La BMW sarà al via nella classe GTE Pro del Mondiale Endurance a partire dal 2018. Per la Casa di Monaco di Baviera si tratta di un ritorno, visto che l’ultima apparizione risale al 2011, Le Mans inclusa, nell’Intercontinental Le Mans Cup con la M3. La casa tedesca annuncerà in un secondo momento con quale modello disputerà il Mondiale, oltre ai piloti che formeranno i rispettivi equipaggi. Tale mossa rientra nella nuova strategia in ambito motorsport della casa bavarese.

 

Dopo numerosi rumors, finalmente arriva l’ufficialità: a partire dal 2018 la BMW si unirà nel Mondiale Endurance in classe GTE Pro. Un annuncio che era nell’aria da oltre un mese, arrivato in queste ore dopo la conferma della nuova linea strategica nel motorsport della casa bavarese. Si tratta di un vero e proprio ritorno nella classe GTE Pro, compreso quello a Le Mans, con l’ultima partecipazione che risale al 2011 nell’Intercontinental Le Mans Cup (attuale FIA WEC) con la M3.

Il Direttore di BMW Motorsport, Jens Marquardt, ha dichiarato: “A partire dalla stagione 2018, vogliamo espandere ulteriormente le nostre attività nelle competizioni GT, approdando nel Campionato Mondiale Endurance FIA, che comprende anche il nostro ritorno a Le Mans. Il modo in cui il WEC ha sviluppato così bene l’intera serie, ci rende fiduciosi per un grande futuro nelle corse GT.”

Per il momento non si conoscono ulteriori dettagli a riguardo: a livello piloti la BMW dispone di una vasta scelta nel proprio vivaio, tra DTM, programma GT e formule. In un secondo momento verrà annunciato il modello con il quale si baserà la futura GTE, che sarà al via anche in Nord America nell’IMSA WeatherTech Sportscar in classe GTLM, sostituendo l’attuale M6.

Matteo Milani

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.