Ha avuto luogo oggi, alle ore 15 italiane, la prima Press Conference stagionale in Qatar. L’evento ha dato ufficialmente inizio al weekend di gara per il Gran Premio sul circuito di Losail. Presenti il Campione del mondo in carica, Marc Marquez, e il suo compagno di Team, Jorge Lorenzo, insieme ad Andrea Dovizioso e ai due piloti Yamaha, Valentino Rossi e Maverick Vinales. Tra i “convocati” anche Alex Rins e il pilota più giovane della classe regina, Fabio Quartararo.




Ad un giorno dall’accensione dei motori sul circuito di Losail, come da copione la conferenza stampa ha dato modo ai piloti di rispondere a domande inerenti il primo round stagionale e la nuova stagione, per poi passare alle domande poste dai fans sui social. Le considerazioni che hanno coinvolto la maggior parte dei piloti presenti sono state relative ai fenomeni atmosferici che hanno condizionato i test. Altre osservazioni comuni hanno coinvolto la possibilità di posticipare di un’ora la gara, per ragioni di sicurezza. I piloti si sono presentati emozionati e carichi per questo nuovo inizio di stagione, pieno di speranze per molti team.

In casa Honda la forma fisica presenta ancora un’incognita: Marquez afferma di essere vicino al recupero totale della funzionalità della spalla. Marc Marquez (#93): “Sono contento, perché ho già dimenticato il mio infortunio. Sono concentrato sul weekend di gara. Sono vicino al 100% della forma fisica.” Riguardo agli avversari da battere, fa fatica a pronunciare un nome, dichiarandosi convinto di dover stare attento a tutti i piloti presenti.

Lorenzo considera invece opportuno mettere le mani avanti. Il maiorchino ha infatti annunciato di non sentirsi al cento per cento fisicamente. Ciononostante, non si prefigura di rimanere in disparte. Jorge Lorenzo (#99): “Credo di aver bisogno di almeno un mese per sentirmi al 100%, per poter spingere al massimo. Inoltre la Honda porterà delle modifiche e mi aspetto di essere un po’ più forte.”

L’unico pilota di casa Ducati presente, Andrea Dovizioso, fa considerazioni sulle condizioni atmosferiche che a parer suo hanno influenzato le prestazioni durante i recenti test sul circuito di Losail. Riguardo ai suoi avversari, ribadisce ciò che è stato detto da Marquez. Andrea Dovizioso (#04): “Durante i test è difficile capire ed analizzare gli avversari. Tutti i piloti lavorano in modo diverso, per diversi motivi. Come ha detto Marc, sembra che tutti possano essere molto veloci qui dopo tre giorni di test. Questa stagione potrebbe essere diversa sulla carta. Non so cosa possiamo aspettarci dalla gara, anche se in passato siamo stati molto competitivi. Dovremo lavorare bene, e stare attenti al vento. Per il resto penso che possiamo partire fiduciosi per questa stagione.”

In casa Yamaha i piloti si sono mostrati particolarmente fiduciosi riguardo l’inizio del campionato. Valentino Rossi (#46): “Tutte le moto ufficiali sembrano parecchio forti. Durante i test tutti sono stati più o meno veloci. I weekend di gara di solito sono diversi, mi aspetto di vedere tutti i piloti ufficiali al vertice. Spero di essere forte anche io, la Yamaha ha lavorato sodo e speriamo di esser più forti dell’anno scorso. Se devo pensare al momento attuale forse ci sono sette, otto piloti pronti per il podio.” Maverick Vinales (#12): “Nei test ho guidato come piace a me e abbiamo fatto degli ottimi giri. La Yamaha ha lavorato bene. Per essere lì, ogni gara dobbiamo fare sempre un ulteriore progresso. Stiamo riducendo il divario con gli avversari poco a poco. Abbiamo dimostrato di poter essere veloci su piste diverse e sono contento di questo.”

Per quanto riguarda la Suzuki, Alex Rins viene subito identificato come il pilota di punta del team. Ci tiene a precisare che la fine della scorsa stagione per lui è stata fondamentale. I suoi successi si sono poi confermati nel precampionato, portandosi così ad un inizio di stagione in piena forma fisica e mentale. Alex Rins (#42): “Cercherò di guidare senza pressione, è importante divertirsi. Tenterò di viverla gara per gara. Sarà difficile vincere in Qatar perché tutti cercheranno di spingere. Io cercherò di essere al vertice e lottare.”

Infine, ma non ultimo per importanza, presente alla conferenza anche Fabio Quartararo. Rookie e più giovane pilota in MotoGP, ha subito dichiarato di essere emozionato per il fatto di trovarsi seduto in mezzo ai piloti che fino a qualche anno prima definiva sue figure di riferimento. Ma il giovane pilota del Team Petronas si è mostrato sicuro e non intimidito dalle figure accanto a lui. Fabio Quartararo (#20): “Sicuramente è impressionante essere qui in mezzo a questi piloti. Cercheremo di mantenere la concentrazione per questa prima gara in MotoGP. I test sono stati ottimi, ma cercherò di divertirmi senza pensare troppo al risultato della gara. Sto cercando di comprendere la moto per ora. Penseremo a concentraci gara dopo gara.”

I piloti si sono mostrati in parte preoccupati per le temperature della pista. In Qatar di sera l’umidità influenza molto l’asfalto. Una dimostrazione è stata sicuramente rappresentata dalle varie cadute verificatesi durante i test da parte di molti piloti. Ma il dado è tratto: la nuova sfida della stagione 2019 può finalmente avere inizio.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.