24h Le Mans
Foto. WEC

Toyota ha vinto per la quinta volta la 90ma edizione della 24h Le Mans, terzo atto del FIA World Endurance Championship. Sébastien Buemi/Rio Hirakawa/Brendon Hartley #8 primeggiano in scioltezza sulla gemella #7 di Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez ed su Ryan Briscoe/ Richard Westbrook /Franck Mailleux  con la prima delle due Glickenhaus #709.

Porsche firma con  Richard Lietz/Gimmi Bruni/Fred Makowiecki l’ultima 24h Le Mans per quanto riguarda la classe GTE PRO, mentre JOTA Sport ha letteralmente dominato la LMP2 con Roberto Gonzalez/Antonio Felix da Costa/William Stevens #38. Bellissima anche l’affermazione di Aston Martin in GTE Am, a segno con Ben Keating/ Henrique Chaves /Marco Sorensen (TF Sport #33).

Toyota passeggia e vince

Ultime quattro ore di passerella per la casa giapponese che si impone per la seconda volta in questa stagione. I tecnici hanno superato tutti gli ipotetici problemi tecnici, una sfida non scontata visto quanto accaduto in mattinata con la #7.

La #8 torna a primeggiare sul ‘Circut de la Sarthe’ al termine di un’edizione in cui il sole è stato assoluto protagonista. Glickenhaus chiude il podio overall e della classe regina, mentre Alpine completa fuori dalla Top15 dopo una 24h da dimenticare.

JOTA domina la LMP2 e vince a Le Mans

Roberto Gonzalez/Antonio Felix da Costa/William Stevens hanno vinto la 24h Le Mans per quanto riguarda la LMP2. La squadra inglese che ritroviamo solitamente anche in GT3 ha concluso anche al terzo posto con Oliver Rasmussen/Edward Jones /Jonathan Aberdein (JOTA #28), protagonisti che si sono dovuti inchinare a PREMA con Robert Kubica/Louis Deletraz /Lorenzo Colombo.

Debutto e podio per la squadra italiana che completa al meglio una gara che ha tolto di scena troppo preso United Autosports e WRT. Le due squadre, favorite per il successo finale, si inchinano alle riconoscibili Oreca inglesi, protagoniste sin dalle qualifiche.  Da evidenziare anche il risultato di Steven Thomas /James Allen/Rene Binder (Algarve Pro Racing #45), primi in PRO/Am.

Porsche chiude un’era imponendosi in GTE PRO

Richard Lietz/Gimmi Bruni/Fred Makowiecki chiudono un’era imponendosi nell’ultima 24h Le Mans riservata alla GTE PRO. Porsche svetta su Ferrari che chiude il podio con Alessandro Pier Guidi/James Calado/Daniel Serra #51 e Miguel Molina/Antonio Fuoco/Davide Rigon AF Corse #52.

Una foratura condanna la Rossa

La prima delle due 911 RSR-19 ufficiali ha iniziato a ricucire a meno di 6h dalla fine il gap con Alessandro Pier Guidi, campione del mondo in carica e vincitore dell’ultima maratona francese. La SC, entrata a meno di 5h dalla fine, ha permesso a Mako di avvicinarsi al nostro connazionale che resta in vetta grazie ad una strategia leggermente diversa

Una lenta foratura ha sottratto alla Rossa il primato parziale, ma a 4h dalla conclusione tutto può essere facilmente ribaltato in quel di Le Mans. Ferrari ha dovuto inchinarsi al marchio di Stoccarda che negli ultimi due anni aveva sofferto il raffronto con i diretti avversari.

Aston Martin e TF Sport vincono tra gli Am

Ben Keating/ Henrique Chaves /Marco Sorensen (TF Sport #33) festeggiano con GTE-Am!  La mattina ha portato in vetta la Vantage AMR britannica che non ha più ceduto il primato fino alla bandiera a scacchi.

La squadra inglese ha ha concluso sulla Porsche di Cooper MacNeil/Julien Andlauer / Thomas Merrill (WeatherTech Racing #79), abili nel finale ad abbattere la concorrenza della temibile Aston Martin di  Paul Dalla Lana/David Pittard/Nicki Thiim (Northwest AMR #98). La sfida, purtroppo, non c’è mai stata in pista, ma solo a distanza con le auto inglesi semplicemente perfette per tutta la seconda parte dell’evento.

Prossima gara del Mondiale a luglio a Monza.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.