Il campionato di FIA F3 è tornato in pista per la seconda tappa stagionale in quel di Imola. Ad ottenere la pole tra qualche polemica è l'alfiere di Trident Zane Maloney, che chiude in 1:41.180, davanti a Roman Stanek e Jak Crawford in una pista bagnata.

Sessione sottotono per i nostri tre portacolori: il primo è Francesco Pizzi, che termina la qualifica sul circuito casalingo in diciannovesima piazza, poi Federico Malvestiti (P25), al rientro nel campionato ed Enzo Trulli (P28), che rimedia anche un contatto con Leclerc.

Nonostante questo, sicuramente da sottolineare la sorprendente battaglia, sempre costante in pista, con tanti giovani rookie pronti a dare tutto.

PRIMA PARTE DI QUALIFICA

Qualifica molto combattuta fin dalle prime battute, sotto una pista imolese bagnata. Il primo a portarsi davanti a tutti è il rookie Zak O'Sullivan, che ferma il cronometro sull'1:45.134. Dietro al driver di Williams, Zane Maloney e Arthur Leclerc.

Quindi arriva il francese Isack Hadjar, che chiude il suo giro in 1:44.383, poi Caio Collet con un 1:44.299! Prima del ritorno ai pit a metà sessione, Leclerc sfodera la zampata finale, chiudendo davanti a tutti con 1:43.904, seguito da O'Sullivan e Collet.

Al rientro (con gomme fresche) dei piloti per l'assalto alla pole position, è Gregoire Saucy a fare la voce grossa con 1:43.35, ma Martins abbassa il record del compagno di scuderia, grazie ad un 1:43.315!

LA BANDIERA ROSSA SOSPENDE LE QUALIFICHE

Le carte cambiano ancora con Roman Stanek che balza al vertice, fermando il cronometro su 1:43.162, mentre vediamo Benavides che esce di pista, ma rientra senza intoppi. Ecco che una bandiera rossa sospende la qualifica a pochi minuti dal termine. La causa? Leclerc viene coinvolto in un contatto con la vettura del nostro Enzo Trulli, il quale rientra al pit, mentre Leclerc resta fermo nella ghiaia.

A poco meno di 5 minuti dalla fine, la sessione di qualifica riprende. Hadjar va al comando, poi tocca a Gregoire Saucy segnare la pole position provvisoria, quindi Martins, che avevano un giro a disposizione nonostante la bandiera a scacchi fosse già stata esposta.

Infine Maloney, che ottiene la pole abbondantemente dopo la bandiera a scacchi: 1:41.180 è il tempo del pilota proveniente dalle Barbados, che chiude davanti a Stanek e Jak Crawford. Ma non tutti sono d'accordo nonostante l'ufficializzazione dei risultati, poichè tanti piloti hanno ottenuto la pole position temporanea oltre il tempo consentito.

1
3
Z. MaloneyTrident
13
1:41.180
-
-
174.662
16:36:12
2
2
R. StanekTrident
12
1:41.287
0.107
0.107
174.478
16:36:08
3
5
J. CrawfordPREMA Racing
12
1:41.296
0.116
0.009
174.462
16:36:33
4
8
G. SaucyART Grand Prix
12
1:41.297
0.117
0.001
174.461
16:35:54
5
6
O. BearmanPREMA Racing
12
1:41.589
0.409
0.292
173.959
16:36:38
6
7
V. MartinsART Grand Prix
13
1:41.945
0.765
0.356
173.352
16:37:58
7
18
I. HadjarHitech Grand Prix
12
1:41.971
0.791
0.026
173.308
16:35:18
8
26
Z. O'SullivanCarlin
11
1:42.005
0.825
0.034
173.250
16:35:40
9
10
C. ColletMP Motorsport
11
1:42.169
0.989
0.164
172.972
16:35:21
10
12
K. MainiMP Motorsport
11
1:42.301
1.121
0.132
172.749
16:35:31
 

Appuntamento a domani dalle ore 10.35 con la Sprint Race!

Giulia Scalerandi Leggi anche: FIA F3 | MALVESTITI TORNA NELLA SERIE CON JENZER MOTORSPORT

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi