E' Cal Crutchlow il più veloce nella prima giornata di libere sul circuito di Jerez de la Frontera. Alle spalle dell'inglese la Honda Repsol di Dani Pedrosa e la Yamaha Tech3 di Johann Zarco. Marc Marquez invece, che pur sembrando il più in forma, a causa di una scivolata a due minuti dalla fine del secondo turno di libere, non ha siglato un giro nel time attack. Solo sesto il leader del mondiale Andrea Dovizioso che aveva chiuso al comando il primo turno di libere, nono Rossi.

FP1. E’ Marc Marquez il più veloce nella prima parte di turno, quella dove tutti i piloti hanno iniziato a prendere confidenza con il nuovo asfalto del circuito di Jerez, intitolato ieri ad Angel Nieto, riasfaltato durante l’inverno dopo le lamentele dei piloti nella scorsa edizione. Il pilota di Cervera, che con Dani Pedrosa aveva già potuto testare il nuovo asfalto a marzo in una sessione di test privati, si è messo davanti a tutti, seguito dall’altra Honda di Cal Crutchlow che stampa lo stesso tempo al millesimo di Marquez, dietro di loro ma più staccati Zarco e Iannone. Petrucci quinto e prima Ducati a circa mezzo secondo di ritardo a guidare il gruppo degli inseguitori, con Pol Espargaro, fresco di rinnovo, che porta in alto la KTM, Dovizioso, Valentino Rossi ed Aleix Espargaro con Jorge Lorenzo che oggi compie 31 anni a chiudere la Top10 provvisoria.  Negli ultimi dieci minuti tutti i piloti escluso Marquez montano la gomma nuova per cercare di registrare il miglior tempo possibile, il primo a superare il crono di Marc è Valentino Rossi che però ha nella propria scia la KTM di Pol Espargaro, che nel giro successivo gli toglierà la vetta della classifica. Pol e la sua KTM rimangono in testa alla classifica fino all’ultimo minuto quando Marquez prima e Andrea Dovizioso poi fanno registrare i due migliori passaggi della mattina, rimanendo separati di solamente sette millesimi. Da segnalare però come il Dovi abbia sfruttato la gomma morbida nuova al posteriore, mentre il tempo di Marquez sia stato fatto con una gomma al diciottesimo passaggio. Dietro alla “Kappa” di Pol c’è la coppia di Ducati Pramac con Danilo Petrucci che precede l’australiano Jack Miller. Sesto Valentino Rossi che si tiene dietro la Yamaha privata di Johann Zarco e la Honda privata di Cal Crutchlow. A chiudere i primi dieci Maverick Vinales e l’Aprilia di Scott Redding.

Classifica FP1

1 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 287.6 1’39.268  
2 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 289.9 1’39.275 0.007 / 0.007
3 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 287.6 1’39.311 0.043 / 0.036
4 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 285.4 1’39.429 0.161 / 0.118
5 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 281.3 1’39.483 0.215 / 0.054
6 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 280.1 1’39.488 0.220 / 0.005
7 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 287.3 1’39.518 0.250 / 0.030
8 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 286.1 1’39.548 0.280 / 0.030
9 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 286.5 1’39.559 0.291 / 0.011
10 Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 280.1 1’39.585 0.317 / 0.026
11 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 283.1 1’39.614 0.346 / 0.029
12 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 285.7 1’39.817 0.549 / 0.203
13 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 281.3 1’39.899 0.631 / 0.082
14 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 284.5 1’39.934 0.666 / 0.035
15 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 287.3 1’39.986 0.718 / 0.052
16 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 280.5 1’40.007 0.739 / 0.021
17 Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 281.1 1’40.032 0.764 / 0.025
18 Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 283.6 1’40.193 0.925 / 0.161
19 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 280.5 1’40.366 1.098 / 0.173
20 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 282.0 1’40.371 1.103 / 0.005
21 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 282.5 1’40.537 1.269 / 0.166
22 Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda 284.2 1’40.585 1.317 / 0.048
23 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda 280.8 1’40.605 1.337 / 0.020
24 Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati 276.1 1’41.471 2.203 / 0.866
25 Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 278.9 1’42.074 2.806 / 0.603

