Nel caldo di Palembang sia Gajser che Prado perdono la seconda manche, ma vincono la prima delle due tappe indonesiane grazie alle vittorie in prima manche e alle prestazioni complessivamente migliori.

MXGP: Tim Gajser del Team HRC parte a razzo, seguito da Jeremy Seewer su Yamaha Monster Energy Factory e da Glenn Coldenhoff su KTM Standing Construct.

Anstie su KTM supera Coldenhoff per il terzo posto e Jasikonis risale in tredicesima posizione, Febvre si fa sotto in quarta posizione. Anstie attacca Seewer e lo passa, ma è lontano dal leader Gajser. A cinque giri dalla fine Febvre attacca e passa Coldenhoff dopo diversi giri col coltello fra i denti.

Vince sotto una leggera pioggia Gajser, secondo Anstie, terzo Seewer.

In gara 2 è nuovamente Gajser a prendere il suo quinto holeshot della stagione, seguito da Anstie, caduto nel primo giro e rialzatosi in decima posizione. Seewer è secondo, seguono Febvre, Paulin, Coldenhoff, Bogers e Jonass. Anche Monticelli è caduto rialzandosi al 19° posto.

Dopo due giri il vantaggio di Gajser è di quasi tre secondi; Febvre supera Seewer e si lancia all’attacco dello sloveno, che commette un errore e viene passato da Febvre e Seewer. Coldenhoff passa Paulin e Seewer negli ultimi giri e Anstie lotta con Paulin per la quinta posizione. Febvre vince la sua prima gara della stagione davanti a Gajser e Coldenhoff. Tim Gajser vince il GP con un primo ed un secondo, mentre Romain Febvre è secondo e il suo compagno di squadra Jeremy Seewer chiude il podio.

Tim Gajser: “Sono davvero contento di come è andato il GP, perché dopo le qualifiche sapevo che sarebbe stato difficile fare due belle gare. In gara 1 potevo allungare il vantaggio, in gara 2 guidavo bene, ma poi ho fatto un errore e Roman e Jeremy mi hanno passato; sono riuscito a superare Seewer, ma non ho nemmeno spinto per recuperare Febvre che era troppo avanti. Alla fine mi sono sentito davvero a mio agio e voglio dire un enorme grazie alla squadra”.

Romain Febvre: “È passato troppo tempo dall’ultima vittoria. Sapevo di avere la velocità da molti GP, ma non riuscivo a partire bene. Ho fatto una buona partenza in gara 2 uscendo terzo, ho preso il comando e sono andato via: è stato molto più facile rispetto alla prima. Ora voglio una vittoria di GP”.

Jeremy Seewer: “È stata una gara difficile, anche se le mie partenze erano grandiose. Questa è una delle gare più difficili dell’anno per me, ma sono contento di come è andato il GP. Ora voglio solo rilassarmi un po’ prima della prossima settimana a Semarang. La mia stagione non è iniziata molto bene, ma ora che sto ottenendo risultati consistenti vorrei proseguire così”.

MXGP – Grand Prix Race 1 Top Ten: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 34:36.177; 2. Max Anstie (GBR, KTM), +0:06.132; 3. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:09.421; 4. Romain Febvre (FRA, Yamaha), +0:12.671; 5. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:14.553; 6. Arnaud Tonus (SUI, Yamaha), +0:17.147; 7. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:41.127; 8. Pauls Jonass (LAT, Husqvarna), +0:58.936; 9. Ivo Monticelli (ITA, KTM), +1:14.559; 10. Arminas Jasikonis (LTU, Husqvarna), +1:21.810;

MXGP – Grand Prix Race 2 Top Ten: 1. Romain Febvre (FRA, Yamaha), 33:26.578; 2. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:03.256; 3. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), +0:18.172; 4. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:19.389; 5. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:20.854; 6. Max Anstie (GBR, KTM), +0:23.871; 7. Pauls Jonass (LAT, Husqvarna), +0:42.166; 8. Brian Bogers (NED, Honda), +1:10.690; 9. Tanel Leok (EST, Husqvarna), +1:15.096; 10. Arminas Jasikonis (LTU, Husqvarna), +1:33.943;

MXGP – GP Classification Top 10: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 47 points; 2. Romain Febvre (FRA, YAM), 43 p.; 3. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 38 p.; 4. Max Anstie (GBR, KTM), 37 p.; 5. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 36 p.; 6. Gautier Paulin (FRA, YAM), 30 p.; 7. Pauls Jonass (LAT, HUS), 27 p.; 8. Brian Bogers (NED, HON), 22 p.; 9. Arminas Jasikonis (LTU, HUS), 22 p.; 10. Ivo Monticelli (ITA, KTM), 21 p.;

MXGP – World Championship Classification Top 10: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 488 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 358 p.; 3. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 327 p.; 4.Gautier Paulin (FRA, YAM), 318 p.; 5. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 304 p.; 6. Arminas Jasikonis (LTU, HUS), 271 p.; 7. Glenn Coldenhoff (NED, KTM), 256 p.; 8. Pauls Jonass (LAT, HUS), 246 p.; 9. Jeremy Van Horebeek (BEL, HON), 245 p.; 10. Romain Febvre (FRA, YAM), 227 p.;

MXGP – Manufacturers Classification: 1. Honda, 497 points; 2. KTM, 468 p.; 3. Yamaha, 443 p.; 4. Husqvarna, 325 p.; 5. Kawasaki, 288 p.

