Sebastien Ogier: un nome, una garanzia, un uomo solo al comando. Il pilota francese ha iniziato la stagione 2015 esattamente come aveva concluso quella dello scorso anno, ovvero sul gradino più alto del podio. E anche se il successo è stato tutt’altro che agevole, complice il ritorno una-tantum del connazionale Sebastien Loeb, il campione del mondo in carica si è alla fine aggiudicato il prestigioso Rally di Montecarlo, prima prova del Mondiale 2015. Al termine di quattro giorni di gara tiratissimi, tra condizioni di asfalto mutevoli e come di consueto ricche di insidie, il pilota della Volkswagen (accompagnato come sempre dal fido navigatore Julien Ingrassia) si è imposto nell’83esima edizione dell’appuntamento monegasco precedendo sul traguardo Jari-Matti Latvala ed Andreas Mikkelsen, andando così a completare una tripletta memorabile per la casa tedesca.

Ogier ha chiuso con un vantaggio rispettivamente di 58″ e 2’12” sui compagni di marca, terminando al quarto posto la power-stage in una giornata che ha visto come grandi protagoniste le Citroen di Meeke e Loeb. La casa francese, dopo aver coltivato sogni di gloria nelle prime fasi, si è potuta consolare con il quarto posto finale di Mads Ostberg, il quale ha preceduto le due Hyundai di Thierry Neuville e Dani Sordo e la Fiesta di Elfyn Evans.

Dicevamo del grande ritorno di Sebastien Loeb. Il “cannibale” è stato assoluto protagonista nelle prime due giornate di gara, che lo avevano visto chiudere al comando il proprio ritorno nei rally dopo una lunga assenza, prima di incappare in un banale errore che gli ha fatto perdere diversi minuti. Alla fine ha chiuso al nono posto, ma la sensazione è quella che avrebbe potuto dare del filo da torcere sino alla conclusione ad Ogier per la vittoria finale. Peccato che le cose siano andate poi diversamente, e anche se ora Loeb tornerà a concentrarsi nel suo impegno nel WTCC rimane lo spettacolo offerto da un campione il cui talento rimane immutato.

Grande prova (seppure a sprazzi) di Robert Kubica: dopo un inizio un po’ in sordina, il polacco è stato in assoluto il più veloce nella terza giornata, prima di incappare in un’uscita di pista causata da un guasto ai freni che lo ha costretto al ritiro nelle battute conclusive. Avrà modo di rifarsi. Il prossimo appuntamento è previsto in Svezia tra due settimane: sulle nevi scandinave la caccia a Ogier sarà più che mai agguerrita.

Marco Privitera

Classifica finale:
1° Sébastien Ogier – Julien Ingrassia (Volkswagen Polo R Wrc) in 3.36’40”2
2° Jari-Matti Latvala – Mikka Anttila (Volkswagen Polo R Wrc) a 58”0
3° Andreas Mikkelsen – Mikka Markkula (Volkswagen Polo R Wrc) a 2’12”3
4° Mads Ostberg – Jonas Andersson (Citroen Ds3 Wrc) a 2’43”6
5° Thierry Neuville – Nicolas Gilsoul (Hyundai i20 Wrc) a 3’12”1
6° Dani Sordo – Marc Martì (Hyundai i20 Wrc) a 3’12”9
7° Elfyn Evans – Daniel Barritt (Ford Fiesta Wrc) a 5’23”7
8° Sébastien Loeb – Daniel Elena (Citroen Ds3 Wrc) a 8’34”7
9° Martin Prokop – Jan Tomanek (Ford Fiesta Wrc) a 9’54”8
10° Kris Meeke – Paul Nagle (Citroen Ds3 Wrc) a 10’55”6

Classifica Mondiale Piloti:
1° Ogier 25; 2° Latvala 19; 3° Mikkelsen 15; 4° Ostberg 12; 5° Neuville 10; 6° Sordo 8; 7° Evans e Loeb 6; 9° Meeke 4; 10° Prokop 2.

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.