Nonostante i titoli già assegnati, il GP del Brasile ha regalato diverse battaglie per ciò che è ancora in gioco quando manca una sola gara al termine del mondiale 2022 di F1. Non solo la sfida per il secondo posto in campionato piloti, ma anche quella per il quarto posto nel costruttori tra Alpine e McLaren, con la squadra transalpina che ha saputo raddrizzare il week-end dopo le scintille tra i suoi piloti nel corso della Sprint Race.

ALPINE “PRIMA DEGLI ALTRI”

Grazie al quinto posto di Fernando Alonso ed all’ottavo conquistato da Esteban Ocon, Alpine vola ad Abu Dhabi con 19 punti della McLaren. Gara a tre soste per il due volte campione del mondo Alonso, che dopo una rimonta dalla diciassettesima casella ha approfittato dell’ultimo pit stop in regime di Virtual Safety Car per avere una gomma fresca nel finale che gli ha permesso di scavalcare Perez, chiudendo quinto sotto la bandiera a scacchi. Corsa in risalita anche per il suo compagno di squadra Ocon, scattato sedicesimo ed ottavo al traguardo con una strategia a due soste.

A secco di punti invece la diretta concorrente McLaren, protagonista di un doppio ritiro, seppur per motivi diversi. La gara di Daniel Ricciardo si è infatti conclusa già nel corso del primo giro, con l’australiano che ha tamponato Kevin Magnussen, finito prima in testacoda e poi contro la stessa McLaren. Discorso diverso invece per Lando Norris, protagonista prima di un contatto con Leclerc per il quale è stato penalizzato e successivamente costretto a parcheggiare la sua monoposto a bordo pista, causando la Safety Car che ha condizionato le sorti della corsa negli ultimi 12 giri.

VETTEL BEFFATO DALLA SAFETY CAR

Proprio l’ultima safety car ha spento la gara di Sebastian Vettel. Il tedesco, grande protagonista delle prime fasi, ha poi chiuso fuori dai punti scavalcato anche dal suo compagno di squadra Lance Stroll. Doppia beffa per il pilota e per il team, che ha perso punti pesanti, soprattutto considerando il nono posto di un ottimo Bottas. Il finlandese tiene aggrappata così l’Alfa Romeo al sesto posto in classifica costruttori proprio davanti alla squadra inglese.

Occasione persa invece per Haas, che avrebbe potuto conquistare qualche punto utile nella lotta per l’ottavo posto nel costruttori con AlphaTauri. Archiviata la tappa brasiliana si vola ad Abu Dhabi… dove l’anno scorso tutto si è deciso.

Carlo Luciani

LEGGI ANCHE: 

F1 | GP Brasile: Sainz riporta la Ferrari sul podio, ma Leclerc è irrequieto
Una prestazione convincente, che scaccia via le ombre messicane e restituisce una Ferrari protagonista. Il week-end bras...

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi