F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Una prestazione dominante quella della BMW M4 Gt3 del team Ceccato Racing quella messa in pista a Monza. Il secondo round del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint ha visto la vettura bavarese pilotata da Bruno Spengler e Jens Klingmann portare a casa la vittoria dopo una gara-1 ricca di emozioni. Vittoria per il team italiano anche in Pro-Am con Tamburini e De Luca.

Vittoria costruita in partenza

Il successo odierno della BMW è stato costruito da Bruno Spengler nelle prime fasi di gara, in particolare in partenza. Il canadese di origini alsaziane è scattato subito velocissimo dalla quarta posizione, bruciando gli avversari nonostante il bloccaggio alla Prima Variante, mostrando un'ottima reazione. Nei giri successivi, ha potuto scavare un solco importante sugli inseguitori più diretti, in particolare il rientrante Marco Butti.

Durante il pit obbligatorio, il team gestito da Roberto Ravaglia è stato perfetto e Jens Klingmann si è ritrovato leader all'uscita dai box. Il tedesco ha poi gestito ottimamente la ripartenza dopo la Safety Car, uscita per consentire ai commissari di rimuovere la vettura di Nurmi, ferma in curva 1 dopo il tamponamento subito da parte della Mercedes di Lorenzo Ferrari. I due si sono così portati in testa al campionato con 42 punti.

Come detto, secondo ha chiuso il rientrante comasco Marco Butti, al volante dell'Audi R8 LMS, che torna dunque a podio anche nella serie Sprint dopo essersi rivisto a Pergusa in Endurance. Bella la sua gara, con una vettura che è sembrata patire la minor velocità di punta rispetto alla BMW sui lunghi rettilinei dell'autodromo lombardo.

Ceccato padrone anche in Pro-Am

A completare la festa del team veneto e della BMW in questa giornata caldissima è stata la vittoria nella categoria intermedia da parte del secondo equipaggio, formato da Stefano Tamburini e Francesco Massimo De Luca. La seconda M4 ha anche conquistato il terzo posto assoluto: un podio assolutamente meritato.

Bella la lotta per la quarta posizione assoluta, con la Ferrari 488 di Coluccio-Mazzola (seconda in Pro-Am), che nel finale ha avuto la meglio sulla Lamborghini Huracàn di Michelotto e Liberati, scattati ultimi per problemi in qualifica. Peccato per White: il poleman sudafricano, toccato da Petrov nelle primissime fasi di gara, è stato costretto al ritiro praticamente subito.

In AM, vittoria per Ciglia e Fascicolo, davanti alla Honda del team Nova Race pilotata da Magnoni e Bodellini. Completa il podio la Ferrari 488 del team AF Corse pilotata da Marco Pulcini.

GT Cup: Maggi e Colavita portano in trionfo la 488

Nella gara riservata alle vetture in configurazione monomarca, la velocità di punta molto elevata delle Ferrari 488 ha avuto un ruolo fondamentale nel delineare il risultato finale. Alla fine, ad avere la meglio è stata la coppia del team Double TT Racing, formata dal giovane Leonardo Colavita e dall'italo-svizzero Giorgio Maggi.

I due hanno preceduto la vettura gemella pilotata da Simone Patrinicola e Luca De Marchi, con il primo autore di un sorpasso incredibile su Leonardo Del Col alla Seconda di Lesmo. In una gara caratterizzata dalle bandiere gialle e dalle Safety Car, sul terzo gradino del podio è salito Giacomo Riva in coppia con Alessandro Fabi su Lamborghini Huracàn; i due, tra l'altro, sono risultati vincitori della categoria AM.

Appuntamento a domani con la seconda gara del weekend monzese.

Da Monza - Nicola Saglia