FX Racing Weekend 2024 | Live Streaming Gare - Varano 14 Aprile (pomeriggio)

Bathurst è senza dubbio al centro della 37ma puntata di 'A Ruota Libera', il consueto appuntamento dedicato al mondo delle ruote coperte. Il Supercars Championship ci ha regalato una nuova spettacolare edizione della più importante competizione d'Australia, una manifestazione che ha preceduto molti eventi in giro per il mondo.

Spazio infatti anche al BTCC che da Brands Hatch ha eletto il proprio campione oppure alle due interessantissime prove di Monza della Porsche Carrera Cup Italia. Non dimentichiamoci anche della NASCAR Xfinity Series, realtà che ha visto i primi quattro eliminati dalla battaglia per il 'Championship 4'. 

Supercars Championship, Bathurst 1000: SVG/Tander regnano sul Mt. Panorama

Shane van Gisbergen/Garth Tander (Red Bull Ampol Racing #97) hanno messo le mani sul Mt. Panorama, sede questo fine settimana della leggendaria Bathurst 1000. Il 30mo atto del Supercars Championship incorona nuovamente i due volti del Triple Eight Race Engineering, meritatamente vincitori davanti a  Chaz Mostert/Fabian Coulthard (Mobil 1 Optus Racing #25) e Cameron Waters/James Moffatt (Monster Energy Racing #6). https://twitter.com/supercars/status/1579013763004395520

Subito incertezza sul Mt. Panorama

Le emozioni ed i colpi di scena non sono mancati sin dai primi metri con uno start concitato che ha visto subito molti protagonisti salutare il gruppo. Lee Holdsworth (Pernite Racing #10/Ford) ha tentato subito di scappare nelle prime fasi di una competizione oltremodo complessa, condizionata dal maltempo che ha reso tutto più imprevedibile. Il #10 dell'Erebus Motorsport ha preceduto nelle prime battute James Moffatt (Monster Energy Racing #6/Ford) e Fabian Coulthard (Mobil 1 Optus Racing #25/Holden), rispettivamente in scena a supporto di Cameron Waters e Chaz Mostert.  https://twitter.com/supercars/status/1578904517587849217 Waters prenderà il comando nei minuti seguenti davanti a Shane van Gisbergen (Red Bull Ampol Racing #97). Inizio gara non facile per il campione in carica, sanzionato con cinque secondi di sanzione per un'infrazione ai box. Il neozelandese ha allungato dopo aver oltrepassato la soglia dei 50 passaggi, leader su Scott Pye (Nulon Racing #20/Holden) e Bryce Fullwood (Middy’s Electrical Racing #14/Holden) e Brodie Kostecki (Boost Mobile Racing by Erebus #99/Holden).

Un incidente rimette tutto in gioco

Un momento cruciale della 2022 del Bathurst 1000 è arrivato al 119mo giro con un contatto con le barriere da parte di Todd Hazelwood ( Truck Assist Racing #35). Tutti si sono fermati ai box, Shane van Gisbergen ha dovuto gestire il restart davanti a Kostecki e Mostert, più che mai determinato a bissare quanto fatto nella passata stagione. https://twitter.com/supercars/status/1578977728069390336 'SVG' ha continuato ad imporre un passo incredibile, abile ad approfittare della lotta per il secondo posto tra Mostert e Kostecki. Ottimo passo anche per Waters, in rimonta dopo un problema nel cuore della competizione. La prova è salita di colpi a meno di 25 giri dalla conclusione, tutti i protagonisti hanno potuto fermarsi in pit lane per l'ultima sosta che ha preceduto di qualche minuto l'uscita di una nuova Safety Car per spostare la Ford Mustang #17 del Shell V-Power Racing Team di Will Davison. https://twitter.com/supercars/status/1578992917141549057 Il finale è stato oltremodo interessante con SVG che ha dovuto respingere ogni attacco da parte di Mostert, alfiere del Walkinshaw Andretti United che ha tentato in tutti i modi di confermarsi al vertice del Mt. Panorama. L'australiano, dopo aver staccato Waters, ha tentato di riprendere il #97 di Holden, perfetto a gestire la 1000km fino alla bandiera a scacchi. 74mo acuto in carriera per il neozelandese del Triple Eight Race Engineering, il secondo in carriera nella leggendaria location di Bathurst. Quinta gioia, invece, per Garth Tander che quest'anno milita part-time nel GTWC Australia. SVG ipoteca il campionato, il terzo titolo potrebbe arrivare già a fine mese in Gold Coast. https://twitter.com/supercars/status/1579034652098326531

BTCC, Brands Hatch: Tom Ingram mette le mani sul titolo 

Tom Ingram è il nuovo campione del BTCC 2022. Il 29enne di Hyundai è riuscito per la prima volta a mettere il proprio nome nell'albo d'oro della principale categoria automobilistica inglese battendo in finale i diretti rivali per il titolo.

Race-1 Ingram leader virtuale della classifica 

Tom Ingram (Bristol Street Motors with EXCELR8 TradePriceCars.com/Hyundai) ha vinto in scioltezza la prima competizione della finalissima di Brands Hatch, abile ad amministrare al meglio la prima posizione da ogni ipotetico assalto da parte di Rory Butcher (Toyota GAZOO Racing UK). I due non si sono mai ostacolati, abili ad amministrare i restart che hanno caratterizzato la prima competizione del fine settimana. Discorso differente per la terza piazza con Ash Sutton (NAPA Racing UK) che ha dovuto vedersela con Jake Hill (ROKiT MB Motorsport). Il portacolori di BMW, obbligato a passare l'alfiere di Ford per la lotta al titolo, non si è risparmiato. I contatti hanno caratterizzato il duello per l'ultimo gradino del podio, il campione in carica si è dovuto arrendere nel finale alla riconoscibile BMW di Hill. Colin Turkington (Team BMW) concluderà quinto alle spalle di Sutton, abile nel finale a rispondere al quattro volte campione che ha tentato in tutti i modi di copiare quanto fatto da Hill.

