Gianni Morbidelli e WTCC, atto secondo. Il pesarese debutterà con la nuova Chevrolet Cruze TC1 del team ALL-INKL.COM Münnich Motorsport nella serie mondiale che scatterà il weekend del 12-13 aprile sul circuito cittadino di Marrakech. Il pesarese non è un volto nuovo nella categoria, avendo infatti ottenuto due secondi posti in Brasile e in Messico con l’Alfa Romeo nella stagione 2006. L’esperto pilota ha espresso le sue sensazioni nei confronti della stagione che sta per iniziare: “Essere preoccupati rappresenterebbe solo un approccio sbagliato alla stagione. Sono invece consapevole delle difficoltà che dobbiamo affrontare e io non sono in grado di indovinare cosa aspettarsi. Ma sono sereno e so che devo fare il mio lavoro nel miglior modo possibile, considerando la situazione. Ho voglia di divertirmi: se ti diverti, allora si può fare un buon lavoro. E mi sento fortunato perchè faccio un lavoro che amo!”. E quando gli si chiede se Tarquini e Muller, per altro piloti con cui si è già scontrato nel passato, lotteranno per il titolo o meno, Morbidelli risponde: “Sono due campioni e ho molta stima per loro. Sono sicuro che saranno tra quelli in lizza per la corona di campione del mondo. Tuttavia, è troppo presto per fare previsioni, perchè nella mia carriera ho imparato a non sottovalutare nessun avversario”.

Una lunga carriera ricca di soddisfazioni, quella di Gianni: iniziata a 12 anni e proseguita fino al 1986 nel karting. Nel biennio ’87-’88 ha poi disputato il campionato italiano di F.3, riuscendo a laurearsi nel 1989 campione sia nel trofeo italiano che in quello europeo. Nel 1990 è arrivato l’esordio in F.1 con la Scuderia Italia, ma anche la contemporanea partecipazione al campionato di F.3000 internazionale. Dopo essere rimasto in Formula 1 fino al 1997 (salendo sul podio in Australia nel ’95), Gianni è poi passato nel ’98 alle ruote coperte, correndo nel BTCC con la Volvo. Morbidelli ha poi partecipato nel 2000 all’ETCC, prima di passare l’anno seguente nel FIA EURO SPC. Il 2002 è stato caratterizzato dalla partecipazione nell’ETCC e nell’European Super Diesel Challenge. Nel 2003 ha corso nell’ETCS; nel 2004 è poi tornato nell’ETCC disputando anche il FIA GT, categoria che lo ha visto protagonista anche nel 2005 insieme al campionato italiano GT. Come detto, nel 2006 è arrivato l’esordio in WTCC, prima dello sbarco nella Superstars Series, campionato nel quale ha conquistato quattro titoli in sei stagioni. Adesso, si apre una nuova avventura nella lunga carriera del “Morbido”.

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.