Si riparte da zero per Romano Fenati. Al momento tutte le selle della Moto2 sono occupate e, a meno di defezioni dell’ultimo minuto, il pilota ascolano tornerà nella entry class proprio con il team che lo ha licenziato in tronco nel momento del folle gesto contro Stefano Manzi. Sostituirà Yurchenko, già appiedato dal team, e affiancherà Tony Arbolino.

 

COME NON DETTO. Al talento non si comanda, ed è fuori dubbio che Romano Fenati ne abbia. La sua punizione, ritrattata recentemente dalla Federazione dopo il ricorso del pilota ascolano, non è certo stata comminata a causa della mancanza di abilità della persona, bensì per il folle gesto di cui si è reso protagonista in quel di Misano nei confronti di Stefano Manzi. Come diretta conseguenza, Romano è stato licenziato dal team Snipers e scaricato direttamente anche dal team Forward MV Agusta, il quale non desiderava legare il rientro della casa varesina ad un gesto di questa gravità. Fenati però non ha demorso, e dopo il dovuto mea culpa è stato proprio il team Snipers a decidere di dargli una seconda possibilità.

SI, MA NIENTE MOTO2. Purtroppo tutta questa trattativa è avvenuta nettamente in ritardo, e la griglia della Moto2 è già piena. Il programma del team Snipers era di dare una Triumph a Romano per tornare a competere nella categoria di mezzo, ma a scanso di defezioni last minute Fenati dovrà ricominciare dalla Moto3, aiutato anche da OCTO Telematics che osteggerà tutta la parte economica in qualità di main sponsor. Lo stesso Fenati si è detto contento di rientrare nel progetto del team, che non riesce a stare lontano dalle corse e che ha capito di aver sbagliato nel gesto contro Manzi; adesso avrà modo di  dimostrare di essere cresciuto e che al suo talento stia seguendo di pari passo il suo autocontrollo.

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.