FP2. Il secondo turno di libere riparte con un tris di Honda davanti a tutti: Marc Marquez in 1’38.863 è il primo a rompere il muro dei 39″, dietro di lui Dani Pedrosa staccato di poco più di un decimo e Cal Crutchlow terzo a tre decimi. Il primo inseguitore del trenino Honda è Andrea Iannone, che dopo il podio dello scorso GP vuole cercare di confermare quanto di buono fatto e si piazza in quarta posizione con il compagno di squadra Rins in sesta posizione. A dividere i due portacolori della casa di Hamamatsu c’è la Yamaha del team Tech3 di Johann Zarco. Le Ducati GP18 sono in settima, ottava e nona posizione con Danilo Petrucci a precedere Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. E’ il sorprendente rookie Takaaki Nakagami a chiudere i primi dieci a metà turno.  La classifica viene rivoluzionata quando mancano 5 minuti e tutti i piloti montano la gomma nuova per tentare di entrare nella Top10: Cal Crutchlow è il più veloce del pomeriggio precedendo la Honda ufficiale di Dani Pedrosa e Johann Zarco, a partire dalla seconda fila ipotetica c’è Andrea Iannone che tiene dietro Marc Marquez (scivolato mentre era a casco rosso a due minuti dal termine del turno) e Andrea Dovizioso, ancora una volta miglior Ducati in pista, anche se questa volta il suo compagno Jorge Lorenzo è vicinissimo. Alle loro spalle la Ducati Pramac di Jack Miller, mentre chiude la Top10 la coppia Yamaha ufficiale con Valentino Rossi che tiene dietro un mai brillante Maverick Vinales. Quattordicesima la wild card Mika Kallio che precede il miglior rookie Takaaki Nakagami e Danilo Petrucci, diciannovesimo Franco Morbidelli.

Classifica FP2

1 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 287.7 1’38.614  
2 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 287.0 1’38.642 0.028 / 0.028
3 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 287.3 1’38.705 0.091 / 0.063
4 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 282.7 1’38.709 0.095 / 0.004
5 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 282.7 1’38.863 0.249 / 0.154
6 Andrea Dovizioso ITA Ducati Team Ducati 288.2 1’39.068 0.454 / 0.205
7 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 284.8 1’39.076 0.462 / 0.008
8 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 283.9 1’39.102 0.488 / 0.026
9 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 282.7 1’39.248 0.634 / 0.146
10 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 282.5 1’39.514 0.900 / 0.266
11 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 286.4 1’39.541 0.927 / 0.027
12 Karel ABRAHAM CZE Angel Nieto Team Ducati 280.2 1’39.541            0.927
13 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 284.5 1’39.575 0.961 / 0.034
14 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 285.3 1’39.661 1.047 / 0.086
15 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 283.5 1’39.694 1.080 / 0.033
16 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 288.8 1’39.723 1.109 / 0.029
17 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 280.2 1’39.888 1.274 / 0.165
18 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 283.3 1’39.948 1.334 / 0.060
19 Franco MORBIDELLI ITA EG 0,0 Marc VDS Honda 281.7 1’39.951 1.337 / 0.003
20 Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 283.1 1’39.969 1.355 / 0.018
21 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 279.7 1’40.003 1.389 / 0.034
22 Thomas LUTHI SWI EG 0,0 Marc VDS Honda 279.7 1’40.241 1.627 / 0.238
23 Hafizh SYAHRIN MAL Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 284.7 1’40.488 1.874 / 0.247
24 Scott REDDING GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 278.2 1’40.536 1.922 / 0.048
25 Xavier SIMEON BEL Reale Avintia Racing Ducati 278.9 1’40.663 2.049 / 0.127

 
Qualificati al Q2:

Crutchlow
Pedrosa
Zarco
Iannone
Marquez
Dovizioso
Lorenzo
Miller
Rossi
Espargaro P.

Orari di domani:

FP3: 9:50
FP4: 13:30
Qualifiche: 14:05

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.