24 Ore Le Mans

Non cambia la situazione nella classe regina alla 24 Ore di Le Mans 2021, quarta tappa del FIA WEC. Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez #7 sono i padroni della gara, mentre Ferrari continua a gestire la GTE PRO con Alessandro Pier Guidi/James Calado/Côme Ledogar #51.

La Toyota #7 resiste al comando davanti alla gemella #8 di Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley. Terzo posto overall e primo in LMP2 per Robin Frijns/Ferdinand Habsburg-Lothringen/Charles Milesi #31, alfieri di WRT che balzano sul podio virtuale grazie ad un errore da parte dell’Alpine #36. Negrão/Matthieu Vaxiviere/Nicolas Lapierre sono finiti nella sabbia nella prima chicane dell’Hunaudières traditi dalla pista umida.

24 Ore Le Mans, LMP2: WRT al comando

WRT domina la scena in LMP2. Doppietta virtuale con Robin Frijns/Ferdinand Habsburg-Lothringen/Charles Milesi #31 che precedono Robert Kubica/Louis Delétraz/Yifei Ye #41. I due terzetti belgi lottano contro Panis Racing #65 ed United Autosports.

Terza piazza per Philip Hanson/Fabio Scherer/Filipe Albuquerque #22, auto che è scattata dalla 12° piazza dopo una brutta qualifica. Gli alfieri di United precedono Julien Canal/Will Stevens/James Allen #65 che solitamente militano in ELMS.

GTE PRO: Ferrari in vetta, Corvette all’attacco

La strategia cambia le carte in tavola in GTE PRO con la Ferrari che dopo la terza Safety Car ha perso la leadership a favore della Corvette #63 di Antonio Garcia/Jordan Taylor/Nicky Catsburg #63. La vettura statunitense è stata ripresa da Alessandro Pier Guidi/James Calado/Côme Ledogar #51 che iniziano la domenica in testa alla corsa.

La C8. R #63 è braccata dalle Ferrari. Dopo le prime 8h troviamo al terzo posto la 488 GTE #52 con Miguel Molina/Daniel Serra/Sam Bird #52 davanti alla Porsche #91 di  Gimmi Bruni/Richard Lietz/Fred Mako.

24 Ore Le Mans, GTE-AM: AF Corse vs Iron Lynk

François Perrodo/Alessio Rovera/Nicklas Nielsen #83 (Ferrari/AF Corse)  sono al comando della classe GTE-Am. I vincitori della 6h di Monza precedono la Rossa #80 di Callum Ilott/Rino Mastronardi/Matteo Cressoni (Iron Lynk) e l’Aston Martin #33 di Ben Keating/Felipe Fraga/Dylan Pereira (TF Sport).

Il secondo colpo di scena da segnalare in classe GTE-Am è arrivato nel corso della sesta ora quando, alla prima chicane dell’Hunaudières, Egidio Perfetti ha perso il controllo della propria Porsche finendo violentemente contro le barriere. Il teammate di Matteo Cairoli/Riccardo Pera #56 (Project 1) hanno abbandonato prematuramente la prova, mentre a muro finiva anche l’Aston Martin #33 di TF Sport, leader di classe.

Callum Ilott/Rino Mastronardi/Matteo Cressoni #80 hanno preso le redini della corsa con la Ferrari #80 di Iron Lynk davanti alla 488 GTE #83 di François Perrodo/Alessio Rovera/Nicklas Nielsen. Quest’ultima è tornata al comando con il passare delle ore davanti alla #80 ed all’Aston Martin #33 di TF Sport.

La notte tradisce Roberto Lacorte,  a muro a Tertre Rouge. La Ferrari #47 di Cetilar Racing, leader della classifia, esce di scena per il secondo round consecutivo dopo aver provato in tutti i modi a restare nella Top3.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.