F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

La 24h di Dubai si svolgerà con due settimane di ritardo rispetto al programma originale. Creventic, organizzatore dell'evento e della 24H Series, ha infatti deciso di ritardare di quindici giorni la manifestazione in seguito ad una delicata situazione che si sta verificando sul Mar   Rosso con degli attacchi da parte dei ribelli Houthi verso le navi che transitano attraverso il Canale di Suez.

Droni e missili provenienti dallo Yemen hanno obbligato le varie imbarcazioni, comprese quelle legate alla 24h di Dubai, a circumnavigare l’Africa, una trasferta più lunga ed impossibile da compiere entro il secondo week-end di gennaio.

Creventic ha mantenuto per ora indetta per il fine settimana seguente (quello del 21 gennaio) la 6h di Abu Dhabi, mentre ha stabilito per il week-end del 28 gennaio la 24h di Dubai. La scelta non sicuramente delle migliori vista la pesantissima concomitanza con la Rolex 24 at Daytona, opening round dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

 
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da 24HSERIES (@24hseries)

Questo comporta dei danni alla 24H Series che non potrà contare su alcune line-up e su dei volti che avevano intenzione di recarsi in Medio Oriente prima di dirigersi verso il 'World Center of Racing' per i test e successivamente per una delle competizioni automobilistiche più attese del calendario.

Il problema legato ai trasferimenti verso gli Emirati Arabi Uniti potrebbe avere delle conseguenze anche per altre serie come la Formula Regional Middle East e la F4 UAE che si terranno nelle prossime settimane. Discorso apparentemente differente, invece, per i protagonisti dell'Asian Le Mans Series, diretti a Dubai ed ad Abu Dhabi direttamente dalla Malesia (Sepang).

WEC:  Peugeot con le ali, Isotta Fraschini testa ancora

Non si ferma la preparazione delle squadre in vista del FIA World Endurance Championship. Dalla Francia sono infatti comparse le prime immagini di una Peugeot 9X8 con una significativa ala posteriore. 

Come da copione i transalpini hanno iniziato il lungo programma verso l'inizio del FIA WEC 2024 con una vettura differente rispetto agli ultimi anni. Sparisce quindi l'unicità di un prototipo indubbiamente ambizioso, l'unico al mondo senza l'utilizzo di un'appendice aereodinamica al posteriore.

https://twitter.com/Endurance_Live/status/1738616635152376148

Isotta Fraschini, invece, gira ad Estoril in attesa del debutto assoluto nel Mondiale in quel di Lusail in Qatar. Il costruttore milanese ha disputato una sessione cronometrata privata in compagnia del francese Jean Karl Vernay e del messicano Alejandro Garcia.

I due verranno sicuramente raggiunti da un terzo pilota che verrà comunicato successivamente. Ricordiamo che il brand tricolore collaborerà con Duqueine in ogni atto del FIA WEC 2024 e non con Vector Sport come originariamente previsto.

Luca Pellegrini