Photo Pellegrini

Christian Lundgaard domina la prima gara del weekend magiaro conquistando la sua prima vittoria effettiva nella FIA F3. Per il team ART GP è addirittura doppietta, ottenuta grazie a Max Fewtrell, che piazza la sua Dallara in seconda posizione. Terza posizione per Jake Hughes, che torna sul podio dopo tre gare.




Questa volta nessuna inversione a fine gara: Christian Lundgaard può finalmente festeggiare il suo primo successo nella categoria dopo essersi visto sottrarre la prima posizione in gara-1 a Barcellona. Ottima prestazione anche da parte del compagno di team Max Fewtrell, a podio dopo il secondo posto conquistato in Austria. Da segnalare come il pilota danese, vincitore della gara, si è anche aggiudicato il giro più veloce della gara all’ultima tornata.

Nella lotta al titolo, Juri Vips (Hitech GP) si classifica secondo e rosicchia qualche punto a Robert Shwartzman (Prema), piazzatosi subito alle sue spalle. Il pilota marchiato Red Bull ha dovuto cedere la terza posizione a Jake Hughes (HWA) nella penultima tornata. Ora con 104 punti è secondo nella generale, sempre guidata dal pilota russo della FDA. Perde terreno invece l’altro pilota Prema Jehan Daruvala (Prema), undicesimo sotto la bandiera a scacchi.

La gara è stata contraddistina da una strenua lotta per la terza posizione dopo che Nico Kari (Trident), pilota che ha giudato la lotta per oltre metà gara, ha cominciato a soffrire una serie di bloccaggi della gomma anteriore destra. La battaglia alle sue spalle si è scatenata negli ultimi giri, costringendo il finlandese a terminare la corsa fuori dalla zona punti.

Tornando alla classifica, troviamo in sesta posizione un sorprendente Felipe Drugovich (Carlin), in grado di impensierire il leader di classifica Shwartzman in alcune fasi della gara, seguito dal nostro Leonardo Pulcini (Hitech), che domani avrà l’opportunità di scattare dalla prima fila. Termina in ottava posizione la rimonta di Marcus Armstrong (Prema), che in mattinata aveva sbagliato il giro di qualifica. Chiudono la top ten Yuki Tsunoda (Jenzer) e Logan Sargeant (Carlin).

Da segnalare il ritiro nelle fasi iniziali della corsa per Pedro Piquet (Trident), out per un problema tecnico, al pari di Lirim Zendeli (Charouz). Venticinquesima piazza per Alessio Deledda (Campos), che riesce a precedere Giorgio Carrara (Jenzer), così come Richard Verschoor (MP Motorsport) e David Beckmann (ART GP), anche loro rallentati da guasti tecnici. Domani il via di gara-2 alle 10:00.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.