Il gruppo del Trofeo Super Cup composto da oltre cinquanta vetture al Mugello

Ad avere la meglio sotto la bandiera a scacchi per quanto riguarda la classifica assoluta in gara-1 è stato l’esordiente del team Six Engineers Gustavo Sandrucci (Seat Leon Cup), mentre Max Pigoli con la sua Super Mitjet si è reso protagonista di un’entusiasmante rimonta che lo ha visto conquistare il successo nella manche della Domenica. Per quanto riguarda invece i piloti della Seconda Divisione, ad aggiudicarsi l’intera posta in palio è stata la Bmw M3 E36 con Massimo Orlandini e Armando De Vuono al volante.

Il Trofeo Super Cup si è confermato quale solida realtà nel panorama del motorsport italiano, presentando oltre cinquanta vetture al via nell’appuntamento andato in scena al Mugello Circuit. In un contesto prestigioso come quello dell’ACI Racing Weekend, il campionato promosso da Giordano Giovannini si è distinto non soltanto per il numero di partecipanti, ma anche per le due gare che hanno registrato numerosi colpi di scena ed emozioni sino all’ultima curva.

PRIMA DIVISIONE. Esordio vincente per Gustavo Sandrucci nel Trofeo Super Cup. Il veloce pilota viterbese (già campione Clio Cup Italia 2017 e Mini Challenge 2018) ha avuto la meglio nei confronti della concorrenza in gara-1, dopo aver siglato la pole position con il crono di 2:01.447. La qualifica è stata particolarmente serrata, con tre piloti racchiusi nello spazio di soli 57 millesimi, visto che Ettore Carminati (Honda Civic 24h Special) e Francesco Savoia (Bmw 320) si sono piazzati immediatamente alle spalle del poleman. La prima gara ha poi registrato un’accesa bagarre per la leadership nelle prime fasi, alla quale si è aggiunta anche la Super Mitjet di Alberto De Ambroggi, mentre l’altra vettura del Butti Motorsport (quella di Max Pigoli) si è resa protagonista di una rapida rimonta dalle retrovie dopo il guaio tecnico accusato in qualifica. Le due brevi fasi di neutralizzazione con la Safety Car non hanno arrestato la scalata al trono di Sandrucci, il quale sotto la bandiera a scacchi ha preceduto De Ambroggi e Pigoli, con Carminati che si è dovuto accontentare della quarta posizione. Sandro Bettini si è aggiudicato il successo di classe nella Turismo 2 davanti a Quercioli e Mosca, mentre Francesco Malvestiti ha condotto la sua Mitjet all’ottavo posto nella classifica assoluta. Inoltre, la vittoria nella 2.0 Special è andata all’ucraino Kostyantyn Gutsul davanti a Borsini e Pucciarelli, mentre Luigi Gallo (Mini Cooper S) ha preceduto Stefani e Cruciani nella Turismo 3.

Anche la seconda manche non ha risparmiato emozioni: dopo il forfait del poleman Sandrucci, la gara è vissuta sul duello tra Carminati e Savoia nelle prime battute, con la Super Mitjet di Max Pigoli che (grazie anche alla doppia entrata in pista della Safety Car) è riuscito rapidamente a portarsi a ridosso dei primi. Il pilota comasco ha poi assestato l’attacco decisivo nel corso del sesto giro, prendendosi la testa della corsa senza più mollarla fino alla bandiera a scacchi. Sul podio dell’assoluta insieme a Pigoli sono arrivati anche Ettore Carminati e Francesco Savoia, con Sandro Bettini e Francesco Malvestiti (al top rispettivamente nella Turismo 2 e tra le Mitjet) immediatamente alle loro spalle. Per quanto riguarda le altre classi, Gutsul si è confermato in vetta alla 2.0 Special davanti a Pucciarelli e Borsini, così come Gallo ha nuovamente monopolizzato la Turismo 3 precedendo Pietro Fabris e Manuel Stefani.

SECONDA DIVISIONE. Emozioni a raffica anche per quanto riguarda le vetture di media e piccola cilindrata, impegnate a sfidarsi in una bagarre a centro gruppo senza esclusione di colpi. A monopolizzare il gradino più alto del podio sono stati i due piloti al volante della Bmw M3 E36, con Massimo Orlandini e Armando De Vuono al top rispettivamente nella prima e nella seconda manche. Identico anche l’esito per quanto riguarda la seconda e terza posizione, con Walter Lilli e Andrea Dalla Bona grandi protagonisti nella Clio RS Cup. Per quanto riguarda quest’ultima classe, a spartirsi il terzo gradino del podio sono stati Marco De Dominicis e Mario Beltrami, mentre nella Turismo 4 Gianfranco Billo (Peugeot 206) ha preceduto Fausto Amendolagine e Roberto Chiarato. Duilio Frosinini e Michele Sabia si sono invece divisi la posta in palio nella Bmw Series, mentre la Turismo 7 ha registrato il doppio successo di Tonino Scocco, con Luca Re e Matteo Sbei a fargli compagnia sul podio.

Giordano Giovannini (Promoter Trofeo Super Cup): “E’ stato un fine settimana eccezionale per il nostro campionato. Vedere un numero così elevato di vetture gareggiare nello splendido tracciato del Mugello rappresenta un traguardo straordinario che ci ripaga del lavoro svolto e inorgoglisce me ed il mio staff. I piloti sono stati tutti molto corretti, limitando al minimo gli interventi delle Safety Car durante le gare: a tutti loro vanno i nostri complimenti ed i ringraziamenti per aver creduto nel nostro progetto. Adesso ci godiamo una breve pausa estiva preparandoci per il prossimo round di Imola: le iscrizioni sono già aperte e ci attendiamo un nuovo sold-out”.

Il Trofeo Super Cup tornerà in azione per il sesto round stagionale nel week-end del 30 Agosto – 1° Settembre, quando torneranno in pista anche i bolidi della Supercars Series, per un fine settimana ad alto tasso di adrenalina con quattro gare in programma.

Dal Mugello – Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.