Müller/Maro Engel #6 difendono i colori del HTR, alla prima 24h come formazione ufficiale. Occhi puntanti anche sull’AMG GT3 #8 di Fabian Schiller/Maximilian Götz/Maximilian Buhk/Raffaele Marciello, alfieri ufficiali Mercedes in scena con la vettura di GetSpeed.

Porsche e BMW non staranno a guardare

Le prime competizioni GT del 2020, valide per il GT World Challenge e per il VLN, hanno visto Porsche e BMW un po’ sottotono. Non è da escludere che sia tutta una tattica per garantirsi un BoP (Balance of Performance) favorevole per un grande evento come la 24h tedesca, sfuggita a Porsche lo scorso anno dopo un lunghissimo dominio.

La casa di Weissach dovrà però fronteggiare ad una spiacevole condizione. La compagine teutonica ha infatti deciso di non inviare i propri piloti ufficiali alla 24h Nürburgring. Una decisione clamorosa, presa in seguito alla positività di alcuni membri del team al test del Coronavirus al termine della 24h di Le Mans della scorsa settimana. Nove piloti titolari avrebbero dovuto correre in Germania, mentre erano sei le formazioni che al proprio interno vantavano la presenza di almeno un pilota factory.

Richard Lietz, Patrick Pilet, Romain Dumas (KCMG #18),Romain Dumas (KCMG #19), Matt Campbell, Michael Christensen, Kévin Estre  (Frikadelli Racing #31),  Thomas Preining (Falken Motorsport #33) , Matteo Cairoli (Falken Motorsport #44),  Julien Andlauer e Matt Campbell  (Manthey-Racing #911) sono obbligati a saltare la prestigiosa manifestazione tedesca.

Mathieu Jaminet, Patrick Long, Sven Müller, Simona De Silvestro, Dirk Werner e Timo Bernhard, gli altri ufficiali impegnati alla 24h di questo week-end, non erano presenti alla classica francese. Porsche sta lavorando con i propri partner per trovare la situazione migliore.

BMW insegue il successo

A 10 anni dall’ultima affermazione un altro costruttore da tenere in considerazione è la BMW. La squadra bavarese, iscritta ufficialmente con i Team Schnitzer e Rowe Racing. La prima équipe verrà rappresentata da Augusto Fafus/Jens Klingmann/Martin Tomczyk/Sheldon van der Linde, un equipaggio che gareggerà con il #42. Attenzione anche a Rowe Racing, squadra tedesca che solitamente gareggia con Porsche, ma nella 24h conferma l’impegno con il marchio bavarese. Marco Wittmann/Lucas Auer/Tom Blomqvist/Philipp Eng #98 e Alexander Sims/Nick Catsburg/Nick Yelloly/Philipp Eng #99 gareggeranno con le due M6 di Rowe, pronte a sfidare la concorrenza.

24h Nürburgring verrà trasmessa su Youtube della corsa e scatterà sabato 26 settembre alle 15:30.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.