Race-2: Ingram concede il bis su Hill

Tom Ingram ha vinto anche race-2 in quel di Brands Hatch portando a +11 il proprio bottino nella classifica generale su Jake Hill. La gestione dell'ibrido è stata cruciale, la Hyundai ha avuto la meglio sulla BMW #16 che nell'ultimo passaggio ha dovuto guardarsi le spalle anche dal veterano Turkington. Gara da scordare, invece, per Sutton, solamente quinto alle spalle di Butcher che solo nei primi passaggi ha mostrato di poter impensierire la leadership di Ingram. La battaglia si è protratta nella reverse grid, race-3 che ha concluso una storica giornata nella mitica pista che in passato ha accolto anche il Mondiale di F1. https://twitter.com/SwindonPower/status/1579157978137387008

Race-3: Ingram resiste agli attacchi e vince il titolo

Daniel Lloyd (Bristol Street Motors with EXCELR8 TradePriceCars.com/Hyundai)  ha concluso in bellezza la stagione imponendosi dalla pole-position su Josh Cook (Rich Energy BTC Racing/Honda) e Rory Butcher, rispettivamente secondo e terzo all'arrivo. L'attenzione di tutti si è spostata però nel cuore della Top10 con un bellissimo duello per il titolo tra Hill, Ingram e Sutton. Il campione in carica è stato il migliore al via ed ha certato subito di scappare, una missione non riuscita. Il #1 di Ford è stato ripreso da Hill che dopo aver beffato Ingram ha provato in tutti i modi a guadagnare un'altra posizione. La missione non è riuscita da parte del pilota BMW che nel corso dell'ultimo passaggio cederà il posto al rivale di casa Hyundai, quinto alle spalle di Sutton al termine della race-3.

Porsche Carrera Cup Italia, Monza: Laurini e Master festeggiano. Quaresmini resta leader della classifica

Lodovico Laurini e Keagan Masters si sono spartiti i successi a Monza nella Porsche Carrera Cup Italia. La battaglia non è mancata in Brianza, località che non ha cambiato la classifica generale che resta nelle mani di Gianmarco Quaresmini. 

Race-1: Laurini torna a vincere in Lombardia

Lodovico Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Latina) ha dato spettacolo nella prima competizione del fine settimana, abile ad approfittare al meglio delle difficoltà dei rivali. Il #27 del gruppo ha concluso davanti a Benedetto Strignano (Scuderia Villorba Corse – Centro Porsche Treviso) ed Gianmarco Quaresmini (Ombra Racing - Centro Porsche Brescia). Quest'ultimo, secondo ai nastri di partenza ai nastri del teammate Leonardo Caglioni (Ombra Racing - Centro Porsche Padova), non è riuscito ad allunare sulla concorrenza e sulla vettura di Dinamic Motorsport di Laurini. Ottima prestazione anche da parte di Strignano, abile ad approfittare al meglio delle gomme più fresche dei rivali.

Race-2: la prima di Master sul bagnato

Primo successo da rookie per Keagan Masters (AB Racing – Centri Porsche Roma) al termine di una spettacolare race-2. Il sudafricano ha avuto la meglio sul bagnato davanti a Diego Bertonelli (BeDriver – Centro Porsche Piacenza) ed ad Laurini, assoluto protagonista del week-end brianzolo. Quaresmini, sempre leader della graduatoria generale, si è dovuto accontentare della sesta posizione alle spalle di Andrea Fontana (Bonaldi Motorsport - Centro Porsche Bergamo) e Enrico Fulgenzi (EF Racing), rispettivamente quinto e quarto sotto la bandiera a scacchi Prossima tappa a metà mese dal Mugello, impianto che eleggerà il campione 2022.

NASCAR Xfinity Series, Charlotte Roval: AJ Allmendinger ancora al vertice

AJ Allmendinger ha vinto senza molti problemi la tappa del Roval della NASCAR Xfinity Series. Quinto acuto stagionale per il #16 del Kaulig Racing, a segno per la quarta volta in carriera nell'impegnativo road course che da qualche anno è stato ricavato all'interno del Charlotte Motor Speedway. Ty Gibbs (Gibbs #54) Noah Gragson (JR Motorsports #9), James Davison (Gibbs #18) e Justin Allgaier (JR Motorsports #7) hanno completato nell'ordine alle spalle del temibile californiano che sicuramente sarà uno dei protagonisti del 'Round of 8' che scatterà da settimana prossima in quel di Las Vegas. Il futuro pilota di Kaulig Racing per la Cup Series gareggerà per il titolo contro i già citati Gibbs, Gragson, Allgaier, Josh Berry, Sam Mayer e Brandon Jones. Situazione ben diversa, invece, per Ryan Sieg, Riley Herbst, Jeremy Clements, esclusi dalla battaglia per il 'Championship 4' insieme al campione 2021 Daniel Hemric. https://twitter.com/NASCAR_Xfinity/status/1578887292608913408

Nella prossima puntata...

Oltre alla serie citata ci sarà da divertirsi a Barcellona con l'epilogo di GT Open e TCR Europe, mentre da Donington Park non perdetevi il British GT Championship. Spazio anche alla Michelin Le Mans Cup, in scena a Portimao con l'European Le Mans Series.

Luca Pellegrini