Nella seconda gara del GP del Portogallo del Mondiale Superbike, svoltasi sul tracciato di Portimao (Algarve), la vittoria va a Jonathan Rea, che vince in maniera più sofferta rispetto a gara-1, ma si porta a casa un altro successo sulla strada verso il Mondiale. Secondo Van Der Mark davanti a Melandri. Eroico ancora Davies a chiudere in P4 dopo aver condotto la gara fino a 9 giri dalla fine. 

Pre gara

Per effetto dell’inversione di griglia di gara-2 si ha questo starting grid: Davies-Sykes-Baz la prima fila, Torres-Razgatlioglu-Rinaldi la seconda fila, con Van Der Mark-Melandri-Rea in terza fila. Prendono regolarmente il via Laverty e Fores coinvolti nel crash che li ha tolti di scena subito dopo la partenza di ieri. Tutti i piloti con il “gommone” all’anteriore, tranne Rea che ha scelto la gomma più piccola davanti. 45°C la temperatura dell’asfalto, più alta rispetto a ieri.

La gara

Partenza: Partenza perfetta di Davies che tiene bene la sua P1 davanti a Sykes. Ottimo spunto di Rea, che salta subito Rinaldi, Melandri e Razgatlioglu portandosi già negli scarichi di Sykes. Male invece Baz dalla P3, che perde un sacco di posizioni.

Melandri passa Rinaldi mentre Razgatlioglu ha il suo bel da fare con la Yamaha di Van Der Mark. Rea invece è a ridosso di Sykes, ma non riesce a passarlo per la super staccata di Tom.

Bagarre tra le due Kawasaki ufficiali, situazione che fa il gioco di Melandri che si sta per unire alla festa.

Sorpassone di Rea su Sykes mentre Davies si prende 1”2 di vantaggio grazie alla lotta interna in casa Kawasaki.

Melandri ha il suo bel da fare con Sykes, mentre Rea ha messo nel mirino Davies e vuole andarlo a prendere. Il vantaggio di Davies su Rea è sceso a 8 decimi.

16 alla fine. Melandri riesce nell’operazione sorpasso su Sykes. Rea intanto mangia decimi su decimi a Davies e a breve sarà addosso al pilota gallese di Ducati.

Van Der Mark solitario in P5, con Rinaldi in P6 davanti a Razgatlioglu e Baz. Rea ancora guadagna decimi pesanti a Davies, girando 3 decimi più forte del gallese in 42”5 contro il 42”8 del pilota Ducati. 

14 alla fine. Rea arriva addosso a Davies, così come Van Der Mark è molto vicino a Sykes, mentre Melandri è nel panino delle due coppie di piloti.

13 alla fine. Rea riesce a passare Davies in curva 1 ma sbaglia l’uscita e Chaz ne approfitta. Intanto Van Der Mark passa Sykes portandosi in P4. Melandri è staccato di 1” dalla coppia di testa e sta provando a ricongiungersi con i due sfidanti al Mondiale.

12 alla fine. 42”8 per Melandri, che gira 4 decimi più forte della coppia di testa ed è sotto al secondo di distacco. Marco si sta riagganciando alla coppia di testa grazie anche ai piccoli errori di Rea.

Grandissima bagarre tra Davies e Rea, che permette a Melandri di rientrare in corsa per la vittoria della gara. Van Der Mark è un pelino più lontano, ma gira sui tempi di quelli davanti. Se si danno fastidio anche l’olandese si aggancia.

9 giri alla fine. Si sta riagganciando anche Van Der Mark al terzetto di testa. Davies stacca fortissimo e chiude la porta in faccia a Rea, con Melandri sempre incollato a Jonathan Rea. Magia di Rea che in un punto impossibile passa Davies e si porta in testa.

8 alla fine. Lungo di Melandri in staccata su Davies e Van Der Mark infila le due Ducati portandosi al secondo posto all’inseguimento di Rea. Out Razgatlioglu.

Rea in testa prova a scappare via, ma Van Der Mark non molla tirandosi dietro Melandri, mentre Davies tira i remi in barca per la sua spalla. 7 decimi di vantaggio di Rea sull’olandese di Yamaha. Bella rimonta di Savadori che si trova in P7 dietro a Rinaldi e davanti al suo compagno di squadra Laverty.

5 alla fine. Elastico tra Rea e Van Der Mark, con il gap che oscilla tra i 5 ed i 7 decimi. Savadori passa Rinaldi portandosi in P6. Sykes prende Davies per la P4

4 alla fine. 43”4 per Rea che rifila 3 decimi a Van Der Mark, riportando il suo vantaggio sugli 8 decimi, con Van Der Mark che ha 5 decimi su Melandri.

Penultimo giro: Rea saluta la compagnia e viaggia verso una nuova vittoria. Davies sfrutta tutte le sue energie per difendersi da Sykes. Savadori-Rinaldi-Laverty-Baz sono una cosa sola e l’arrivo in volata per loro è una certezza.

Ultimo giro: Van Der Mark ci proverà fino all’ultimo ad agganciarsi a Rea per negargli anche questa vittoria. Sykes le prova tutte invece per passare Davies con Chaz che sta dando fondo alle sue ultime energie. Laverty in P7 davanti a Rinaldi e dietro al suo teammate Savadori.

Bandiera a scacchi: Jonathan Rea vince anche gara-2 a Portimao! Secondo Van Der Mark, terzo Melandri. Poi Davies, Sykes, Savadori, Laverty, Rinaldi, Baz, Fores a chiudere la top 10. Poi Lowes, Gagne, Torres, Camier, Mercado gli altri a punti.

Classifica gara-2:

1. Jonathan Rea
2. Michael Van Der Mark
3. Marco Melandri
4. Chaz Davies
5. Tom Sykes
6. Lorenzo Savadori
7. Eugene Laverty
8. Michael Rinaldi
9. Loris Baz
10. Xavi Fores

Classifica Mondiale post Portimao 

1. Jonathan Rea 420 p.
2. Chaz Davies 304 p.
3. Michael Van Der Mark 284 p.

A Jonathan Rea basteranno quindi solamente 9 punti a Magny Cours per laurearsi campione del mondo per la 4^ volta di fila, raggiungendo quindi Fogarty a quota 4 Mondiali.

Prossimo appuntamento

Dopo il Portuguese Round di Portimao, il paddock della Superbike si prende una settimana di pausa per viaggiare verso Magny Cours dal 28 al 30 settembre.

Marco Pezzoni – @marcopezz2387

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.