MotoGP Ducati Petrucci Dovizioso 1
Andrea Dovizioso, compagno di squadra di Danilo Petrucci in Ducati MotoGP, in questo caso seguito dal tester Michele Pirro

Il periodo natalizio è quello ideale per osservare la stagione della MotoGP alle spalle e tirare le somme, in questo caso analizzando il mondiale di Ducati e dei suoi due piloti ufficiali, Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Molto bene AD04, ma manca ancora qualcosa per il titolo ed il tempo stringe. Petrux rimandato al 2020…


PER BATTERE MARQUEZ DEVI ESSERE DA 11

Qualsiasi casa motociclistica che ad oggi riesce a mettere un pilota in seconda posizione a fine anno della classifica generale può effettivamente ritenersi soddisfatta del lavoro svolto fino ad oggi. È chiaramente il caso della Ducati, che per il terzo anno consecutivo piazza Andrea Dovizioso immediatamente dietro al titolato MotoGP Marc Marquez, salvo poi trovarsi con un Danilo Petrucci totalmente fuori fase ed impossibilitato a tratti a ripetere i risultati visti con il team Pramac.

DUCATI: VOTO 8

Parlare di insuccesso nei confronti della casa di Borgo Panigale è impossibile, non solo per il team ufficiale ma anche per ciò che Jack Miller ha dimostrato in chiusura di stagione. Per la Ducati il problema principale è stata la scelta dei piloti: se per quanto riguarda Andrea Dovizioso si parla di scelta quasi obbligatoria, è innegabile che il Dovi stia facendo tutto quello che può. Se non ci fosse Marc Marquez, questo sarebbe il terzo titolo consecutivo portato a Borgo Panigale, il che comporta che al momento anche in Ducati si sta facendo tutto il possibile per portare la moto verso il top che l’ingegneria motociclistica riesca a produrre al giorno d’oggi.

ANDREA DOVIZIOSO: VOTO 7,5

Il problema di Andrea Dovizioso è, neanche a dirlo, proprio il pilota Honda. Attualmente la Ducati è nettamente più poliedrica, il che ha permesso ai due piloti ufficiali di vincere almeno una gara a testa, ma anche in questa ottima condizione tecnica Andrea non è riuscito a prevalere su Marquez. Considerando che la Honda si basa esclusivamente sul fuoriclasse per ottenere i risultati, Dovizioso sa che il problema sta nel pilota e non nella moto. Resta il 2020 per dimostrare che il guizzo per arrivare al titolo è sempre li, ed il mercato piloti si sta muovendo velocemente.

DANILO PETRUCCI: VOTO 5

Non si può dare di meno a Danilo Petrucci, dopo l’ultimo giro e la staccata alla San Donato che ha operato proprio nei confronti dei due piloti di cui si legge sopra. Il problema è che Petrucci doveva dare quel tutto in tutte le occasioni, mentre la strada è andata perduta subito dopo il GP d’Italia. Ad una prima occhiata è sembrato che il rinnovo abbia in qualche modo deconcentrato il Petrux, ma la situazione è andata via via peggiorando: nelle ultime 5 gare Danilo non ha mai fatto meglio della nona piazza. Il suo è sicuramente il posto più a rischio, per il 2020 ci vuole una partenza da pilota nuovo.

MOTOGP | LA PAGELLE DI FINE STAGIONE: REPSOL HONDA “PIGLIATUTTO” CON MARQUEZ

Alex Dibisceglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.