Al termine di un intenso lavoro di sviluppo attuato durante l’inverno, a pochi giorni dall’inizio del Prologo di Monza (1-2 aprile) la versione 2017 della Porsche 919 Hybrid è stata "pizzicata" al Paul Ricard durante delle sessioni di test. Si tratta della vettura che prenderà parte al prossimo Mondiale Endurance, e che potremo vedere in pista nei prossimi giorni proprio sul tracciato brianzolo per la prima uscita ufficiale. Le modifiche rispetto al 2016 sono evidenti, specialmente sul frontale, mentre non è chiaro se tale configurazione rispecchi quella ad alto o basso carico aerodinamico, ricordando che da quest’anno saranno consentite solamente due configurazioni aerodinamiche.

Dopo i primi test svolti a fine 2016 ad Aragon, con carrozzeria mascherata della passata stagione, la versione 2017 della Porsche 919 Hybrid LMP1 è stata fotografata (fonte: R1 Photography e Y7 Photogrpahy) al Paul Ricard durante alcune sessioni di test, nonostante abbia percorso solamente qualche giro, secondo quanto raccolto dalle nostre informazioni. Le modifiche rispetto alla vettura 2016, che ha ottenuto sia il titolo costruttori sia quello piloti, insieme alla 24 Ore di Le Mans, riguardano l’estensione dei passaruota e delle nuove fiancate con integrati gli specchietti retrovisori in stile Audi, in attesa di ulteriori novità circa il retrotreno.

porsche2017

 

Da quest’anno, al fine di ridurre la velocità di percorrenza in curva, è stata imposta una maggiore altezza da terra dello splitter ed una minore profondità del profilo estrattore, il che si tramuterà nell’aumento dei tempi sul giro, specialmente a Le Mans. Tuttavia, sembra che sia in Porsche sia in Toyota abbiano recuperato il carico aerodinamico perduto, visto che il grip perso sarà compensato dai nuovi pneumatici Michelin, ancora più performanti rispetto alla passata stagione. Poco si sa al momento circa la configurazione aerodinamica utilizzata dalla vettura al Paul Ricard, se ad alto o basso carico. Ricordiamo che da quest’anno saranno consentite solamente due configurazioni aerodinamiche rispetto alle tre dello scorso anno. Per ulteriori informazioni non resterà altro che aspettare il Prologo di Monza che seguiremo passo dopo passo su LiveGP.it.

Matteo Milani

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.