Raffaele Marciello ha vinto anche l'ADAC GT Masters al termine di una stagione oltremodo interessante che si è conclusa questo fine settimana in quel di Hockenheim. La serie tedesca è senza dubbio la protagonista assoluta della 39ma puntata di 'A Ruota Libera', il consueto appuntamento di LiveGP.it dedicato al mondo delle ruote coperte.

La Porsche Carrera Cup Italia al Mugello, il Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS al 'The Bend Motorsport Park' e la Carrera Cup Deutschland nella già citata location di Hockenheim hanno segnato il resto di un week-end che ha visto in scena anche la NASCAR Truck ed Xfinity Series nel particolare Homestead-Miami.

https://twitter.com/gtmasters/status/1583790807290904576

ADAC GT Masters, Hockenheim: Marciello protagonista assoluto ancora una volta

Raffaele Marciello ( Mann-Filter Team Landgraf #48/Mercedes) regna in Germania ad Hockenheim e conquista per la prima volta il titolo nell'ADAC GT Masters. Un nuovo trofeo entra nella bacheca dell'elvetico al termine di un mese che gli ha permesso di festeggiare anche nella 8h di Indianapolis dell'Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli e soprattutto nell'Endurance Cup del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS dopo aver ottenuto il secondo titolo combinato in carriera. 

Race-1 : 'Lello' chiude i giochi

Dopo una prima metà di gara abbastanza tranquilla, la race-1 di Hockenheim è entrata nel vivo nella seconda parte della competizione con Daniel Juncadella #48 che prendeva il volante da Marciello, leader incontrastato della prima parte dell'evento. 

La musica è cambiata sin da subito con un deciso assalto da parte di Jules Gounon  (Drago Racing Team ZVO #4/Mercedes), diretto avversario di 'Lello' per la conquista della serie GT tedesca.

I due compagni di squadra del GTWC Europe non si sono risparmiati, il contatto è puntualmente arrivato a 15 minuti dalla conclusione. Il transalpino dovrà successivamente arrendersi per una foratura, mentre Juncadella perderà progressivamente posizioni fino a concludere in quinta piazza.

Il risultato è stato in ogni caso sufficiente per Marcielllo al termine di una race-1 che ha visto festeggiare Christian Engelhart/ Ayhancan Güven (Team Joos Sportwagentechnik #91), in rimonta con Porsche dopo una mediocre qualifica. Seconda piazza per Franck Perera/Arthur Rougier (Emil Frey Racing #19/Lamborghini), terza per Maximilian Paul/ Marco Mapelli (Paul Motorsport #71/Lamborghini).

https://twitter.com/gtmasters/status/1583789131335086081

Race-2: Mercedes completa in bellezza il 2022, Emil Frey Racing festeggia il titolo team

Fabian Schiller/Jules Gounon (Drago Racing Team ZVO #4) hanno completato al meglio la stagione 2022 dell'ADAC GT Masters. Quarto acuto stagionale per il tedesco ed il francese, abili ad imporsi su  Jusuf Owega / Ricardo Feller (Montaplast by Land-Motorsport #29/Audi) ed a Maximilian Paul/ Marco Mapelli ( Paul Motorsport #71/Lamborghini).

La riconoscibile AMG GT3 #4 ha dominato una corsa che è stata interrotta da due Safety Car per la presenza di alcuni detriti in pista. La battaglia invece, non è mancata per il terzo gradino del podio con una bagarre ad armi apri tra Paul e Christian Engelhart (Team Joos Sportwagentechnik #91/Porsche), quarto sotto la bandiera a scacchi davanti a  Konsta Lappalainen (Emil Frey Racing #14/Lamborghini).

Quest'ultimo, rappresentate della compagine elvetica che ha gareggiato a tempo pieno anche nel GTWC Europe, ha potuto esultare per il titolo della propria squadra, una missione resa molto più semplice dopo il problema avuto da Raffaele Marciello poco dopo il pit stop obbligatorio.

https://twitter.com/gtmasters/status/1584155780538073089

Porsche Carrera Cup Italia, Mugello: Quaresmini x2

Gianmarco Quaresmini (Ombra Racing - Centro Porsche Brescia) ha vinto per la seconda volta in carriera la Porsche Carrera Cup Italia. Il lombardo amministra la situazione al termine di un fine settimana oltremodo interessante in Toscana.

Race-1: Masters concede il bis

Keagan Masters (AB Racing – Centri Porsche Roma) ha vinto per la seconda volta consecutiva nella Carrera Cup Italia. Il sudafricano, scattato dalla pole-position, ha salutato il gruppo nella seconda parte della prova, abile a respingere Diego Bertonelli (BeDriver – Centro Porsche Piacenza) e Matteo Malucelli (Team Malucelli – Centro Porsche Modena).

Quarto posto per Gianmarco Quaresmini, matematicamente campione già al termine della prova del sabato dopo un errore da parte di Giorgio Amati (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano), in difficoltà nelle battute iniziali dopo un contatto con Benedetto Strignano (Scuderia Villorba Corse – Centro Porsche Treviso).

Race-2: Malucelli chiude con il botto

L'ultimo impegno dell'anno per la categoria tricolore non è scattata nel migliore dei modi in seguito ad un incidente dopo pochi metri che ha visto coinvolti Andrea Fontana (Bonaldi Motorsport - Centro Porsche Bergamo), Alberto Cerqui (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) e Gianmarco Quaresmini presenti nell'ordine sullo schieramento di partenza.

