Dopo un lunghissimo periodo di silenzio, tornano notizie da fonti ufficiali a proposito delle condizioni di Michael Schumacher. Nessuno specifico aggiornamento sullo stato di salute del sette volte campione del mondo tedesco, ma quantomeno una dichiarazione (nel totale silenzio scelto dalla famiglia) è arrivata dalla portavoce dell'ex-ferrarista, Sabine Kehm. L'occasione è arrivata nel corso dell'inaugurazione di una grande mostra dedicata a Schumacher svoltasi a Marburg, in Germania, con vetture e trofei appartenenti al fuoriclasse tedesco, alla quale hanno partecipato anche tutti i familiari dell'ex-pilota.

Dopo un lunghissimo periodo di silenzio, tornano notizie da fonti ufficiali a proposito delle condizioni di Michael Schumacher. Nessuno specifico aggiornamento sullo stato di salute del sette volte campione del mondo tedesco, ma quantomeno una dichiarazione (nel totale silenzio scelto dalla famiglia) è arrivata dalla portavoce dell’ex-ferrarista, Sabine Kehm. L’occasione è arrivata nel corso dell’inaugurazione di una grande mostra dedicata a Schumacher svoltasi a Marburg, in Germania, con vetture e trofei appartenenti al fuoriclasse tedesco, alla quale hanno partecipato anche tutti i familiari dell’ex-pilota.

La Kehm, nel corso del proprio intervento, ha deciso di rompere brevemente il silenzio sullo stato di salute del Kaiser, alle prese con una lunga e difficile riabilitazione dopo l’incidente sugli sci avvenuto a Meribel, in Francia, nel dicembre 2013. Michael ha trascorso una lunga permanenza in ospedale prima di essere dimesso nel settembre 2014 e continuare la convalescenza nella propria casa in Svizzera, dove viene assistito dalla moglie Corinna, dai figli e da uno staff medico, circondato da un silenzio assoluto. Un silenzio che ha portato alla nascita di diverse speculazioni sulle sue condizioni di salute, sempre prontamente smentite dalla famiglia del tedesco.

Oggi Sabine Kehm ha invece rilasciato queste dichiarazione ai media presenti: “Lui è il pilota di maggior successo nella storia, ed in giornate come queste è bello ricordarsi di lui. Naturalmente Michael non può essere qui con noi e manca a tutti i presenti. Dobbiamo accettarlo e continuare a sperare che, con il nostro continuo supporto, un giorno Michael possa tornare di nuovo qui con noi”. Parole, queste della Kehm, che fanno capire come per Michael la lotta per la guarigione sia ancora lunga, e che i tifosi dovranno presumibilmente attendere prima di poter ricevere una buona notizia sul sette volte campione del mondo.

Chiara Zaffarano

 

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.