La Porsche Carrera Cup Italia riaccende i motori e dopo la pausa estiva sbarca sul circuito di Vallelunga per il quinto round stagionale. Dopo la bagnata sfida in salsa italo-francese sul tracciato belga di Spa Francorchamps, i protagonisti del monomarca tricolore tornano a darsi battaglia per due gare che si preannunciano ricche di emozioni e spettacolo, in un weekend che vedrà svelato anche il nome del vincitore dello Scolarship Programme 2015, il progetto di formazione riservato agli Under 26 e conquistato lo scorso anno da Matteo Cairoli.

Sul tracciato capitolino si rinnova la sfida per il vertice della classifica: Riccardo Agostini, dopo il positivo esordio nella Porsche Mobil 1 Supercup a Monza, si presenta con un bottino di 30 punti di vantaggio nei confronti del primo degli inseguitori, il francese Come Ledogar. Forte dei quattro successi finora conquistati, il giovane padovano del team Antonelli Motorsport potrà permettersi il lusso di gestire il proprio margine, anche se difficilmente rinuncerà alla possibilità di poter salire nuovamente sul gradino più alto del podio. Discorso diverso invece per Ledogar, chiamato alla riscossa dopo lo sfortunato weekend del Mugello e la partecipazione parziale al round di Spa, dove ha intascato solo i 20 punti di presenza prima di volare a Budapest per partecipare alla serie internazionale.

Tra i sicuri protagonisti della vigilia vi è anche Gianluca Giraudi, sin qui autore di una stagione positiva e regolare che lo vede al terzo posto in classifica ma distanziato di ormai 42 punti dalla vetta, il quale dovrà guardarsi dal ritorno dell’arrembante Mattia Drudi, il giovane pilota del Dinamic Motorsport che lo segue in classifica ad appena 13 lunghezze. Chi arriva a Vallelunga col sorriso sulle labbra è senza dubbio Stefano Colombo, capace di sfruttare nel migliore dei modi la propria conoscenza del tracciato di Spa dove ha conquistato uno splendido successo in condizioni meteo difficili: un successo che ha consentito al pilota lombardo di usufruire di uno speciale budget-premio messo a disposizione da Porsche per partecipare al prestigioso appuntamento della serie internazionale svoltosi a Monza.

Ma un occhio di riguardo sulla pista intitolata a Piero Taruffi meritano anche gli esperti Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) e Oleksandr Gaidai (Tsunami RT) così come i battaglieri giovani talenti dello Scolarship Programme: il bellunese del team Ghinzani ARCO Motorsport Andrea Fontana, il duo Aku Pellinen e Zhang Da Sheng del LEM Racing ed il nipponico del team Antonelli Motorsport Takashi Kasai. Da non dimenticare, infine, l’esordio assoluto nella categoria del giovanissimo pilota romano Matteo Desideri, reduce dall’esperienza nell’Italian F.4 Championship con la scuderia di Marco Antonelli e chiamato ad accumulare preziosa esperienza nella serie proprio sul tracciato di casa.

Per quanto riguarda la Michelin Cup, occhi puntati sul leader della classifica Alberto De Amicis, il quale dovrà però guardarsi soprattutto dagli attacchi del rientrante Angelo Proietti, deciso a cogliere un piazzamento di prestigio sulla pista di casa, e del pilota del Ghinzani ARCO Motorsport Marco Cassarà, suo principale inseguitore nel trofeo riservato ai Gentlemen Drivers, senza naturalmente dimenticare le ambizioni di Alex De Giacomi, Pietro Negra e del rientrante Niccolò Mercatali. I 4085 metri del tracciato romano promettono di regalare dunque grande spettacolo, in attesa di capire chi sarà il nuovo re di Vallelunga.

Marco Privitera

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.