Il pilota della Toyota commette un errore che gli costa la vittoria al rally di Sardegna. Ad approfittarne è Dani Sordo sulla Hyundai che torna alla vittoria dopo più di un lustro. Completano il podio Suninen e Mikkelsen.

Tanak sbaglia tutto nel finale

Sembrava tutto già scritto in avvio di power stage, con un Ott Tanak in volata verso la vittoria del Rally sardo, ma un guasto al servosterzo ha portato l'estone a commettere un errore che gli è costato tutto, o quasi.

Ha perso l'evento ed anche il podio, Tanak. Ma può consolarsi guardando alla classifica mondiale che, grazie al quinto posto finale, lo incorona come nuovo leader iridato.

Sordo piglia tutto

A sfruttare la clamorosa occasione lasciata sul piatto da Tanak è stato un incredulo Dani Sordo. Lo spagnolo coglie la sua seconda vittoria in carriera a 6 anni di distanza dalla prima del rally di Germania 2013.

Grazie al successo di Sordo Hyundai rafforza la sua leadership in vetta alla classifica costruttori del WRC. Oltre alla vittoria per la casa coreana è arrivato anche il piazzamento di Andreas Mikkelsen, estremamente concreto in questa ultima giornata con 4 vittorie su 4 speciali.

Ottima prova di Suninen

A sandwich fra le due Hyundai ha chiuso un'ottimo Teemo Suninen. Il ventiquattrenne finnico all'esordio con il suo nuovo navigatore, Jarmo Lehtinen, è parso in palla durante il week end, in M-Sport si augurano che questo possa essere la definitiva apertura all'ascesa del giovane pilota finlandese.

Detto del quinto posto di Ott Tanak, alle sue spalle troviamo Thierry Neuville. Il pilota belga ha commesso diversi errori durante il fine settimana, di cui il più grave dovuto ad un'errore nella lettura delle note da parte del suo copilota. Il fiammingo è ora al terzo posto nella classifica mondiale con 143 punti, a 7 lunghezze dal nuovo leader: Ott Tanak.

Il campione in ombra

Da incubo invece il week end di Ogier. Il campione del mondo è riuscito a portare a casa solamente 4 punti frutto del risultato ottenuto nella Power Stage di questo pomeriggio, mentre nella classifica generale è finito fuori dai punti conseguentemente al ritiro cui è stato costretto dopo diversi problemi.

Alessandro Gazzoni

Foto di copertina: @world

 

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi