Giappone, circuito di Motegi. Nella domenica che laurea Marc Marquez campione del mondo per la settima volta in carriera (la quinta in MotoGP), è doveroso ringraziare anche Andrea Dovizioso. Perché? Per averci provato, per aver costretto il campione di Cervera a dare il massimo durante tutta la stagione, che volge praticamente a conclusione nonostante i tre appuntamenti ancora in programma che sanciranno anche il titolo costruttori.

L’alfiere Ducati, nonostante fosse conscio della difficoltà di tenere aperto un mondiale compromesso nella sua prima fase, non ha lasciato nulla al caso. Anche in questa gara, com’era successo a Misano, Dovizioso ha dettato il ritmo, ha dato tutto per stare davanti a Marquez, fino a quando gli si è chiuso l’anteriore a due giri dalla fine. In questo mondiale ha dovuto misurarsi con la forza della Honda, del fuoriclasse spagnolo e del proprio compagno di squadra Jorge Lorenzo, grande assente del finale di stagione. Per Andrea Dovizioso non  resta che guardare al 2019, dove è del tutto probabile che darà ancora battaglia agli spagnoli della Honda: Marquez-Lorenzo. La coppia stellare che tutti aspettano e che tutti sono curiosi di vedere in pista, sarà quella che Andrea dovrà battere. Una coppia che ha monopolizzato il motomondiale nelle ultime sette edizioni e che dunque sono a pieno titolo il punto di riferimento per tutti gli avversari.

Purtroppo per Jorge Lorenzo l’avventura Ducati si sta chiudendo nel modo più insperato. Le cadute delle ultime due gare hanno intaccato il morale e il fisico del cinque volte campione del mondo di Mallorca, costretto a saltare anche il prossimo appuntamento a Phillip Island a causa della frattura al polso  rimediata a Buriram. Rientrerà a Sepang, con la speranza che possa regalare le ultime emozioni in rosso e che possa dare battaglia al suo primo rivale di quest’anno, nonché l’unico antagonista di Marc Mrquez: Andrea Dovizioso.

Michele Bertolini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.