Amici di LiveGP.it e appassionati di Superbike, benvenuti ad una nuova puntata della rubrica “Le Pagelle dei Protagonisti – Superbike” dedicate al GP d’Inghilterra sul tracciato di Donington Park, teatro di una nuova conquista della Kawasaki con Sykes e Rea a spartirsi il bottino. Weekend inglese interamente dedicato alla memoria del compianto Nicky Hayden, scomparso lo scorso lunedì pomeriggio e ricordato con un minuto di silenzio prima del via di gara-1.

Ecco quindi i voti ai protagonisti che hanno infiammato il weekend in terra di Albione:

Nicky Hayden 10 e lode: il protagonista indiscusso del weekend, al quale vengono dedicati podio e vittorie nelle gare disputate. Mancherà molto, ma lo immaginiamo da qualche parte a divertirsi con i grandi eroi del motociclismo…

Jonathan Rea 10 e lode: raddrizza un weekend storto con una prova di autorità incredibile nella gara di domenica, partendo dalla fila 4 e facendosi largo di forza, per andare poi a vincere la gara controllando il rientro del team mate Sykes. E’ lui l’uomo della vittoria numero 100 per Kawasaki nel Mondiale.

Tom Sykes 9,5: firma la vittoria numero 99 e la 9^ consecutiva personale sul tracciato inglese al sabato con una gara delle sue. Rimane l’amarezza per il tempo perso nei sorpassi con Melandri e Van Der Mark in gara-2 ,altrimenti se la sarebbe potuta giocare meglio con Rea.

Chaz Davies 9: “E’ stato come giocare a Mario Kart” il commento di un eroico Davies al termine di gara-2, dopo tutto quello che gli è capitato davanti tra cadute e moto volanti. L’errore del sabato gli costa punti preziosi, ma la furiosa rimonta è spettacolare.

Leon Camier 8: porta la moto più vecchia del lotto ad un incredibile doppio sesto posto nelle due gare. Se ci riesce con una moto vecchia, figurarsi con una al pari dei suoi avversari cosa avrebbe potuto fare lo spilungone inglese…

Alex Lowes 8: premio rimonta dell’anno indubbiamente all’inglese della Yamaha per il terzo posto di gara-1, ripartendo dal fondo dopo un contatto in partenza. Rimonta anche in gara-2 dopo una partenza non felice, ma si ferma “solo” al quinto posto.

Michael Van Der Mark 8: il miglior weekend da quando è salito sulla Yamaha. Ottimo passo per tutto le sessioni e due grandi gare lottando come un leone con tutti. 

Leon Haslam 7,5: che Leon fosse un gran pilota non lo scopriamo certo oggi. Weekend quasi da incorniciare per il pilota inglese: peccato per la scivolata nel concitato start di gara-2 che lo ha tolto quasi subito dai giochi.

Marco Melandri 7: gli manca ancora un pizzico (anche di fortuna) per poter centrare la prima vittoria al rientro in Superbike. Siamo sicuri che entro fine stagione riuscirà nel suo intento.

Leandro Mercado 7: la migliore delle Aprilia per tutto il weekend e questo la dice lunga sulla situazione della Casa di Noale. Partenze Pedrosa-style in entrambe le gare e la soddisfazione di chiudere un giro in testa. Peccato per la scivolata quando era in buona posizione.

Stefan Bradl 6,5: non facile per il tedesco correre senza il suo punto di riferimento all’interno del team. Lui ce la mette tutta racimolando punti preziosi solamente in gara-2.

Raffaele De Rosa 6,5: weekend nel complesso positivo per il rider campano del team Althea BMW, il quale esce da Donington con un buon bagaglio di esperienza in vista di Misano.

Eugene Laverty &  Lorenzo Savadori 5,5: se Mercado è la migliore Aprilia nell’arco del weekend, qualcosa non va dalle parti di Noale. La moto in chiave 2017 pare non essere ancora al top e i piloti ce la mettono tutta senza però riuscire ad uscire dai vari problemi.

Per questa puntata è tutto. Arrivederci al prossimo appuntamento che sarà nel post-round Riviera di Rimini sul World Circuit Marco Simoncelli di Misano Adriatico, previsto nel weekend del 16-18 giugno.

Marco Pezzoni

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.