Con la conferma da parte della Ferrari per la partecipazione al campionato 2019 la serie Formula 1 Esports può prendere vita, con un campionato quest’anno più ambizioso e completo (vista la partecipazione di tutte le scuderie “reali”) che mai.




Durante il mese di luglio ci sarà una due giorni, chiamata Pro Draft, in cui tutti i piloti virtuali che hanno passato con successo la fase di qualifica online si sfideranno al fine di determinare una graduatoria dei migliori, con una progressiva eliminazione dal board dei più lenti.

Successivamente, le scuderie saranno impegnate nella fase di definizione della lineup virtuale, in cui uno dei piloti per ogni team dovrà provenire proprio dalla fase di Draft.

Poi potrà partire il campionato vero e proprio, la Pro Series, in cui le scuderie si sfideranno in dodici appuntamenti dal vivo tra settembre e dicembre. In questa fase i piloti si sfideranno “al volante” del simulatore F1 2019 della Codemasters: il premio finale per chi vincerà il campionato sarà di 500’000 dollari.

Julian Tan, responsabile dello sviluppo F1 Esports, esprime entusiasmo per questa nuova stagione, soprattutto per la novità costituita dalla conferma dell’impegno della Ferrari: “Il nostro obiettivo è quello di elevare la serie verso nuove vette, cercando di allineare lo sport virtuale con quello reale nella maniera più innovativa; la presenza di dieci scuderie e del montepremi da 500’000 dollari renderà questa stagione la più grande di sempre”.

Luca Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.