La gara in Medio-Oriente, l'ultima della stagione 2017, promette di essere scoppiettante, specialmente nelle classi LMP2, GTE Pro e GTE Am, le quali vedranno assegnati i rispettivi titoli. Ultimo atto, invece, fra Porsche e Toyota in quanto ultima gara prima della chiusura del programma LMP1 da parte della casa tedesca. La 919 Hybrid si è già assicurata il terzo titolo Costruttori di fila, così come il titolo Piloti, vinto da Bamber-Hartley-Bernhard. Infine, Matteo Cairoli potrebbe diventare campione in classe GTE Am.

LMP1 (4 auto). Sullo stesso tracciato in cui Audi lo scorso anno disputò la sua ultima gara con la R18 e-tron quattro, Porsche farà lo stesso con la 919 Hybrid prima di decretare la fine del programma LMP1 dopo quattro stagioni. A Sakhir, la Casa di Zuffenhausen correrà già da Campione del Mondo, sia Costruttori che Piloti. Dall’altra parte Toyota. In attesa dell’ufficialità in merito alla permanenza anche nella stagione 2018/2019, le due TS050 Hybrid rincorrono la quinta vittoria stagionale. Da segnalare le presenze di Thomas Laurent e di Fernando Alonso nel rookie test, che si svolgerà all’indomani della gara.

LMP2 (9 auto). Nella classe cadetta si assegneranno i titoli Team e Piloti. Grazie alla vittoria a Shanghai, la più quotata è senza dubbio la Rebellion Racing, prima in classifica a 161 punti. Tuttavia, sia Jackie Chan DC Racing che il Signatech Alpine, entrambi rispettivamente a quota 157 e 138, hanno comunque la possibilità di aggiudicarsi il campionato. Da segnalare il ritorno nel WEC da parte di Loic Duval: il pilota francese, che ha disputato il DTM con Audi, sarà al via della Oreca-Gibson di G-Drive Racing.

GTE Pro (8 auto). Con la vittoria della Ferrari del titolo Costruttori GTE, la 6 Ore del Bahrain assegnerà il Piloti, conteso fra gli equipaggi Calado-Pier Guidi (Ferrari), Makowiecki-Lietz (Porsche), Priaulx-Tincknell (Ford), Rigon (Ferrari) e Bird (Ferrari). Si tratterà inoltre dell’ultima gara dell’attuale Aston Martin Vantage: a partire dalla prossima stagione sarà infatti rimpiazzata dalla nuova generazione (il modello stradale sarà presentato il 21 novembre), che di recente ha svolto dei test sul tracciato di Sebring.

GTE Am (5 auto). Tornata alla vittoria a Shanghai, Aston Martin ha ripreso il comando della classifica team, ma dovrà vedersela con il Dempsey-Proton Racing e il Clearwater Racing. Inoltre, nella classe amatori sarà assegnato anche il titolo piloti, conteso fra gli equipaggi Lauda-Dalla Lana-Lamy (Aston Martin Racing), Ried-Cairoli-Diens (Dempsey-Proton Racing) e Sawa-Griffin-Sun Mok (Clearwater Racing).

Entry list

 

6 ORE DEL BAHRAIN – ORARI

Giovedì 16 novembre:
Prove libere 1 | 13:00 – 14:30
Prove libere 2 | 17:30 – 19:00

Venerdì 17 novembre:
Prove libere 3 | 09:20 – 10:20
Qualifiche GTE | 15:00 – 15:20
Qualifiche LMP | 15:30 – 15:50

Sabato 18 novembre:
Gara | 14:00

Matteo Milani

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.