Vince il Gran Premio del Giappone Lorenzo Dalla Porta. Il fiorentino arriva primo al Twin Ring Motegi creando un gap considerevole in classifica mondiale davanti ad Aron Canet. Segue Albert Arenas, con terzo Celestino Vietti bravo a conquistare il podio nell’ultimo settore.




A vincere il Gran Premio di Giappone è Lorenzo Dalla Porta. Dopo un warm up complicato e difficile da decifrare, il pilota italiano è stato protagonista di una gara pulita e tutta in salita. Bloccato nelle prime fasi di gara nel gruppo di testa dietro ad Aron Canet, è riuscito con lucidità a studiare attentamente ogni singolo sorpasso che gli ha permesso di arrivare a guidare la testa del gruppone di gara che sempre caratterizza la Moto3. Conquista 25 punti fondamentale per la classifica mondiale portandosi a 47 punti di vantaggio sul primo inseguitore.

Proprio Aron Canet, principale antagonista nel mondiale per Dalla Porta, non è riuscito a concludere la gara a pochi giri dal termine a causa di un errore personale che lo ha portato fuori pista. A tre gara al termine dalla stagione Lorenzo Dalla Porta si ritrova con un vantaggio che matematicamente non gli ha consentito di vincere oggi, ma che gli concede un margine considerevole sul secondo.

Secondo gradino del podio per Albert Arenas. Il pilota spagnolo, tornato sul podio a seguito della vittoria in Thailandia, sta portando avanti una ultima ottima parte di stagione che può assicurargli solide basi sulle quali lavorare per il mondiale 2020. Terzo classificato: Celestino Vietti Ramus. Il pilota del team Sky VR46 è stato protagonista di un sorpasso che gli ha concesso il terzo gradino del podio proprio negli ultimi metri dell’ultimo giro del circuito. A pochi giorni dal suo diciottesimo compleanno il pilota italiano ha potuto festeggiare al meglio finalmente vedendosi concesso il prosecco, da tutti desiderato, sul podio.

Una gara nera invece quella di Tony Arbolino. Dopo una qualifica difficile stava portando avanti una grande rimonta in gara fino ad una spiacevolissima caduta. Fortunatamente, ha rimediato solo una contusione al ginocchio. Quarto, fuori dal podio, Tatsuki Suzuki che,dopo una gara condotta nei primi giri in testa, è stato escluso dai festeggiamenti proprio da Vietti.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.