Al termine del Gran Premio di Abu Dhabi, il team principal della Red Bull Christian Horner ha elogiato la sua squadra per un 2022 da record. La prima doppietta Piloti-Costruttori in 9 anni, 17 vittorie (su 22 gare), 28 podi e 8 pole position.

La top-3 del Mondiale sul podio di Abu Dhabi. Credits: Red Bull Content Pool

IL TRIONFO NEI NUMERI

Tutte cifre che, dopo 3 gare, sembravano complesse da poter raggiungere. 3 ritiri, un ampio distacco da una Ferrari che sembrava un passo avanti e tanti dubbi su un’affidabilità che aveva lasciato a piedi Verstappen in Bahrain e Australia. Da Imola in poi, due strisce di vittorie interminabili hanno permesso al team di Milton Keynes di recuperare e superare la Rossa, per poi involarsi verso la doppia corona conquistata per la prima volta dal 2013. Il tutto con il record di vittorie del team e il record assoluto di successi in un anno per Verstappen. “Vogliamo goderci quest’anno, che è stata una stagione incredibile: 17 vittorie, campionato Piloti e titolo Costruttori. È stata una prestazione incredibile da parte di tutto il team. Faticheremo a migliorare quello che abbiamo fatto, ma il 2023 inizierà domani”, ha detto Horner a Sky Sport, riconoscendo il valore degli avversari in vista del 2023: “Avremo Ferrari e Mercedes che spingeranno tantissimo, come team siamo incredibilmente orgogliosi di tutto quello che abbiamo fatto quest’anno”.

Horner ha ammesso che a inizio stagione faticava a pensare a risultati di questo tipo: “Quando nei test di inizio stagione abbiamo visto le prestazioni della Ferrari, abbiamo pensato che potesse essere molto difficile. Riuscire a reagire e rimontare dopo le prime gare, dalle quali eravamo usciti con pochi punti, è stata un’incredibile prestazione, in particolare di Max. Il dominio che ha mostrato quest’anno è stato eccezionale”.

Max Verstappen in azione ad Abu Dhabi sulla RB18: per lui 15 vittorie nel 2022. Credits: Red Bull Content Pool

VERSTAPPEN IL SEGRETO

Parlando di Max Verstappen, la vera chiave dei successi della Red Bull degli ultimi 2 anni, Horner ne ha elogiato le capacità di gestione delle situazioni di gara, in particolare sul consumo della gomma: “Lui ha una sorta di sesto senso con le gomme, la sua abilità di stimare il grip e gestirla è fenomenale e anche oggi si è vista. È stato paziente, si è giocato la gara alla perfezione”, ha affermato Horner. “Credo che il nostro passo gara sia stato fantastico. Come team abbiamo commesso meno errori rispetto agli altri, siamo stati molto svegli a livello di strategie e abbiamo portato a casa il risultato. Tutto il team ha fatto un lavoro incredibile”.

L’ELOGIO A LECLERC PER IL SECONDO POSTO

Abu Dhabi non ha regalato alla Red Bull la prima doppietta nella classifica Piloti, costringendo Pérez a doversi accontentare del terzo posto in classifica per 3 punti. Horner elogia anche Pérez ma si congratula anche con chi lo ha battuto, e cioè Charles Leclerc. Mi congratulo con Charles, perché ha guidato molto bene quest’anno. Ha iniziato l’anno con grande forza, Checo ha rimontato bene nella seconda parte dell’anno”, ha spiegato Horner. “Entrambi hanno avuto qualche episodio sfortunato, ma è stata una grande battaglia per lui. Oggi a Checo è mancato un giro. Siamo arrivati vicini, ma penso che sia stato il suo anno migliore di sempre in F1, ha vinto due magnifiche gare, ha contribuito tantissimo al titolo Costruttori vinto e ha vinto anche a Monaco. Abbiamo portato a casa 5 doppiette, il suo contributo è stato enorme”.

Horner su Pérez: "Ha contribuito tantissimo al titolo Costruttori". Credits: Red Bull Content Pool

IL SALUTO A VETTEL

Il team principal della Red Bull dedica un pensiero anche a Sebastian Vettel, che il team ha voluto salutare ieri omaggiandolo con l’endplate dell’ala posteriore, firmato da tutto il team, di una delle monoposto con le quali ha vinto i suoi quattro mondiali. Vettel che, ad oggi, è ancora il pilota più vincente della storia della Red Bull con 39 vittorie. “È molto triste vederlo andare via. Se pensiamo a dove era partito quando è arrivato qui da ragazzo, lascia la F1 da uomo che ha raggiunto grandi risultati”, ha detto. “Vedere la popolarità che ha conquistato è incredibile, i trionfi che ha ottenuto sono stati bellissimi. Ha un posto speciale nel nostro cuore. È una grande persona, sarà sempre ben accolto, ci mancherà”.

L'omaggio della Red Bull a Sebastian Vettel. Credits: Red Bull Content Pool

IL FUTURO DI RICCIARDO

Le ultime parole, Horner le dedica a Daniel Ricciardo, che sembra sempre più vicino al ritorno a casa come terzo pilota per il 2023. “Daniel è cresciuto con la Red Bull, ha avuto due anni difficili, vedremo”, ha detto Horner. “Quando avremo qualcosa da comunicare sarete i primi a saperlo”. Sembrerebbe che dovremo aspettare solo 24 ore: Ricciardo, sempre a Sky Sport, ha ammesso come possibili news potrebbero essere diffuse nella giornata di domani.

Mattia Fundarò

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi