Nasce un nuovo consorzio per espandere la mobilità sostenibile a due ruote. Con una lettera rivolta a Honda, Piaggio e Yamaha, Stefan Pierer (CEO di KTM) chiede di unire le forze. Il nuovo consorzio che nascerà nei prossimi mesi ha l’obiettivo di standardizzare le specifiche tecniche per delle batterie intercambiabili. Il consorzio oltre a collaborare per lo sviluppo, medierà anche con i vari governi nazionali per trovare standard comuni in tutti i Paesi.

KTM SEMPRE IN PRIMA LINEA NELL’ELETTRICO

KTM è da sempre all’avanguardia in quello che è la mobilità sostenibile, già nel 2014 infatti ha lanciato il suo primo modello elettrico, la Freeride E. Una moto nata in tre versioni: enduro, motard e cross, nata per soddisfare le esigenze della mobilità del futuro. Secondo Stefan Pierer tra 20-30 anni metà dei mezzi per la mobilità urbana saranno elettrici.

E’ dunque arrivato il momento per le case di iniziare a investire in maniera importante nella mobilità sostenibile. Fino ad ora diverse case hanno iniziato a proporre soprattutto scooter elettrici per la mobilità urbana, ma fino ad ora hanno avuto pochissimo mercato. Il problema per il CEO della casa austriaca è la difficoltà di ricarica del pacco batterie.

GLI OBIETTIVI DEL CONSORZIO

Il futuro sono dunque postazioni, dove una volta giunti con la propria moto elettrica si smonta la batteria scarica e se ne monta una carica. Per farlo però serve un lavoro comune con il maggior numero di case possibile. Da qui nasce questo consorzio che al momento prevede la presenza della casa austriaca, di Honda, Piaggio e Yamaha. Il consorzio inizierà a lavorare nel maggio del 2021, quindi tra pochissimi mesi.

Tutte e quattro le case aprono a tutti i nuovi partner che vorranno unirsi alla cooperazione per arricchire le competenze del Consorzio. L’obiettivo finale è quello di lavorare ad un sistema di batterie sostituibili standardizzato che promuoverebbe un uso diffuso di veicoli elettrici leggeri. Nello stesso momento contribuirebbe a una gestione del ciclo di vita più sostenibile delle batterie utilizzate nel settore dei trasporti.

PAROLA ALLE CASE: KTM

Stefan Pierer, CEO di KTM AG: La sostenibilità è uno dei fattori chiave per il futuro della mobilità e l’elettrificazione giocherà un ruolo importante nel raggiungimento di questo obiettivo. Per le due ruote sono ancora evidenti i vincoli delle motorizzazioni elettriche in termini di autonomia, tempo di ricarica e costo iniziale. Per superare queste sfide e fornire una migliore esperienza al cliente, un sistema di batterie sostituibili basato su standard tecnici internazionali dovrà diventare una soluzione praticabile. Considerando l’intero ciclo di vita, un’applicazione diffusa di batterie conformi a uno standard comune supporterà l’uso secondario e l’economia circolare. Siamo lieti di far parte del Consorzio mentre ci sforziamo di raggiungere i nostri obiettivi nel settore della mobilità elettrica”.

HONDA

Noriaki Abe, responsabile delle operazioni motociclistiche presso Honda: Lo sforzo mondiale di elettrificazione per ridurre la CO2 su scala globale sta accelerando, soprattutto in Europa. Per l’adozione diffusa di motociclette elettriche, è necessario affrontare problemi come la distanza da percorrere e i tempi di ricarica e le batterie sostituibili sono una soluzione promettente. Considerando la comodità del cliente, la standardizzazione delle batterie sostituibili e l’ampia adozione di sistemi di batterie sono fondamentali, motivo per cui i quattro produttori membri hanno accettato di formare il consorzio“.

PIAGGIO

Michele Colaninno, responsabile strategia e prodotto del Gruppo Piaggio: Con la sottoscrizione di questa lettera di intenti i firmatari dimostrano la loro proattività nei confronti delle maggiori preoccupazioni dei propri clienti e delle priorità politiche per quanto riguarda l’elettrificazione dei veicoli. Uno standard internazionale per il sistema di batterie intercambiabili renderà questa tecnologia efficiente ea disposizione dei consumatori. Infine, una cooperazione rafforzata tra produttori e istituzioni consentirà all’industria di rispondere meglio alle principali sfide del futuro della mobilità“.

YAMAHA

L’amministratore delegato Takuya Kinoshita, direttore generale di Motorcycle Business Operations, Yamaha Motor Co., Ltd .:Credo che la creazione di questo Consorzio abbia un grande significato non solo per l’Europa, ma per il mondo. Mentre ci muoviamo verso la definizione di standard per le batterie sostituibili per i veicoli elettrici leggeri. Sono fiducioso che attraverso un lavoro come questo, le specifiche tecniche e gli standard, che attualmente differiscono per caratteristiche regionali o lo stato del settore in diversi mercati saranno unificati e, in futuro, contribuiranno a portare a massimizzare i meriti dell’elettrico potere per i clienti a livello globale“.

Mathias Cantarinni

LEGGI ANCHE: LA MOBILITÀ ELETTRICA È DAVVERO IL FUTURO? IL MONDO DEI MOTORI SI DIVIDE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.