Credits: worldsbk.com

Alvaro Bautista chiude con un en-plein il weekend della WorldSBK di Catalunya, conquistando la terza vittoria in solitaria davanti al compagno Michael Ruben Rinaldi e Toprak Razgatlioglu. Lo spagnolo si mette al comando alla prima curva e lascia gli avversari al palo, infliggendo distacchi abissali come quelli di gara-1. Alvaro chiude il weekend comandando ogni giro di tutte le gare del weekend. Tre gare dominate che lo portano a 59 punti di vantaggio su Toprak Razgatlioglu e 67 su Jonathan Rea, quarto oggi. Buona quinta posizione per Axel Bassani con la Ducati del team Motocorsa, migliore dei team indipendenti.

UN WEEKEND PERFETTO PER DUCATI

Un uomo solo al comando, la sua moto è rossa: il suo nome è Alvaro Bautista“. Speriamo non si offendano gli appassionati di ciclismo, ma crediamo che mai come oggi le parole di Mario Ferretti utilizzate per descrivere l’immortale Fausto Coppi durante la tappa Cuneo-Pinerolo del Giro 1949 siano le più idonee. Un weekend dominato per lo spagnolo di Ducati che, dopo aver vinto Gara1 e la Superpole Race, si è preso anche gara2 con distacchi abissali. Altri dieci secondi inflitti al secondo che questa volta è il suo compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi. Arriva così la prima doppietta stagionale Aruba.it Racing – Ducati nel WorldSBK, con un importante allungo anche nella classifica iridata.

Alle spalle di Michael Ruben Rinaldi, che dopo una fase centrale di gara dove ha dovuto vedersela con Axel Bassani, il pilota Aruba.it Racing – Ducati si è rimesso al comando degli inseguitori chiudendo alle spalle del compagno di squadra. Completa il podio Toprak Razgatlioglu: dopo due gare complicate in questo weekend, il turco riesce a salire sul podio di gara2 guadagnando qualche punto su Jonathan Rea, quarto e staccatosi nel finale. Quinta posizione per Axel Bassani, primo pilota indipendente con la Panigale V4R del team Motocorsa.

Credits: worldsbk.com
HONDA PIU’ LONTANE

Dopo la pole position di Iker Lecuona sembrava un weekend promettente per le Honda CBR 1000RR-R, ma invece Xavi Vierge ha chiuso sesto lontano 20″ da Alvaro Bautista in soli venti giri. Non va meglio il poleman di gara1 che, dopo la caduta nella Superpole Race, è scattato dalla decima piazza ma ha chiuso solo ottavo. Tra le due Honda del team HRC si è piazzata la Panigale V4R del team GoEleven di Philipp Oettl. Nona posizione per Loris Baz con la migliore delle BMW, mentre proprio all’ultimo passaggio Roberto Tamburini ha strappato la top10 ad un Luca Bernardi alla sua miglior gara in stagione.

A terra tre dei protagonisti della WorldSBK: Andrea Locatelli è scivolato come in Superpole Race in curva 10. Scivolata molto più violenta invece alla curva 14 per Scott Redding, con la moto che è rimbalzata fin fuori le barriere. A terra anche Garrett Gerloff mentre si trovava in lotta per la decima posizione con Luca Bernardi.

Credits: worldsbk.com

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.