Nasser Al-Attiyah prende il largo al termine della Stage 6 della Dakar 2023. Il campione in carica ha saputo nuovamente fare la differenza nei pressi di Riyadh al termine di un segmento che ha visto l'esclusione di un grande protagonista come Stéphane Peterhansel. 

https://twitter.com/dakar/status/1611330809595678722

Stage 6, Audi vs Toyota nei primi chilometri

La sesta asperità del rally più impegnativo al mondo, accorciata di 100km in seguito alla forte pioggia che ha colpito l'area attraversata dalla corsa, ha visto all'assalto sin da subito Stéphane Peterhansel.  Il veterano di Audi Sport, dopo una bella bagarre a distanza con Nasser Al-Attiyah (Toyota Gazoo Racing #200/Toyota GR DKR Hilux), ha saputo allungare dopo 200km, una fase cruciale che ha preceduto una nuova significativa battuta d'arresto per il brand teutonico.

Buona prima parte d'evento anche per l'alsaziano Sébastien Loeb (Bahrain Raid Xtreme #201 Prodrive Hunter T1+). Nuova Dakar complessa per il pluricampione del mondo del FIA World Rally Championship, in difficoltà ieri dopo un cappottamento. 

Anche Peterhansel alza bandiera bianca

Stéphane Peterhansel ha concluso prematuramente la corsa al 212km, un incidente che ha provocato un dolore alla schiena per Edouard Boulanger. Il co-pilota del 57enne nativo di Échenoz-la-Méline è stato evacuato dai medici e trasportato all'ospedale di Buraydah per sottoporsi ad ulteriori accertamenti.

https://twitter.com/dakar/status/1611326727795478530

Il 200mo chilometro ha visto anche l'ennesimo danno per Sainz, teammate di 'Mister Dakar'. Non ci sono state conseguenze per l'iberico che dopo aver primeggiato nella SS1 ha iniziato a faticare ed a perdere terreno contro i diretti rivali.

Stage 6, Dakar 2023: Al-Attiyah controlla la situazione e vince ancora

Gli ultimi chilometri non hanno cambiato le carte in tavola, Nasser Al-Attiyah ha concluso in scioltezza con un netto scarto sulla concorrenza. Il #200 di Toyota, tre volte vincitore quest'anno, ha allungato sensibilmente sui rivali nella graduatoria generale.

Il 51enne nativo di Doha ha preceduto nella SS6 il già citato Loeb ed il sudafricano Giniel De Villiers (Toyota Gazoo Racing #205/ Toyota GR DKR Hilux), rispettivamente a +3.29 ed a +8.52. Giornata da dimenticare, invece, per il padrone di casa Yazeed Al-Rajhi (Overdrive Racing #202/Toyota Hilux Overdrive), in difficoltà per problemi dopo il 200mo chilometro.

Il risultato di oggi ha cambiato volto anche alla graduatoria generale, Toyota è infatti in vetta con due unità. Al-Attiyah ha in pugno il primo atto del FIA World Rally-Raid Championship, leader con 1 ora e 6 minuti su Lategan. Terzo posto provvisorio per il brasiliano Lucas Moraes (Toyota Hilux Overdrive #230/Overdrive Racing) a +1h 13.19, mentre dobbiamo sconfinare a +1h e 40 per trovare il resto dei protagonisti.

Riyadh si avvicina, la prima settimana sta per terminare

Appuntamento da non perdere domani per la settima frazione, un impegno che in via eccezionale inizierà da Riyadh viste la difficile situazione che si è verificata nel bivacco di Al Duwadimi. La forte pioggia ha infatti allagato l'intero territorio, una situazione che ha costretto gli organizzatori a correre ai ripari.

La Stage 7, indetta con arrivo nella cittadina che sorge nella provincia di Riyadh, avrà una lunghezza di 358 km, un segmento che potrebbe rivelare delle soprese inaspettate per i vari equipaggi presenti nel gruppo.

Luca Pellegrini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi