Ha confermato di stare attraversando un vero e proprio stato di grazia, Nico Rosberg, anche secondo le indicazioni emerse dalla prima sessione di prove libere del Gp di Gran Bretagna. Sul circuito di Silverstone il tedesco ha svettato nella graduatoria dei tempi, precedendo per soli 60 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton. Occorre però sottolineare come Nico abbia dovuto saltare gran parte della sessione in seguito ad un problema idraulico manifestatosi nei primi minuti, dovendosi accontentare di osservare il lavoro svolto dal proprio rivale in pista. Tornato però in azione nelle battute conclusive, Rosberg non ci ha messo molto a trovare il giusto feeling con vettura e tracciato, stampando un 1’34″274 che gli ha consentito di concludere con il sorriso la prima parte di giornata. Se non fosse che, nell’immediato post-qualifiche, il delegato tecnico FIA Jo Bauer abbia segnalato un’irregolarità nella procedura di recupero della Mercedes dopo il guaio tecnico, con i Commissari che hanno immediatamente messo “under investigation” il caso. Ma in attesa di sviluppi sulla vicenda, Lewis Hamilton sul tracciato di casa non è riuscito ad esordire come avrebbe voluto, complice anche uno spettacolare testacoda accusato nelle fasi iniziali all’uscita della Stowe: la Mercedes è apparsa comunque lontana ed irraggiungibile, con tutti gli avversari per il momento relegati a distacchi abissali.

Tra di essi è senz’altro emersa la Toro Rosso, capace di distinguersi grazie al terzo tempo di Verstappen e al quinto di Sainz, con i due giovani piloti della scuderia faentina che hanno però verosimilmente girato con poca benzina a bordo. Qualche piccola preoccupazione, a prescindere dalla quantità di carburante utilizzata in questa prima sessione, deve pur sorgere in casa Ferrari: Raikkonen e Vettel (con quest’ultimo che festeggia oggi 28 anni) si sono piazzati rispettivamente in quarta e sesta posizione, rimediando però distacchi pesanti che non lasciano presagire nulla di buono per il resto del weekend. Gli sviluppi sulla SF15-T non sono comunque mancati, con una versione aggiornata dell’ala anteriore e novità alle prese d’aria dei dischi freno anteriori e posteriori. Nella top ten si sono piazzate anche le due Red Bull con Ricciardo e Kvyat, davanti a Hulkenberg (con la Force India dotata del nuovo muso) e Massa.

Per quanto riguarda le prestazioni dei tre test driver presenti oggi in pista, Palmer ha ottenuto il 12° tempo precedendo un Maldonado alle prese con problemi al cambio; Marciello sulla Sauber si è piazzato 15° a mezzo secondo da Nasr, mentre Susie Wolff ha concluso 13° a 0″8 da Massa. Novità anche in casa Manor, con aggiornamenti di carattere aerodinamico ed una livrea rinnovata (con l’aggiunta del blu sulle fiancate) grazie all’arrivo di un nuovo sponsor, mentre è proseguito il calvario in casa McLaren, la cui sessione è andata avanti a singhiozzo con Alonso e Button a stento davanti proprio alle due Manor. I tempi di Senna e Prost, specie sul tracciato di casa, sembrano oggi più che mai appartenere davvero ad un’altra epoca per il glorioso team britannico.

Marco Privitera

GP Gran Bretagna – Prove Libere 1:

1. Nico Rosberg (Mercedes W06) – 1’34″274 – 12 giri
2. Lewis Hamilton (Mercedes W06) – 1’34″344 – 26 giri
3. Max Verstappen (Toro Rosso STR10-Renault) – 1’35″530 – 18 giri
4. Kimi Raikkonen (Ferrari SF15-T) – 1’35″588 – 21 giri
5. Carlos Sainz (Toro Rosso STR10-Renault) – 1’35″669 – 33 giri
6. Sebastian Vettel (Ferrari SF15-T) – 1’35″739 – 17 giri
7. Daniel Ricciardo (Red Bull RB11-Renault) – 1’35″818 – 26 giri
8. Daniil Kvyat (Red Bull RB11-Renault) – 1’35″876 – 22 giri
9. Nico Hulkenberg (Force India VJM08-Mercedes) – 1’36″157 – 28 giri
10. Felipe Massa (Williams FW37-Mercedes) – 1’36″469 – 23 giri
11. Felipe Nasr (Sauber C34-Ferrari) – 1’36″855 – 20 giri
12. Sergio Perez (Force India VJM08-Mercedes) – 1’36″889 – 26 giri
13. Susie Wolff (Williams FW37-Mercedes) – 1’37″242 – 19 giri
14. Jolyon Palmer (Lotus E23-Mercedes) – 1’37″262 – 26 giri
15. Raffaele Marciello (Sauber C34-Ferrari) – 1’37″372 – 17 giri
16. Pastor Maldonado (Lotus E23-Mercedes) – 1’38″080 – 8 giri
17. Fernando Alonso (McLaren MP4/30-Honda) – 1’38″222 – 12 giri
18. Jenson Button (McLaren MP4/30-Honda) – 1’38″860 – 10 giri
19. Will Stevens (Manor 04-Ferrari) – 1’38″981 – 23 giri
20. Roberto Merhi (Manor 04-Ferrari) – 1’40″477 – 23 giri

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.