Roberto Rolfo, pilota, campione FIM EWC e istruttore, ha accolto la redazione moto di LiveGP.it per una giornata in pista a Borgo Ticino. Nella Pista Azzurra l'esperto pilota torinese ha tenuto uno dei suoi tantissimi corsi dedicati alla guida sportiva, offrendo a noi di LiveGP.it la possibilità di partecipare ad un'esperienza fantastica. Dalla teoria alla pratica, passando per le analisi degli stili di guida ed i confronti tra il primo e l'ultimo turno: ecco il racconto della nostra esperienza.

LA SCUOLA RR44 | DALLA STRADA ALLA PISTA: PERFETTA PER TUTTI I MOTOCICLISTI

Prima di lasciare spazio alle considerazioni di chi ha avuto il piacere e la fortuna di partecipare al corso, diamo la parola a Roberto Rolfo per introdurci alla Scuola RR44. In particolar modo, Roby spiega perché sia così importante e utile un mezzo apparentemente piccolo e poco potente in un percorso di apprendimento che potremmo definire "universale" poiché adatto ad ogni modello di motociclista.

"Il bello della Pit Bike è che sia aperta a tutti - ci dice Roby Rolfo - sia a chi va in strada tutti i giorni sia a chi vorrebbe approcciarsi alla pista. Con questa moto si impara a gestire la posizione in sella per avere più sicurezza e rapidità nel raddrizzare in fretta la moto per uscire forte dalle curve. Inoltre, la Pit Bike è molto sicura in frenata, aspetto che permette un grande miglioramento siccome le velocità ridotte permettono di migliorare il tempismo e ridurre gli spazi di frenata.

La Pit Bike è un importante allenamento anche per gli amatori che corrono campionati come il MotoEstate. Questo perché il corso insegna al pilota come posizionarsi sulla moto, a partire da braccia e spalle, ponendo molta attenzione allo sguardo. In più devo dire che con questo tipo di moto si possono allenare tutti, tant'è che tra i piloti che seguo c'è chi corre nel CIV Moto3, chi nel CEV 600 o nella R7 Cup e chi, ovviamente, partecipa ai campionati con le Pit Bike. Questa è la filosofia della mia scuola di guida: può servire a tutti, dai motociclisti che usano la moto tutti i giorni agli amatori/professionisti che vogliono allenarsi per fare passi avanti nella guida in pista!".

PRENOTA IL TUO CORSO ALLA SCUOLA RR44

"DaEd ora passiamo ai racconti di Alex, Matteo, Mathias, Victoria e Edoardo, coloro che hanno vissuto l'esperienza nella Scuola RR44 guidando le Pit Bike nella Pista Azzura di Borgo Ticino.

IL PENSIERO DI ALEX DIBISCEGLIA: "SIAMO MIGLIORATI TANTO IN POCO TEMPO"

"Ci sono voluti quasi tre anni per organizzare questo evento. Covid, campionati ed impegni personali ci hanno messo i bastoni tra le ruote (nel senso più ampio del termine) a lungo, e anche questa volta ci hanno tolto il nostro Mirko Colombi. Però io, Edoardo, Matteo e Mathias possiamo dire di esserci divertiti molto. Ma, soprattutto, siamo migliorati nell’arco di tre ore in modo esponenziale, partendo da pochi, semplici consigli sulla posizione che ci hanno trasformato, sia visivamente che a livello di cronometro.

I primi metri in cui sembrava di cadere anche da dritti sono diventati bagarre alla staccata (e qualche lancio finale) oltre ad un passo simile. E girare con tempi quasi identici non era scontato: io peso quasi 20 chili più della media degli altri tre! Se il grande Roberto Rolfo può fare un miracolo del genere in sole tre ore, non so cosa possa fare con qualche lezione in più. Scopritelo voi, e poi raccontatecelo!".

[gallery link="file" size="full" ids="94627,94628,94629"]

IL COMMENTO DI MATTEO PITTACCIO: "TESO PRIMA DI GIRARE, ESPERIENZA DIVERTENTE, FORMATIVA E APPAGANTE" 

"Avendo sempre guidato le moto solo e soltanto nelle strade di tutti i giorni non sapevo come approcciarmi alla guida su pista. Devo essere onesto, prima di girare ero un po' teso. Tuttavia, appena arrivati sul tracciato Roberto ha spiegato per filo e per segno il giusto metodo per prendere confidenza con moto e pista. Prima di tutto Roby ci ha insegnato il corretto posizionamento in sella e poi ha posto molta attenzione sulle traiettorie da seguire. La teoria prima del turno iniziale mi ha fatto capire con quale spirito affrontare il corso e sin dalla prima uscita ho provato ad applicare i consigli di Roby. Dopodiché, abbiamo espresso le nostre sensazioni e Roberto ha subito provveduto a cambiare il setup (in particolare nel mono-ammortizzatore) per adattarlo alla nostra guida. Importantissime le analisi post-turno attraverso la comparazione di foto e grafici.

Prendendo ritmo mi sono divertito sempre di più, ho cominciato ad espormi all'interno della moto e ad abbassare i tempi. Bellissimo il turno finale, quando io, Mathias, Edoardo e Alex ci siamo ritrovati nello stesso punto della pista girando con ritmi simili! Sono rimasto veramente soddisfatto dell'esperienza, utilissima per comprendere quanto sia difficile ma estremamente appagante lavorare sui dettagli. Peccato per la scivolata finale mentre cercavo di espormi ancor di più dalla moto. Però, come detto dal nostro coach, queste sono cose che fanno parte dell'esperienza. Un grazie infinito per la pazienza e per la professionalità a Roberto Rolfo, che vi consiglio di contattare per scoprire a 360° il mondo della guida sportiva!".

[gallery size="full" link="file" ids="94631,94632,94633"]

MATHIAS CANTARINI: "ROBY ROLFO HA RESO LA NOSTRA GUIDA SICURA E VELOCE"

"Da motociclista ho sempre sostenuto l’utilità dei corsi di guida con piloti qualificati. E chi più qualificato ad insegnare di un pilota disponibile, attento e ancora dannatamente veloce come Roberto Rolfo? La Scuola RR44 ti permette di correggere errori che magari inconsciamente commetti mentre sei in sella, in veramente pochi turni perché l’occhio attento di Roby è stato in grado di cogliere tutti i nostri piccoli errori. Dalla posizione in sella, a come si impugnano le manopole che sembrerebbe unna cosa scontata ma non lo è. Nella nostra redazione siamo tutti motocilisti seppur con passati diversi, dal neofita a chi come me ha già fatto qualche gara in passato. Ciononostante Roby è stato in grado di correggere a ognuno un aspetto rendendo a noi la guida oltre che più sicura anche molto più veloce e meno stancante".

[gallery size="full" link="file" ids="94634,94635,94636"]

EDOARDO VERCELLESI: "ABBIAMO IMPARATO MOLTO E CI SIAMO DIVERTITI DA MATTI"

"La prima cosa da dire su questa esperienza, che poi è la più importante di tutte, è che ci siamo divertiti da matti. Non ci interessava più di tanto fare una classifica, vedere dei tempi, fare gara a chi ne ha di più. Abbiamo tutti imparato qualcosa (io personalmente tantissimo) mentre ci godevamo un pomeriggio tra amici. Ammetto che inizialmente avevamo impostato la giornata come una Civil War tra me e Alex per chi avrebbe fatto secondo. Probabilmente le stavo buscando male ma non abbiamo avuto una risposta definitiva e questo mi salva la reputazione. Roberto ci ha lasciato il tempo di metterci a nostro agio sulla moto, poi ci ha seguiti sia individualmente che collettivamente, dando a ciascuno le dritte giuste passo dopo passo.

Dalla prima sessione in cui mi sentivo un pesce fuor d’acqua, date le mie poche esperienze con moto peraltro più piccole, nella seconda mi sono sentito più in controllo e verso fine giornata ho iniziato a padroneggiare una tecnica decente. Ovviamente il risultato è che mi sono steso. Scherzi a parte, la differenza si sente tanto, la moto fa finalmente quello che vuoi e puoi guidare più rilassato. La giornata si è chiusa in un pub/ludoteca con una playlist di gran qualità. Sono stato bullizzato in quanto astemio e per compensare ho scroccato un po’ di carne e patatine fritte ai presenti. Tutto molto bello, specialmente il ricordo di un paio di sorpassi in staccata andati a buon fine".

[gallery link="file" size="full" ids="94637,94638,94639"]

VICTORIA ORTEGA | IL CORSO DA UNO SGUARDO ESTERNO

"Ho avuto l’enorme privilegio di documentare ogni momento della giornata direttamente da bordo pista. È stata un’opportunità irrepetibile vedere come Roberto Rolfo riesce a trasmettere la sua conoscenza con una tale predisposizione da fare sembrare facile la guida. Ho potuto riprendere negli occhi di Edoardo, Matteo, Mathias ed Alex l’emozione previa all’ingresso in pista e ho assistito con grande emozione ai loro miglioramenti. Grazie agli eccezionali consigli di Roby, la confidenza con la pista e la moto è cresciuta soprattutto a livello di postura, frenata, ingresso e uscita dalle curve. Una giornata così speciale non poteva che chiudere con Roby che ci deliziato girando da solo sotto il tramonto della magica Pista Azzurra. Godetevi la gallery fotografica con alcuni scatti strepitosi del Corso di Guida di Roby Rolfo".

Prima di chiudere vorremmo ringraziare ancora una volta Roberto Rolfo per averci offerto la possibilità di trascorrere una giornata in pista all'insegna del divertimento e dell'apprendimento. Infine, vi consigliamo di consultare il sito di Roberto Rolfo per tutte le informazioni sui corsi di guida della Scuola RR44.

Redazione Leggi anche: MOTOGP & WORLDSBK | GIGI DALL’IGNA, L’EROE DEI DUE MONDI

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi