Storie di eroi. Di uomini che non si arrendono, per i quali ogni traguardo sembra possibile. Storie di sfide, proprio come quelle che lui si diverte a raccontare in televisione. Ma adesso, l’incredibile storia di Alex Zanardi conosce un nuovo capitolo. Dopo aver conquistato due ori nell’handbike alle Paralimpiadi di Londra nel 2012, per il bolognese il 2014 rappresenterà l’anno del ritorno al volante. Il 47enne infatti correrà nel campionato Blancpain GT Sprint, al volante di una BMW Z4 GT3 gestita dal team Roal di Roberto Ravaglia. Già in passato Alex, che ha vinto quattro gare nel Mondiale Turismo sempre con la BMW, aveva collaborato allo sviluppo di un sistema di guida al volante, il quale gli aveva permesso di tornare a correre nonostante il terribile incidente del 2001 al Lausitzring. Sulla Bmw da quasi 600 cv, Zanardi troverà dei bilancieri posizionati dietro il volante, i quali gli consentiranno di gestire il cambio e l’acceleratore, mentre con il piede della protesi destra potrà esercitare la pressione sul pedale del freno.

“Zanna” si è espresso in merito alla sua scelta di tornare in pista ed ha dichiarato: “Anche dopo aver lasciato questo sport nel 2009, sono sempre rimasto un pilota nel cuore. Quando sono sceso in pista con la BMW M3 DTM a fine 2012, ho subito nuovamente sentito un prurito alle dita. Da quel momento in avanti ho sempre ripensato all’idea di tornare a correre. Insieme a BMW abbiamo valutato diverse opzioni. Mi fa ancora più piacere che le cose abbiano coinvolto anche i miei vecchi amici della ROAL Motorsport. Voglio davvero ringraziare BMW per questa opportunità davvero unica.”
Grande felicità anche nelle parole del Direttore di BMW Motorsport, Jens Marquardt. “Sia da un aspetto umano che sportivo, Alex è un modello per tutti noi. Sono sicuro che affronterà questa nuova sfida nella Blancpain GT Sprint Series nella stessa maniera cui ci ha abituati. Si può facilmente percepire quanto gli fosse mancato correre in macchina. Modificare la BMW Z4 GT3 è una sfida per i nostri ingegneri, ma comunque abbiamo accumulato tanta esperienza in questo quando abbiamo preparato la BMW M3 DTM nel 2012, che si rivelerà molto utile ora. Per quanto ne sappiamo ora, non c’è nulla che possa frenare Alex dal fare un grande ritorno”. Il campionato scatterà il 20 aprile dal circuito francese di Nogaro per concludersi il 2 novembre a Baku, con sette appuntamenti che vedranno disputarsi una gara doppia della durata di circa un’ora.
Si apre quindi una nuova pagina per Alex Zanardi: uno che di sfide ne ha veramente affrontate tante, ma dalle quali ne è uscito sempre e comunque vincitore, sia nello sport che nella quotidianità.

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.