Le tre auto si sono toccate, Cerqui è finito viole violentemente contro le barriere. Non ci sono state conseguenze per il #1 del gruppo che è tornato ai box molto sconsolato dopo un episodio che ha costretto la direzione gara ad inserire la bandiera rossa.

La seconda metà dell'evento è stata oltremodo interessante con Masters che ha tentato in tutti i modi di recuperare posizioni. Il vincitore della gara-1 è salito secondo su Bertonelli e Malucelli, per qualche minuto in lotta per la seconda piazza.

Questi ultimi due avranno modo di salire in prima e seconda piazza in seguito ad un contatto per la prima piazza tra Masters e Fontana. Il rookie di AB Racing ha sbagliato la frenata della San Donato, una piccola sbavatura che ha portato la propria Porsche e la vettura del rivale nella ghiaia.

Dopo una nuova bandiera gialla e la relativa Saferty Car per spostare l'auto di Jorge Lorenzo (Bonaldi Motorsport - Centro Porsche Bergamo), ferma nella ghiaia dopo un incidente con Aldo Festante (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania). La ripartenza dalla SC non ha modificato le sorti dell'evento, Malucelli ha saputo conquistare un nuovo successo primeggiando su Levorato e Bertonelli. 

GTWC Australia, The Bend: Prince Jefri Ibrahim/Broc Feeney a segno nell'unica prova disputata

Prince Jefri Ibrahim/Broc Feeney festeggiano al The Bend Motorsport Park, nuovo round per quanto riguarda il Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS. Mercedes festeggia al termine di un nuovo week-end condizionato dalla pioggia.

Race-1: Mercedes sfida Audi

Nonostante una sanzione nei primi minuti, Prince Jefri Ibrahim/Broc Feeney (Triple Eight Race Engineering – JMR #888/Mercedes) hanno vinto la race-1 al 'The Bend' nel GTWC Australia. La coppia citata, protagonista al via di un contatto con Yasser Shahin (The Bend Motorsport Park #1/Audi), ha saputo primeggiare dopo le soste anche grazie ad un perfetto gioco di squadra da parte di Prince Abu Bakar Ibrahim/Jamie Whincup.

La seconda auto del Triple Eight Race Engineering – JMR #88 ha ceduto il passo concludendo in terza piazza alle spalle di Liam Talbot/ Fraser Ross (Gtechniq #20/Audi) e della già citata AMG GT3 #888, ancora più che mai in lotta per il titolo.

Il fine settimana del 'The Bend' si è concluso con il round del sabato, gli organizzatori non hanno voluto prendere rischi dopo quanto accaduto a Sandown. La pioggia ha rovinato la festa, una condizione che speriamo non condizioni anche le ultime tappe tra Bathurst e Adelaide

Porsche Carrera Cup Deutschland, Hockenheim: Larry ten Voorde completa al top un 2022 deludente

Doppio acuto per Larry ten Voorde (GP Elite) nella Porsche Carrera Cup Deutschland al termine di un'interessante fine settimana in quel di Hockenheim. L'olandese ha avuto la meglio sulla concorrenza concludendo una stagione difficile dopo due anni di dominio tra Supercup e Carrera Cup.

Bastien Buus (Allied-Racing) e Laurin Heinrich (SSR Huber Racing) hanno concluso il podio in entrambe prove nell'impianto del  Baden-Württemberg che ha messo fine alla stagione di tutti i campionati teutonici.

NASCAR Truck Series, Homestad-Miami elegge i 'magici 4'

Zane Smith, Chandler Smith e Ben Rhodes si sfideranno con Ty Majeski tra due settimane a Phoenix nel 'Championship 4' della NASCAR Truck Series. I primi tre hanno strappato un pass per la finalissima nell'ultimo week-end all'Homestead-Miami Speeedway, impianto che ha regalato il secondo acuto della carriera e dei Playoffs per il #66 del ThorSport Racing.

Nulla da fare, invece, per John Hunter Nemechek #4 (-50),  Gaant Efinger #23 (-43), Christian Eckes #98 (-10) e Stewart Friesen #52 (-1). I protagonisti citati hanno dovuto arrendersi al termine di una lunghissima lotta per il primato nel difficile catino statunitense, pista senza rivali nel calendario della NASCAR.

Tra due settimane l'epilogo del 2022 in Arizona.

https://twitter.com/NASCARONFOX/status/1583893016191778816

NASCAR Xfinity Series, Homestad-Miami: Gragson senza rivali

Noah Gragson ha dominato la tappa dell'Homestead-Miami Speedway per quanto riguarda la NASCAR Xfinity Series. Il #9 del JR Motosports primeggia nello Stato della Florida per l'ottava volta in questo 2022, un sigillo importantissimo che permette al nativo di Las Vegas di accedere al 'Championship 4' di Phoenix.

Il 24enne non ha avuto rivali per tutto l'arco della corsa. Dopo le due Stage, controllate in scioltezza, gli ultimi 100 passaggi non sono stati un problema per l'americano che si ritroverà in bagarre per il campionato.

Prossima sfida tra una settimana, determinante per eleggere coloro che si contenderanno il titolo nel deserto dell'Arizona. Al momento Ty Gibbs (+30) e AJ Allmendinger (+5) raggiungerebbero l'ultimo atto dei Playoffs, una situazione che può presto cambiare settimana prossima a Martinsville.

https://twitter.com/NASCAR_Xfinity/status/1583982925368160256

Nella prossima puntata...

Oltre alla sfida di sabato in quel di Martinville dell'Xfinity Series con la Cup Series non perdetevi il penultimo round del Supercars Championship che ritroverà i muretti della Gold Coast dopo due anni d'assenza.

Luca Pellegrini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi