Alla fine l’accordo è andato in porto: la Sauber, da alcuni mesi sull’orlo del collasso finanziario, è riuscita a garantirsi un corposo innesto di nuovi capitali provenienti dalla Russia. Gli investitori fanno capo ad un cartello di aziende comprendente due fondi di investimento (Investment Corporation International Fund ed il Fondo Sviluppo della Russia Nord-Occidentale), più l’Istituto Nazionale di tecnologia aeronautica. Un’operazione coordinata da Boris Rotenberg, banchiere russo con la passione per le corse (possiede un team Ferrari nel campionato Gt) e, soprattutto, grande amico di Vladimir Putin. Il quale ha spinto fortemente per l’arrivo della Formula 1 in Russia (nel 2014 si correrà sul nuovo circuito di Sochi) ed ha quindi certamente agevolato le trattative, nell’ottica di lanciare definitivamente il Paese nel nuovo business. “Siamo lieti di annunciare questa partnership – si legge sul sito della scuderia elvetica – che consentirà la promozione della Formula 1 in Russia e di sviluppare congiuntamente soluzioni ad alta tecnologia. Grazie al National Institute of Aviation Technologies, uno dei principali istituti di ricerca scientifica in Russia, il team Sauber F1 beneficerà del know-how avanzato degli scienziati russi. L’obiettivo dell’accordo è quello di aprire nuove prospettive e flussi di reddito. In particolare, un programma di sviluppo sarà messo a punto per il russo Sergey Sirotkin per prepararlo come pilota del team per il 2014 “. Proprio Sirotkin, 17-enne pilota attualmente impegnato nella F.Renault 3.5, è dunque il “pacchetto” preteso dai russi per completare le trattative: egli scenderà in pista già nel corso di quest’anno durante alcune sessioni di prove libere, per poi prepararsi ad un possibile debutto in gara già nel 2014. Ma le novità non finiscono qui: come già anticipato, pur non apparendo ufficialmente nel comunicato, è Nicolas Todt l’uomo sul quale la nuova proprietà punta per la guida sportiva del team. Il francese prenderà il posto di Monisha Kaltenborn (la quale si farà da parte, a quanto pare, con una corposa buonuscita) e potrebbe portare in seno al team almeno uno dei propri piloti: tra i primi sulla lista, Felipe Massa e Jules Bianchi.

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.