Il GT World Challenge America ed Asia sono indubbiamente i protagonisti della 28ma puntata di 'A Ruota Libera', il consueto appuntamento dedicato alle ruote coperte. Road America ed Okayama hanno accolto le due categorie al termine di un fine settimana che ha ritrovato in scena anche il Supercars Championship (The Bend) e la NASCAR Xfinity Series (Glen).

GTWC America

GTWC America, Road America: Conquest Racing e Ferrari a segno

Ferrari e Conquest Racing sbancano a Road America nel Fanatec GT World Challenge America Powered by AWS. Manny Franco ed Alessandro Balzan trionfano nella velocissima pista statunitense dopo una gestione perfetta dei due eventi in programma.

GTWC America Road America, race-1: prima volta per Conquest Racing e Ferrari

Ferrari ha sbancato la scena con Conquest Racing dopo una gara semplicemente perfetta. Manny Franco/ Alessandro Balzan hanno gestito al meglio le operazioni dalla pole-position, meritatamente a segno con margine davanti a BMW e Mercedes.

https://twitter.com/gtworldcham/status/1693015405948719202

La nuova 296 GT3 ottiene il primo storico acuto in North America, il miglior risultato sino ad ora risaliva alla 6h del Glen (secondo posto in GTD PRO) nell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship. L'auto che quest'anno ha vinto la 24h del Nurburgring ha concluso  BMW #94 di Chandler Hull/Bill Auberlen (BimmerWorld) ed alla Mercedes #04 di George Kurtz /Colin Braun (Crowdstrike by Riley).

Quest'ultima coppia festeggia in classe PRO-Am dopo aver dominato la scena, una situazione agevolata dal ritiro da parte della Porsche #120 di Wright Motorsports. Giornata da scordare per Adam Adelson/Elliott Skeer, leader di classe alla vigilia dell'appuntamento nello Stato del Wisconsin. La Mercedes #04 di Crowdstrike by Riley ha quindi potuto amministrare la sfida chiudendo davanti alla BMW #38 di ST Racing di Neil Verhagen/Samantha Tan.

https://twitter.com/gtworldcham/status/1692995679142973507

GTWC America Road America, race-2: bis per la 296 GT3 #21

Ferrari ha colto il bis con Conquest Racing nella giornata di domenica precedendo all'arrivo la  Porsche #28 di Eric Filgueiras/Stevan McAleer  (RS1) e la BMW #38 di Samantha Tan/Neil Verhagen (ST Racing #38).

Questi ultimi hanno colto la prima gioia dell'anno in categoria PRO-Am al termine di 90 intensi minuti in cui non sono mancati i colpi di scena. Uno su tutti ha caratterizzato il finale, una Safety Car che è stata chiamata in pista dopo l'uscita di scena del leader della gara George Kurtz (Crowdstrike by Riley #04).

https://twitter.com/gtworldcham/status/1693386956946682074

L'imprenditore americano stava controllando la classe PRO-Am e la graduatoria assoluta fino a quando, nel raccordo che porta al 'Kink', si è scontato contro la Mercedes #77 di Paul Kiebler (TR3 Racing). Il protagonista della classe AM è rientrato pericolosamente in pista dopo un testacoda, il leader provvisorio della race-2 di Road America non poteva evitare l'impatto. Fortunatamente non vi sono state conseguenze per i piloti coinvoli.

https://twitter.com/MotorsportTV_UK/status/1693361975281987880

Piccola pausa ora per SRO America che tornerà protagonista a fine settembre per un'imperdibile prova in quel di Sebring (Florida), evento che precederà il gran finale di Indianapolis con la 8h valida anche per l'Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli.

GTWC Asia, Okayama: Mercedes e Ferrari in vetta, Porsche vince la Japan Cup

Mercedes e Ferrari si dividono la vetta ad Okayama nel Fanatec GT World Challenge Asia Powered by AWS. Daniel Juncadella/Anthony Liu Xu (Craft-Bamboo Racing #37) e Piti Bhirombhakdi/Naoki Yokomizo (Maezawa Racing #555) si sono divisi nell'ordine il successo, mentre Porsche ha potuto festeggiare la Fanatec Japan Cup 2023 con Hiroaki Nagai/Yuta Kamimura (Porsche Center Okazaki #18).

Foto. GTWC Asia

GTWC Asia Okayama race-1: Anthony Liu Xu nuovo leader del campionato, Craft Bamboo Racing #37 a segno

Daniel Juncadella/Anthony Liu Xu hanno firmato il terzo successo in stagione nel GTWC Asia modificando la graduatoria generale. Lo spagnolo ha infatti portato in vetta al campionato compagno di box cinese, gli alfieri di Craft Bamboo Racing (Mercedes #37) hanno condotto le danze dal via sino alla bandiera a scacchi.

Vutthikorn Inthraphuvasak/Alessio Picariello (AAS Motorsport by Absolute Racing #911 Porsche) e  Hirobon/Shintaro Kawabata (TEAM 5ZIGEN #500 Nissan) hanno concluso nell'ordine il podio,  H.H. Prince Abu Bakar Ibrahim/Mikael Grenier  (Triple Eight JMR #88 Mercedes) si sono dovuti accontentare della quarta posizione conclusiva.

La race-1 di Okayama è stata caratterizzata da un FCY e soprattutto da una red flag dopo un impatto al primo giro per la Porsche #4 del R&B Racing di Bo Yuan. Non ci sono state conseguenze per il pilota cinese, fermo contro le barriere di curva 4 che hanno richiesto una lenta riparazione.

GTWC Asia Okayama race-2: Piti Bhirombhakdi/Naoki Yokomizo portano in alto Ferrari

Prima affermazione stagionale nel GTWC Asia  per Piti Bhirombhakdi/Naoki Yokomizo (Maezawa Racing #555) al termine di una race-2 perfetta in quel di Okayama. Ferrari ha controllato la seconda metà della competizione dopo la conclusione dei pit stop, decisivi nell'economia della prova.

La Rossa è balzata al comando dopo un ottimo start, Inthraphuvasak/Alessio Picariello #911 (Porsche) hanno dovuto accontentarsi della seconda posizione precedendo la 911-R (992) GT3 di Lv Wei/Patrick Pilet (R&B Racing #4).

Menzione d'onore al termine del fine settimana di Okayama per Hiroaki Nagai/Yuta Kamimura (Porsche Center Okazaki #18), nuovi campioni della Fanatec Japan Cup. Trionfo mai messo in discussione durante l'ultimo round di Okayama, successo già ipotecato dopo l'ottima prestazione di sabato.

La battaglia per il titolo nel GTWC Asia vede ancora tre auto matematicamente in lotta per la vittoria finale. Il già citato Anthony Liu Xu, quarto in race-2, detta il passo con un punto su Vutthikorn Inthraphuvasak, mentre H.H. Prince Abdul Rahman Ibrahim si colloca terzo con la propria Mercedes a +16p. Matematicamente resta in gioco anche Lv Wei, fermo a 96 punti contro i 123 dell'alfiere #37 di Craft-Bamboo Racing.

Foto. GTWC Asia

 

Nuova significativa sosta per il GTWC Asia che ora lascerà il Giappone per recarsi in Malesia a Sepang. L'appuntamento è per fine settembre con un championship decider da non perdere, due prove da sessanta minuti che eleggeranno il vincitore del titolo 2023.

Supercars Championship, The Bend: Brodie Kostecki x3

Tre gare e tre vittorie per Brodie Kostecki nel Supercars Championship dopo il fine settimana del 'The Bend'. L'australiano di Erebus Motorsport domina la scena ed allunga in campionato su Shane van Gisbergen e sul compagno di box Will Brown.

Foto. Erebus Motorsport

The Bend race-1: Kostecki resiste ai rivali

Brodie Kostecki (Coca-Cola Racing by Erebus #99 Chevy) ha colto la quarta affermazione del 2023 resistendo a lungo ai rivali. L'australiano ha risposto presente dopo una partenza non perfetta che ha permesso a Thomas Randle (Castrol Racing #55 Ford) ed a Chaz Mostert (Mobil 1 Optus Racing #25 Ford) di salire nell'ordine in prima e seconda piazza.

Il #99 di Erebus Motorsport è tornato in cattedra poco prima del pit stop obbligatorio, il sorpasso effettuato non è più stato restituito dai rivali che si sono dovuti accontentare della seconda piazza. Mostert ha avuto la meglio su Randle, perfetto nel giro conclusivo a non lasciare spazio al teammate Cameron Waters   (Monster Energy Racing #6) ed a Shane van Gisbergen (Red Bull Ampol Racing #97 Chevy).

The Bend race-2: la doppietta della Chevy #99

Thomas Randle non è riuscito al via ad impensierire Kostecki che dal secondo posto si è subito portato al comando. Il nativo di Perth ha poi impostato il proprio ritmo e non è stato più ripreso fino alla fine, un successo mai messo in discussione.

Ford completerà il podio con Randle davanti a Mostert, perfetto ad avere la meglio su SVG e  David Reynolds (Pernite Racing #26 Ford). Nuova prova mediocre, invece, per Will Brown #9, compagno di squadra di Kostecki che nella giornata di sabato ha dovuto prematuramente alzato bandiera bianca dopo un incidente al via.

The Bend race-3, Waters ci prova, ma non basta

Ford ci ha provato nella conclusiva race-3 con Cam Waters, #6 di Monster Energy Racing che per pochi decimi ha dovuto inchinarsi al rivale. La partenza ha sicuramene inciso sul risultato finale con l'alfiere di Tickford Racing che ha perso due posizioni allo spegnimento dei semafori scivolando dal secondo a quarto. 

Kostecki ha potuto allungare in solitaria, mentre la Ford Mustang #6 superava con una relativa scioltezza i rivali prima della sosta obbligatoria. Il margine sulla linea del traguardo è stato inferiore al secondo, Waters non è però mai riuscito ad impensierire il diretto avversario nell'impegnativo tracciato del 'The Bend'. Menzione d'onore ancora una volta per Randle, terzo sotto la bandiera a scacchi.

Piccola pausa per il Supercars che sta per entrare nella parte più importante del 2023. Si inizierà a metà settembre con la Sandown 500, tappa di durata che in ordine cronologico precede la leggendaria 1000km di Bathurst. 

NASCAR Xfinity Series, Watkins Glen: 

Sam Mayer vince all'overtime la prova del Glen della NASCAR Xfinity Series al termine di un finale ricco d'emozioni. Il #1 di JR Motorsport esulta per la seconda volta in carriera a poche settimane dalla bellissima gioia in casa a Road America. Sconfitto Ty Gibbs (He Gets Us Toyota #19), autore della pole-position e dominatore delle prime due Stage.

https://twitter.com/NASCAR_Xfinity/status/1693025430901604429

Tutto si è deciso a 7 giri dalla fine con una Safety Car che ha cambiato l'andamento della prova. Il seguente restart ha visto Gibbs difendere in tutti i modi la prima piazza da Mayer, il campione in carica spingerà infatti contro le barriere di curva 3 il rivale con il chiaro intento di non lascare in nessun modo la leadership.

Un seguente incidente dopo la 'Bus Stop' provocherà una seguente ripartenza e l'inevitabile risposta del nativo dello Stato del Wisconsin. La Chevy Camaro #1, terza al restart alle spalle di Austin Hill (Bennett Transportation Chevrolet) non perderà infatti l'occasione di spingere in testacoda il rivale nell'impegnativa curva 1, una mossa pronosticabile dopo quanto accaduto nei minuti precedenti.

https://twitter.com/NASCARonNBC/status/1693019936946372721

 Gibbs verrà quindi neutralizzato da Mayer in curva 1, Sheldon Creed (Whelen Chevrolet #2) tenterà di approfittare della situazione per beffare i rivali. L'americano dovrà presto desistere dopo un successivo contrattacco da parte del portacolori di JR Motorsports, abile ad iniziare al comando l'ultimo giro.

Nessuno ha più ripreso Mayer che ha potuto festeggiare davanti a Creed, Parker Kligerman (Spiked Light Coolers Chevrolet #48), Ross Chastain (Protect Your Melon #BUCKLEUPNY Chevrolet #91) e Connor Mosack (Toyota Genuine Parts Toyota #24).

https://twitter.com/NASCARONFOX/status/1693026283356029167

Tra una settimana l'imprevedibile round di Daytona con la 'Wawa 250'. Inizia ad entrare nel vivo la sfida per i NASCAR Playoffs, mancano infatti solo tre prove da disputare in attesa del via della fare più importante dell'anno.

Nella prossima puntata...

Un vero e proprio 'Superweek-end' attende il panorama delle ruote coperte con l'European Le Mans Series e la Michelin Le Mans Cup in Aragona e l'IMSA WeatherTech SportsCar Championship al VIRginia Intenrnational Raceway in compagnia dell'IMSA Michelin Pilot Challenge.

Da Donington Park tonerà il BTCC, mentre da Zandvoort non perdetevi il doubleheader della Porsche Mobil 1 Supercup. Occhi puntati anche sul Giappone con il secondo evento dell'anno nell'impegnativo percorso di Suzuka valido per il SuperGT.

Luca Pellegrini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi