Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di Superbike in particolare, ben ritrovati per una nuova puntata della nostra rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – Sbk” incentrate ovviamente sul GP del Portogallo, svoltosi in quel di Portimao e dominato da Jonathan Rea su Van Der Mark e Melandri, con un Davies eroico in quarta posizione. Ecco dunque i voti ai protagonisti che hanno tenuto incollati ai loro seggiolini i 50000 tifosi presenti sugli spalti dell’autodromo portoghese, nel quale ne sono successe di tutti i colori tra lacrime, gomme fallate, clavicole…

 

Chaz Davies 10 e lode: Cuor di Leone per essere arrivato due volte quarto nonostante la clavicola due volte fratturata ed aver tenuto testa a Jonathan Rea per 11 giri prima di prendersi un sorpasso impossibile dall’ormai prossimo 4 volte campione del mondo. Con la spalla malconcia tiene testa anche a Sykes in gara-2 negli ultimi giri dopo aver tirato però i remi in barca. EROICO

Lucas Mahias 10 e lode: il vincitore morale della gara della Supersport è lui, il campione in carica. Scippato della vittoria dalla bandiera rossa e da una gomma ko; per lui anche la beffa della assurda squalifica per taglio di pista al rientro in pit lane. Cosa poteva fare se non scoppiare in lacrime? UMANO

Jonathan Rea 10: weekend perfetto del quasi 4 volte campione del mondo, tolta la Superpole in cui è stato battuto dall’Aprilia di Laverty. Gara-1 dominata senza grossi problemi, in gara-2 un Davies acciaccato ed un Van Der Mark in giornata di grazia non gli fanno passare una gara tranquilla. Il Mondiale è ormai ad un passo, 9 punti ancora a Magny Cours ed eguaglierà il grande Carl Fogarty.

Alex Lowes 9: ok non ha lottato per vittoria e podio finendo 10° ed 11° le due gare, ma ha avuto il coraggio di correre nonostante un volo pauroso ad oltre 200 km/h in Superpole. Bravissimi gli uomini del suo box a mandarlo in pista per la gara e bravo Alex a chiudere nei punti una gara non facile.

Marco Melandri 9: in evidente giornata di grazia il ravennate risulta la migliore Ducati al traguardo con un 2° ed un 3° posto nelle due gare. Voto più basso per il look con il quale si è presentato al ring delle interviste, gli occhiali tricolore senza le lenti…

Michael Van Der Mark 8: stessi risultati di Melandri in entrambe le gare con la perla del doppio sorpasso in curva 1 allo stesso Melandri e Davies. Ci pensa lui a tenere alto il nome della Yamaha e quasi infastidisce anche Rea per la vittoria di gara-2. Buon weekend nel complesso su una pista quasi ostica per la casa di Iwata.

Michael Rinaldi 7,5: weekend più che positivo anche per il giovane pilota dello Junior Team Aruba. Due volte in top 10 in entrambe le gare, manca ancora qualcosina nella gestione delle gomme sul finale di gara. In fondo si tratta comunque della sua prima stagione in Superbike…

Loris Baz 7,5: bel weekend per il francese su una pista molto difficile per le caratteristiche della BMW. Bella anche la battaglia di gara-1 tra lui e l’ex pilota proprio di Althea Jordi Torres, un modo per entrambi per farsi notare in chiave 2019.

Jordi Torres 7: in grande spolvero sulla pista portoghese già dal venerdì, in gara-1 si mette in mostra con una bella battaglia contro Loris Baz e la sua BMW. Peccato per gara-2, chiusa in P13 per qualche problema di troppo. Anche Jordi per il 2019 non ha ancora una sella…

Eugene Laverty & Lorenzo Savadori 7: ok lo zero per entrambi in gara-1 (Laverty centrato da Fores subito dopo la partenza), positiva gara-2 con entrambe le moto a punti in top 10 dopo una bella rimonta da metà schieramento. Per Laverty rimane la “consolazione” della pole position di sabato…

Toprak Razgatlioglu 6,5: voto più per gara-1 chiusa davanti al suo avversario dell’anno scorso in Stock 1000 Rinaldi che per gara-2 chiusa anzitempo, cortesia di una scivolata ad 8 giri dalla fine. Lui non deve preoccuparsi del 2019 avendo già una sella a differenza di chi gli è intorno…

Xavi Fores 5,5: non esattamente ciò che si aspettava per festeggiare i 33 anni. In gara-1 abbatte Laverty subito dopo la partenza, mentre in gara-2 chiude ai margini della top 10. Sicuramente un weekend complesso per il pilota spagnolo, alla ricerca di una sella per il 2019…

Per questa puntata è tutto. Appuntamento alla prossima, che sarà dopo la gara di Magny Cours, in programma nel weekend del 28-30 settembre e nella quale Rea potrà già riconfermarsi campione per la quarta volta consecutiva.

Marco Pezzoni – @marcopezz2387

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.