Ott Tanak è riuscito ad imporsi per la prima volta in carriera in un evento mondiale. Al rally d'Italia, corso in Sardegna, il driver di Ford ha preceduto Jari Matti Latvala e Thierry Neuville. Molto bene il giovane Esapekka Lappi, quarto davanti al campione in carica, Ogier. Disastroso week end per Citroen che ha visto, ancora una volta quest'anno, il proprio pilota di punta Kris Meeke terminare la propria corsa per un incidente.

Dopo otto anni dall’esordio nel campionato del mondo di rally, Ott Tanak è riuscito a portarsi a casa la prima vittoria di una carriera che, fino a quest’anno non aveva mai avuto grandi risultati. Tre podi tra il 2009 ed il 2016, con il secondo posto fatto registrare in Polonia lo scorso anno, erano i suoi migliori risultati. Quest’anno qualcosa però è cambiato. L’arrivo di Ogier nel team di Sir Malcom Wilson ha implicato un investimento maggiore nella preparazione di una Ford Fiesta WRC + che, immancabilmente, è risultata più competitiva rispetto alle precedenti vetture prodotte dalla casa americana. E così anche Tanak, che in quanto a stile di guida non ha nulla da invidiare a colleghi più blasonati di lui, ha iniziato a farsi vedere sempre più spesso nelle zone alte di classifica; a Montecarlo, nell’appuntamento inaugurale della stagione ha firmato, terminando alle spalle di Ogier e Latvala, la prima storica doppietta Ford dopo anni. Poi il secondo posto in Svezia, fino ad arrivare al rally del Portogallo, dove sembrava avesse la vittoria in pungo, prima che un errore gli costasse la prima piazza al termine dell’evento. Prima piazza che Ott ha conquistato subito dopo, proprio nel rally appena concluso in Sardegna.

La cronaca parla di molti errori durante questo rally, alla fine dunque a spuntarla è stato chi ha saputo mantenere i nevi saldi e sbagliare il meno possibile durante le 19 Prove Speciali in programma. Come un ragioniere, l’estone si è affermato solamente quando era necessario, in tre PS, per poi guidare in gestione senza correre inutili rischi. La sua Ford è salita al vertice della classifica sabato pomeriggio, e da quel momento non si è più spostata.

Alle spalle di Tanak ha chiuso un buonissimo Jari Matti Latvala. Il pilota finlandese ha guidato in maniera accorta proprio come Tanak, aspettando un errore dell’estone per poterlo sopravanzare, ma questo week end per Tanak è sembrato tutto facile e naturale, quindi per Latvala la piazza d’onore è il massimo risultato. Un risultato che comunque dà morale: era dalla vittoria in Svezia di febbraio che una Yaris non riusciva a terminare sul podio.

Chiude il terzetto di testa Thierry Neuville. Una gara in salita quella del fiammingo, che dopo un pessimo avvio di evento è comunque riuscito a rimontare fino alla zona podio. L’avvio di stagione costellato da errori che hanno pregiudicato non poco la classifica è ormai superato: ora Neuville ha la consapevolezza di essere in grado di poter rimontare il distacco che lo separa dalla testa della classifica, occupata sempre da Sebastien Ogier. 

Ogier che qui in Italia non è mai sembrato in confidenza con il suo mezzo; inoltre, l’essere incappato in un incidente durante l’avvio, ha subito pregiudicato le sue chance di vittoria. Il quinto posto finale, alle spalle di un sontuoso Esapekka Lappi, è addolcito solamente dal terzo crono in Power Stage.

Davanti al quattro volte iridato, abbiamo detto, ha chiuso Esapekka Lappi. Il campione in carica della categoria WRC2 ha dato sfoggio di tutto il suo talento: solamente dei problemi tecnici venerdì hanno impedito al finlandese di battagliare per una storica prima vittoria. Un Lappi che può comunque tornare dalla trasferta italiana soddisfatto del trionfo in Power Stage con i conseguenti 5 punti bonus.

Sesto posto per l’altra Toyota, quella di Hanninen, che ha preceduto Mads Ostberg su Ford. Ottavo ha invece terminato Andreas Mikkelsen; il norvegese era alla prima uscita sulla Citroen C3 Plus, ed è comunque stato il migliore sul traguardo nel suo team. Un disastroso Kris Meeke è stato costretto al ritiro dopo la PS5, causa incidente, per la quarta volta in questa stagione: una media superiore al 50%.

Chiudono la top 10, Kopecky, vincitore della categoria WRC2, ed Eric Camilli. 

Classifica piloti FIA WRC 2017: 1.Ogier 141; 2.Neuville 123; 3.Tanak 108; 4.Latvala 107; 5.Sordo 72; 6.Evans 53; 7.Breen 43; 8.Paddon 33; 9.Meeke 27; 10.Hanninen 29.

Classifica generale Rally d’Italia 2017

POS CAR NO DRIVER CO-DRIVER TEAM     TIME    
1. 2 ESTO. TANAK ESTM. JARVEOJA M-SPORT WORLD RALLY TEAM     3:25:15.1    
2. 10 FINJ. LATVALA FINM. ANTTILA TOYOTA GAZOO RACING WRT     3:25:27.4    
3. 5 BELT. NEUVILLE BELN. GILSOUL HYUNDAI MOTORSPORT     3:26:22.8    
4. 12 FINE. LAPPI FINJ. FERM TOYOTA GAZOO RACING WRT     3:27:28.0    
5. 1 FRAS. OGIER FRAJ. INGRASSIA M-SPORT WORLD RALLY TEAM     3:28:40.4    
6. 11 FINJ. HÄNNINEN FINK. LINDSTROM TOYOTA GAZOO RACING WRT     3:28:53.6    
7. 14 NORM. OSTBERG NORO. FLOENE M-SPORT WORLD RALLY TEAM     3:31:46.9    
8. 9 NORA. MIKKELSEN NORA. SYNNEVAAG CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT     3:33:22.9    
9. 81 FRAE. CAMILLI FRAB. VEILLAS M-SPORT WORLD RALLY TEAM     3:36:30.9    
10. 34 CZEJ. KOPECKY CZEP. DRESLER SKODA MOTORSPORT II     3:36:36.5    

 

Alessandro Gazzoni

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.