La Ginetta sarebbe in procinto di annunciare il ritorno nella classe LMP1 del Mondiale Endurance. Il progetto dovrebbe partire a breve, iniziando il lungo cammino che la porterebbe sino al 2018, anno del possibile debutto nel WEC. Il costruttore britannico con sede a Leeds manca nella top class dal 2010. Si tratterebbe di un nuovo scenario per la classe non ibrida.

 

La notizia non è ancora ufficiale, ma pare che la Ginetta stia preparando il ritorno nella classe LMP1 a partire dalla stagione 2018. La news, lanciata per prima da motorsport.com, dovrebbe trovare conferma il mese prossimo, con il progetto in rampa di lancio, per un debutto fissato già per la stagione 2018 nel Mondiale Endurance. Per il costruttore di Leeds, impegnato anche nella classe LMP3 dell’European Le Mans Series dal 2015 (stagione in cui ha centrato al debutto la vittoria del titolo a squadre con il Team LNT) la top class non rappresenta di certo una novità: l’ultima apparizione risale infatti al 2010 nella Le Mans Series, disputata con la Ginetta-Zytek GZ09S.

La classe LMP1 non ibrida è in ogni caso pronta ad accogliere un altro costruttore. Per il momento gli altri nomi che circolano sono quelli di BR Engineering e Dallara, che grazie alla loro partnership daranno vita a un nuovo prototipo, e il ByKolles Racing con la CLM P1/01, unica vettura della classe che sarà al via nella stagione 2017.

Per quanto riguarda il propulsore, il futuro prototipo Ginetta potrebbe essere spinto da Mecachrome o AER, quest’ultimo già presente in quanto motorista fino a quest’anno delle Oreca della Rebellion Racing (emigrata in LMP2) e del team di Colin Kolles. Si tratterebbe di una massiccia dose d’ossigeno per la classe riservata ai privati, che potrebbe indurre l’ACO a ripristinare il Trofeo LMP1 Privati, soppresso per il 2017.

Matteo Milani

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.