I test di Sepang della prossima settimana sanciscono l’inizio della stagione MotoGP 2016 e saranno sicuramente utili a piloti e team al fine di capire come poter sviluppare al meglio le moto, visti tutti i cambiamenti regolamentari introdotti da quest’anno, dalla gestione elettronica unificata alle gomme Michelin.

Prima che i piloti ufficiali scendano in pista, dal 1° al 3 febbraio, il lavoro è nelle mani dei collaudatori e tra tutti, quello più osservato è senza ombra di dubbio Casey Stoner: l’australiano, che torna in sella alla Ducati per aiutare il team nello sviluppo, autorizza a sognare i tifosi della rossa di Borgo Panigale, con la possibile prospettiva di una wild card (o più) già nel corso di questa stagione.

Stoner ha lasciato le corse cinque anni fa, dopo aver vinto due titoli mondiali ed esser stato protagonista di gare che rimarranno negli annali: ha lasciato per dedicarsi alla sua vita, alla famiglia, per allontanarsi da un mondo, quello della MotoGP, che gli andava stretto e che ha fortemente criticato, ma lo Stoner che è sceso in pista oggi per risalire sulla Ducati è apparso molto più rilassato e sereno.

Ha effettuato 54 giri sul tracciato di Sepang, su una pista sporca e non gommata guidando la GP15, e il suo miglior giro è stato 2’02″1 durante le uscite del pomeriggio: sicuramente un buon risultato per un pilota che è lontano da anni da questo sport.

Le sue prime dichiarazioni sono state ottimistiche, dicendosi felice ed emozionato e valutando positivamente questa giornata di test: “Quella di oggi con il Ducati Team è stata davvero una bella esperienza. Onestamente non sapevo cosa aspettarmi, ma tutta la squadra è stata fantastica: mi ha accolto nel migliore dei modi e abbiamo lavorato insieme con armonia – le dichiarazioni presenti nel comunicato Ducati – ho bisogno di un po’ di tempo per abituarmi ma sento di aver trovato già un buon feeling con la moto e le gomme”.

“La Desmosedici GP ha un gran potenziale – ha proseguito – e io spero di riuscire a dare il feedback giusto a Gigi e agli ingegneri di Ducati Corse per aiutare i due Andrea a ottenere degli ottimi risultati quest’anno. Sono contento e sorpreso dal mio tempo sul giro e spero di migliorare ancora domani”. Gran ritorno in Ducati per Stoner, il quale di sicuro continuerà a far parlare di sé anche nei prossimi giorni, quando salirà in sella alla GP16.

Nel frattempo anche l’altro collaudatore Ducati, Michele Pirro, oggi ha provato la moto del prossimo anno anche se solo per pochi giri per un test finalizzato a testare il funzionamento di componenti elettroniche e di svuotamento carburante: “Sono convinto che potremo ottenere dei buoni risultati, ed avendo testato le moto sia di Iannone che di Dovizioso sono fiducioso, nonostante le condizioni della pista non fossero ottimali” queste le parole di Pirro a fine giornata.

Il lavoro dei prossimi giorni sarà fondamentale sia per Ducati che per gli altri team che prenderanno parte ai test: la stagione 2016 inizia a prendere forma.

Alice Lettieri

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.