MX2: Gara 1 che vede Jorge Prado su Red Bull KTM Factory Racing prendere l’holeshot, incalzato da Tom Vialle su Red Bull KTM Factory Racing e Maxime Renaux su yamaha SM Action.

Prado ha controllato la gara con Vialle alle sue spalle, ma all’undicesimo giro lo spagnolo scivola perdendo la leadership, Vialle ringrazia e mette cinque secondi tra lui e la tabella rossa. Renaux è rimasto terzo e Vlaanderen quarto, mentre i due portacolori Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, Jed Beaton e Thomas Kjer Olsen, sono in lotta per la quinta posizione.

Prado spinge forte: vuole vincere e al 16° passaggio prende il comando. Prado ha vinto gara 1 su Vialle e Renaux.

Gara 2 è stata un po’ più imprevedibile, Tom Vialle prende l’holeshot su Prado, mentre Geerts è terzo, poi Olsen e Beaton. Nonostante la grande pressione di Prado, il francese è rimasto calmo e ha mantenuto il comando, Geerts ha addirittura superato Prado per un breve periodo.

Dopo quattro giri, Geerts conduce su Olsen, Vialle, Beaton, Moreau e Prado, sceso in sesta posizione. Dopo 15 giri troviamo Olsen, Vialle, Prado, Beaton e Geerts. Prado passa Vialle e spinge per arrivare a Olsen, ma invano. Thomas Kjer Olsen ha vinto la sua terza gara della stagione (terzo gradino del podio complessivo), seguito da Jorge Prado, che vince il GP con i suoi piazzamenti (primo e secondo), e Tom Vialle.

Jorge Prado: “Mi sentivo bene: gara 1 dopo l’incidente è stata abbastanza difficile, ma ce l’ho fatta, ho incasinato un po’ gara 2, ma sono arrivato secondo e ho vinto un altro GP. In gara 2 ho fatto una buona partenza, sono arrivato alla prima curva in prima posizione, ma il mio compagno di squadra mi ha spinto e mi ha superato. I tempi sul giro erano tosti e ho faticato un po’: sono contento della vittoria per il momento e non vedo l’ora che arrivi la prossima settimana”.

Tom Vialle: “Sono davvero felice di aver corso un altro fantastico weekend, ha fatto molto caldo e gli ultimi cinque minuti della seconda gara sono stati molto difficili, ma sono molto contento di questo podio”.

Thomas Kjer Olsen: “In gara 1 è stata un gran lotta, ma non mi sentivo a mio agio. In gara 2 penso che tutti fossero stanchi, ma ho davvero voluto vincere e ce l’ho fatta, mantenendo le energie fino alla fine”.

MX2 – Grand Prix Race 1 Top Ten: 1. Jorge Prado (ESP, KTM), 33:40.277; 2. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:06.767; 3. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), +0:14.306; 4. Calvin Vlaanderen (NED, Honda), +0:20.497; 5. Jed Beaton (AUS, Husqvarna), +0:25.275; 6. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:35.933; 7. Bas Vaessen (NED, KTM), +0:43.472; 8. Brent Van doninck (BEL, Honda), +0:48.482; 9. Mathys Boisrame (FRA, Honda), +0:50.722; 10. Henry Jacobi (GER, Kawasaki), +0:50.761; 

MX2 – Grand Prix Race 2 Top Ten: 1. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), 33:51.534; 2. Jorge Prado (ESP, KTM), +0:03.587; 3. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:07.156; 4. Jago Geerts (BEL, Yamaha), +0:13.464; 5. Jed Beaton (AUS, Husqvarna), +0:16.017; 6. Brent Van doninck (BEL, Honda), +0:21.456; 7. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), +0:25.820; 8. Henry Jacobi (GER, Kawasaki), +0:35.899; 9. Adam Sterry (GBR, Kawasaki), +0:37.093; 10. Mitchell Harrison (USA, Kawasaki), +0:38.253; 

MX2 – GP Classification Top 10: 1. Jorge Prado (ESP, KTM), 47 points; 2. Tom Vialle (FRA, KTM), 42 p.; 3. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 40 p.; 4. Maxime Renaux (FRA, YAM), 34 p.; 5. Jed Beaton (AUS, HUS), 32 p.; 6. Brent Van doninck (BEL, HON), 28 p.; 7. Calvin Vlaanderen (NED, HON), 26 p.; 8. Henry Jacobi (GER, KAW), 24 p.; 9. Bas Vaessen (NED, KTM), 24 p.; 10. Jago Geerts (BEL, YAM), 21 p.;

MX2 – World Championship Classification: 1. Jorge Prado (ESP, KTM), 494 points; 2. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 443 p.; 3. Jago Geerts (BEL, YAM), 334 p.; 4. Tom Vialle (FRA, KTM), 326 p.; 5. Henry Jacobi (GER, KAW), 307 p.; 6. Ben Watson (GBR, YAM), 246 p.; 7. Mitchell Evans (AUS, HON), 228 p.; 8. Adam Sterry (GBR, KAW), 224 p.; 9. Bas Vaessen (NED, KTM), 209 p.; 10. Jed Beaton (AUS, HUS), 192 p.;

MX2 – Manufacturers Classification: 1. KTM, 532 points; 2. Husqvarna, 449 p.; 3. Yamaha, 410 p.; 4. Honda, 354 p.; 5. Kawasaki, 339 p.

Il prossimo round del mondiale motocross FIM è a Semarang, Indonesia, il 14 luglio.

Davide Pizzighello

Photo by Davide Messora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.