Terminata alle 22:00, ora locale, la seconda giornata dell’ultimo test pre-campionato per la MotoGP tenutasi sul circuito di Losail, in Qatar. A dominare in questa sessione di prove è Alex Rins sulla sua Suzuki GSX-RR.

I test in Qatar sono un assaggio per la nuova stagione in MotoGP: ultimo atto prima dell’inizio del motomondiale, i riscontri cronometrici su questo circuito sono una fonte d’indicazione importante per piloti e squadre. Il Team Suzuki Ecstar ne sa qualcosa: Alex Rins, miglior tempo di giornata con 1:54.593, si aggiudica fino a questo momento insieme a Viñales l’attenzione in pista. I due piloti spagnoli in queste due giornate si sono sfidati in un continuo primo-secondo, rubandosi sempre una manciata di millesimi. Oggi ad avere la meglio è stato per l’appunto Rins, che ieri si era ritrovato secondo dietro Viñales, il quale oggi ha preso il suo posto con un tempo di 1:54.650.




Miglior rookie di giornata Fabio Quartararo che, con un tempo di 1:54.908, si posiziona terzo. Il premio al miglior pilota emergente della classe regina è sempre un titolo molto ambito: gli ultimi test hanno sempre visto scavalcarsi a vicenda i vari pretendenti, mai nessuno però entrando nella Top Three. Ben lontano infatti Mir con l’undicesimo tempo e un gap di 0.630 secondi, Bagnaia quindicesimo e Oliveira ventunesimo.

La Ducati con il miglior tempo di giornata è quella di Danilo Petrucci. Arriva dietro Quartararo con 1:54.953 ed è l’ultimo pilota in pista ad abbattere il muro dell’1:55. La Ducati vincitrice del GP del Qatar della stagione 2018 si posiziona invece ottava: Dovizioso infatti non stupisce con le sue performance, nonostante detenga il titolo di ultimo vincitore in pista nella classe regina. Il tutto mentre la Ducati del Team Alma Pramac di Miller si posiziona dodicesima, precedendo il compagno Pecco Bagnaia di tre posizioni.

Marc Marquez nonostante i problemi alla spalla riesce ad ottenere un buon risultato. Le previsioni erano ben peggiori, ma il pilota di Cervera è riuscito comunque a non deludere le aspettative. Migliore Honda la sua, con un tempo di 1:55.004, che precede l’Aprilia di Aleix Espargaro. Un risultato che comunque regala un’idea di un Marquez non in perfetta forma, che potrebbe sempre fare di più. Il suo compagno di team con il numero 99, Jorge Lorenzo, aveva anticipato la sua condizione non brillante per questi test, reduce dalla frattura dello scafoide della mano sinistra e l’assenza ai precedenti giorni di Sepang. Il maiorchino ha dichiarato di essere consapevole del tempo di cui avrà bisogno per poter tornare a dare il 100%.

Infine, se la Yamaha di Viñales stupisce, Valentino Rossi (pur avendo il record nel T2) riesce ad ottenere solo il diciannovesimo tempo di giornata. Domani si terrà la terza ed ultima giornata di test, dalle 14 alle 20 (ora italiana): un appuntamento che precede l’inizio della stagione previsto venerdì 8 marzo proprio su questa pista, con le prime prove libere del 2019.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.